A ottobre torna a crescere il clima di fiducia delle imprese

A ottobre l’indice composito del clima di fiducia delle imprese tocca quota 115,0, facendo segnare il secondo valore più alto della serie storica dopo il dato record di luglio 2021 (115,6) a cui erano seguiti tre mesi di moderato calo fino a toccare i 113,7 a settembre.

L’aumento complessivo dell’indice del clima di fiducia delle imprese riflette un miglioramento di quello del settore manifatturiero e delle costruzioni e una lieve diminuzione di quello relativo ai servizi e al commercio.

L’indice di fiducia dei consumatori invece fa registrare una leggera diminuzione attestandosi a quota 118,4, ma resta comunque su livelli storicamente elevati, di poco sotto al valore record registrato a settembre (119,6).

Tra le nove serie componenti dell’indice relativo ai consumatori, peggiorano tutti i giudizi sugli andamenti correnti mentre migliorano le aspettative sulla situazione economica generale, sulla disoccupazione e sulla situazione personale; anche le prospettive di risparmiare nei prossimi mesi sono in miglioramento. In particolare il clima corrente registra la discesa più marcata (da 116,1 a 113,7) mentre il clima economico e quello personale evidenziano flessioni più contenute (rispettivamente, da 143,6 a 142,2 e da 111,5 a 110,4). Solo il clima futuro è in aumento, passando da 124,7 a 125,4.

Manifatturiero trainato dai beni strumentali

Tornando alle imprese ed esaminando il dettaglio dei macrosettori, l’indice relativo al settore manifatturiero aumenta da 113,2 a 114,9 e quello delle costruzioni sale da 155,5 a 159,2. Si registrano, invece, un calo lieve nei servizi di mercato (l’indice scende da 112,3 a 112,1) e più ampio, nel commercio al dettaglio (l’indice passa da 106,7 a 105,4).

Aumentando lo zoom sul settore manifatturiero, tutti i raggruppamenti dell’indice risultano in miglioramento: industria manifatturiera da 113,2 a 114,9; beni di consumo da 105,4 a 105,9; beni intermedi da 113,1 a 115,3; beni strumentali da 121,9 a 124,7.

Sulla base delle domande trimestrali presenti nel questionario dell’indagine manifatturiera, a ottobre cresce per la quarta volta consecutiva la quota di imprese manifatturiere che lamenta l’insufficienza degli impianti e/o di materiali quali ostacoli alla produzione (l’incidenza sale da 14,5% a luglio 2021 a 17,8%). Con riferimento all’indagine sulle imprese di costruzione, dove la domanda sugli ostacoli all’attività è formulata mensilmente, si conferma l’aumento, in atto dallo scorso marzo, della quota di imprese che individua nella carenza di materiali un impedimento all’attività (la relativa percentuale passa da 9,7% a 10,8%).

PROSPETTO 2. CLIMA DI FIDUCIA DELLE IMPRESE MANUFATTURIERE TOTALE E PER RAGGRUPPAMENTI PRINCIPALI DI INDUSTRIE 

Giugno – ottobre 2021, indici destagionalizzati (base 2010=100) e saldi destagionalizzati

  2021
giu lug ago set ott
INDUSTRIA MANIFATTURIERA
                                                                                                     INDICI
Clima di fiducia 114,3 115,1 113,3 113,2 114,9
                                                                                                      SALDI
Giudizi sugli ordini +5,8 +8,0 +6,7 +6,5 +9,2
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti -1,1 -1,9 -0,9 -1,1 -2,3
Attese di produzione +19,1 +18,4 +15,7 +15,2 +16,3
BENI DI CONSUMO
                                                                                                     INDICI
Clima di fiducia 102,6 105,3 104,2 105,4 105,9
                                                                                                      SALDI
Giudizi sugli ordini -15,6 -10,7 -9,3 -8,5 -6,7
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti +1,5 +0,9 +1,0 +0,3 -0,2
Attese di produzione +15,8 +18,3 +13,8 +15,6 +14,9
BENI INTERMEDI
                                                                                                     INDICI
Clima di fiducia 115,0 116,5 112,8 113,1 115,3
                                                                                                     SALDI
Giudizi sugli ordini +12,1 +18,2 +13,2 +12,4 +15,7
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti -3,5 -4,3 -1,8 -3,1 -3,7
Attese di produzione +20,1 +17,4 +14,3 +14,5 +17,2
BENI STRUMENTALI
                                                                                                     INDICI
Clima di fiducia 122,4 125,1 122,9 121,9 124,7
                                                                                                      SALDI
Giudizi sugli ordini +12,4 +16,1 +16,2 +15,2 +18,8
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti (a) +0,3 -1,7 -0,3 -0,7 -2,9
Attese di produzione +21,8 +23,4 +18,9 +16,8 +18,4

(a) Serie non affetta da stagionalità

La fiducia dei consumatori

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ membro del Consiglio Direttivo di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.