Škoda Auto testa una rete privata 5G per il passaggio verso la Smart Factory

Škoda Auto, in collaborazione con Vodafone, ha avviato un progetto pilota che prevede il lancio di una rete privata 5G presso il suo stabilimento di Mladá Boleslav, per testare e sviluppare ulteriormente questa tecnologia in condizioni reali.

Nel corso del progetto, infatti, Škoda testerà il 5G nelle operazioni quotidiane e valuterà anche gli usi futuri di questa tecnologia, per raggiungere una maggiore efficienza e flessibilità.

La rete di ricerca 5G consente di trasmettere localmente i dati in modo sicuro e in tempo reale. La soluzione utilizza la tecnologia 5G Standalone (SA), ed è una delle prime implementazioni commerciali SA 5G in Repubblica Ceca.

La rete Škoda utilizza uno spettro di frequenza privato, unico per l’intera azienda, che consente una trasmissione dati wireless affidabile e garantisce una larghezza di banda sufficiente anche in caso di impegno elevato.

Grazie al 5G, la latenza – il tempo necessario per trasmettere i dati a sensori, macchine, veicoli o altri dispositivi– , scende fino a pochi millisecondi. Questo rende la tecnologia 5G molto più veloce della WLAN o di altre tecnologie di comunicazione wireless.

Il progetto rappresenta per Škoda una pietra miliare del suo percorso verso la Smart Factory: la rete 5G apre infatti la strada all’applicazione di nuove tecnologie che ruotano intorno a questo concetto di fabbrica, per esempio nei settori dell’Industria 4.0, dell’Intelligenza Artificiale e dei dati condivisi.

Il passo successivo sarà il caricamento dei dati sui veicoli finiti tramite il 5G. Un altro campo di applicazione è il collegamento in rete wireless intelligente di robot e strumenti di assemblaggio.

“Lo standard 5G offre nuove possibilità per il trasporto autonomo nella logistica, per la realtà aumentata nella produzione e in molte altre applicazioni”, commenta Michael Oeljeklaus, Membro del Board di Škoda Auto per Produzione e Logistica.

“Un esempio importante è l’applicazione ‘Fata Morgana’, che consente il supporto remoto tra esperti di manutenzione e tecnici, anche in due diversi continenti, grazie alla creazione in tempo reale di un gemello digitale, utilizzando oggetti 3D in realtà aumentata. Questa tecnologia necessita del flusso di dati molto più veloce e della minore latenza permesse dalla connettività 5G. Gli occhiali Microsoft HoloLens 2 migliorano inoltre l’efficienza del gemello digitale dell’area scansionata”, aggiunge.

Škoda Auto ha integrato la rete privata 5G nelle reti dati esistenti per garantire la necessaria sicurezza dei dati e acquisire esperienza nell’implementazione di questa nuova tecnologia, che sarà presto estesa a tutti i settori della produzione e della logistica. In futuro sarà utilizzata per il trasporto autonomo dei veicoli e per la manutenzione predittiva e sarà testata in combinazione con diversi dispositivi presso il FabLab Škoda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.