Come si fa Industria 4.0: il competence center Bi-Rex lancia i corsi di formazione per aziende

Dare la possibilità alle aziende, comprese le PMI, di conoscere le tecnologie abilitanti il piano Transizione 4.0 testandole direttamente, grazie alla linea pilota del competence center Bi-Rex. Questo è l’obiettivo dei corsi di formazione lanciati dal centro con sede a Bologna, dedicato a Big Data e additive manufacturing: diciassette sono già stati fissati e tutti prevedono l’utilizzo in prima persona delle innovazioni, per creare competenze utili al percorso di trasformazione digitale delle realtà produttive.

Formazione Bi-Rex, come funziona

L’offerta di alta formazione proposta da BI-REX si basa su tre pilastri, che ne costituiscono il valore aggiunto. Primo, la partecipazione di docenti provenienti dal mondo dell’università e della ricerca, insieme a manager dell’industria e dei servizi, in veste di project leader. Secondo, la presentazione di casi d’uso e testimonianze aziendali, per inquadrare le tematiche del corso in modo concreto con esempi di applicazione delle tecnologie. Terzo, la possibilità di avvalersi dell’utilizzo delle macchine e delle 12 tecnologie di Industria 4.0 nella Linea pilota, interconnesse su cella 5G, per toccare con mano e sperimentare le possibilità di innovazione e reingegnerizzazione dei processi.

Gli argomenti

Le aree tematiche su cui verterà la proposta di BI-REX sono sette: Big data, Additive manufacturing, Robotica, Security & blockchain, Ict e sistemi avanzati (Internet delle Cose, Cloud Computing…), Sostenibilità e responsabilità sociale, competenze manageriali correlate alle tecnologie Industria 4.0. I corsi in fase di progettazione sono oltre 70, ma per due l’avvio è imminente: “Engineering economics e Financial management” (24 ore in quattro giornate settimanali dal 15 giugno) e “Cyber Security: protezione dei sistemi industriali e dei servizi” (32 ore in quattro giornate dal 16 giugno).

Le lezioni potranno essere definite anche in base ai fabbisogni delle singole aziende ed erogate tramite i laboratori o le strutture fornite dai partner aderenti al consorzio. I relatori dei 17 corsi in programma da settembre provengono da realtà accademiche come il consorzio Cineca e le Università di Bologna, Modena-Reggio Emilia, Parma e Ferrara, nonché da eccellenze aziendali come Ibm, Modis, Am consulting, Alascom, Faentia Group e Pegaso. Per facilitare la partecipazione, BI-REX supporterà le imprese nell’ottenimento di un voucher formativo di finanziamento a copertura del costo d’iscrizione, attraverso i principali fondi interprofessionali e di piani formativi aziendali, anche tramite i fondi regionali per la formazione.

L’obiettivo

“BI-REX riprende la propria linea editoriale, in coerenza con il catalogo servizi presentato a febbraio – spiega Massimo Pulvirenti, responsabile Formazione e Consulenza di Bi-Rex -. Dopo aver svolto nell’ultimo anno 35 webinar di orientamento, raggiungendo 2.500 utenti di 700 imprese da tutta Italia, e aver iniziato le attività di consulenza con il supporto della Linea pilota inaugurata a ottobre, ora mettiamo a calendario 17 corsi tecnici per i prossimi 12 mesi. Vogliamo fornire una gamma di percorsi strutturati e di ampio respiro volti all’implementazione dei processi di innovazione tecnologica, intorno alla nostra smart factory, fiore all’occhiello dell’infrastruttura tecnica e logistica del nostro centro di competenza”.

“Le attività di formazione sono uno strumento che BI-REX mette a disposizione delle aziende italiane per aiutarle a migliorare processi, prodotti e servizi, supportando in definitiva i livelli di competitività, innovazione e lavoro nei territori – osserva ancora Pulvirenti -. Siamo convinti di poter seminare conoscenze in un terreno fertile, a partire da un’Emilia-Romagna ad altissima vocazione manifatturiera, dove il 58,3% delle imprese prevede nel 2021 di investire in formazione, in aumento rispetto al 48,8% dell’anno scorso, oltre che in sistemi Ict, Ricerca e Sviluppo e linee di produzione. Grazie alla sua rete e relative infrastrutture, BI-REX è pronta a rispondere alle richieste e alle necessità di innovazione post-pandemia del tessuto produttivo. L’offerta di alta formazione rivestirà un ruolo centrale nel coronare la missione fondativa di BI-REX, lanciata sin dal 2018 per il trasferimento tecnologico nell’Industria 4.0 non solo con un orizzonte di livello locale, ma anche nazionale ed europeo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.