Robot mobili sempre più autonomi e intelligenti: ABB sigla un accordo con la startup Sevensense

ABB ha concluso un accordo di partnership strategica con la startup svizzera Sevensense, nata nel 2018 da una costola del Politecnico di Zurigo (ETH Zurich), per arricchire l’offerta di robot autonomi mobili di ABB con tecnologie di intelligenza artificiale (IA) e mappatura con visione 3D. Grazie a questa tecnologia, i robot mobili saranno in grado di muoversi autonomamente in ambienti dinamici complessi, all’aperto e al chiuso, a stretto contatto con le persone.

Sevensense è stata scelta dopo aver partecipato alla ABB Robotics Innovation Challenge 2021, un concorso che valutava le prestazioni di diverse soluzioni Slam (Simultaneous Localization and Mapping) proposte da aziende tecnologiche di tutto il mondo.

La partnership segna un altro passo importante nella strategia di ABB per lo sviluppo della prossima generazione di automazione flessibile e l’ampliamento dell’offerta di robotica e automazione, dopo l’acquisizione di Asti Mobile Robotics, leader nella produzione di AMR, annunciata a luglio 2021. La partnership prevede l’investimento in una quota di minoranza di Sevensense da parte dell’unità di venture capital di ABB, ABB Technology Ventures, che dovrebbe essere finalizzato entro novembre 2021.

“Nella nostra visione del luogo di lavoro del futuro, gli AMR sposteranno materiali, parti e prodotti finiti fra stazioni intelligenti all’interno di ambienti di lavoro dinamici sempre più destrutturati; la partnership con Sevensense è un passo importante verso la realizzazione di questa visione”, dichiara in una nota Sami Atiya, Presidente di ABB Robotics & Discrete Automation.

Interazioni più sicure fra persone e macchine

La tecnologia di navigazione di Sevensense sfrutta visione artificiale avanzata e algoritmi IA per creare una mappa 3D più accurata rispetto alle attuali soluzioni 2D, mettendo così a disposizione funzionalità di navigazione superiori e soluzioni a costi più vantaggiosi rispetto alla navigazione guidata da scanner laser.

Un robot AMR dotato di tecnologia Slam 3D sarà in grado di interpretare accuratamente l’ambiente circostante, individuare la presenza di persone, pallet o altri robot, e decidere in modo autonomo come aggirare questi ostacoli. Questo livello di intelligenza consentirà interazioni più sicure fra persone e macchine e garantirà la sicurezza e l’efficienza dei flussi di materiali all’interno di fabbriche e magazzini, per massimizzare la flessibilità e la produttività.

ABB integrerà la tecnologia software e hardware di Sevensense nella propria offerta AMR, con progetti pilota presso alcuni clienti già programmati nel 2022.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Daniela Garbillo

Giornalista pubblicista con 30 anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie innovative alle energie rinnovabili, dall'occhialeria al beauty, all'architettura. All'attivo anche importanti esperienze in comunicazione, organizzazione di eventi e marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.