Roeq Tml200, un modulo sollevatore per l’intralogistica flessibile

Tml200 è il nuovo modulo sollevatore prodotto dalla società danese Roeq che sviluppa apparecchiature robotiche mobili standard (MRE) che completano perfettamente i robot mobili automatici (AMR) MiR. Tml200 è stato progettato per il MiR250 ed è in grado di raccogliere, sollevare, trasportare e consegnare casse, pallet o merci su scaffali e carrelli, all’interno di magazzini o impianti di produzione.

Tml200 viene applicato come modulo integrativo sui robot MiR e con una serie di strumenti addizionali – quali il nuovo portapallet PR250 – è in grado di dare vita a soluzioni di intralogistica flessibili e snelle particolarmente indicate per le PMI con layout in condizioni di elevata saturazione. I porta pallet della gamma PR250 possono essere affiancati creando soluzioni scalabili e venir dimensionati in base all’ingombro delle merci.

A ulteriore arricchimento della gamma di soluzioni Roeq sviluppate in abbinamento al Tml200 vi è il nuovo carrello S-Cart300L, sviluppato per funzionare in perfetta compatibilità con il lifter Tml200.

S-Cart300L consente di sollevare e trasportare carichi utili fino a 170 kg, consentendo al MiR250 di manovrare agevolmente anche in condizioni di ridotta trazione sul floor. Gli operatori possono spostare manualmente il carrello dopo la consegna, poiché non è necessaria alcuna stazione di aggancio. Il carrello si attacca a Tml200 utilizzando i coni di centraggio, che sono montati sul modulo superiore.

Come funziona? Il software Roeq Assist, integrato in ogni soluzione della gamma Roeq, costruisce le missioni indicando al MiR250 dove dirigersi e al Roeq Tml200 quando sollevare o depositare il carico. Le missioni MiR costruite da Roeq assicurano che l’ingombro corrisponda a quello di un S-Cart300L o di un mezzo pallet Eu, garantendo quindi una piena sicurezza nell’area di lavoro durante il trasporto delle merci. Oltre a questo, Roeq fornisce le configurazioni di sicurezza per il MiR250, consentendogli di operare collaborativamente con Tml200. Inoltre, un sensore sul Roeq Tml200 impedisce che raccolga il carico se il lifter è già stato caricato.

Infine, per agevolare lo spostamento di pallet privi di fondo piatto, Roeq ha sviluppato le forcelle Tml200 collegabili al lifter Tml200 e utilizzabili anche in combinazione con i portapallet PR250.

“Le nuove soluzioni che presentiamo oggi in contemporanea mondiale – commenta Shermine Gotfredsen, Roeq Global Sales Director – hanno tutte un obiettivo comune: semplificare i processi di logistica interna. Sappiamo bene quali sono le sfide che affrontano le aziende: da un lato le limitazioni di budget rendono i magazzini automatizzati molto difficili da implementare. Dall’altro la mancanza di spazio rende necessario adottare soluzioni flessibili e poco ingombranti. L’abbinamento di robotica mobile e prodotti Roeq, come il lifter Tml200, in abbinata agli elementi addizionali PR250, alle forcelle Tml200 e al carrello S-cart300L, consentono di dare vita a processi logistici efficienti, flessibili e a costi contenuti. Di fatto possiamo costituire delle stazioni logistiche altamente funzionali e di grande semplicità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.