AI collaborativa e competitiva: la tecnologia in cerca di etica

L’Artificial intelligence ha bisogno di regole basate anche su valori e scelte etiche. Chi decide i principi da inserire in una tecnologia? E se viene usata per competere con gli altri, e quindi prevalere sugli altri?

Continua a leggere

Reti neurali per consumare meno, ecco come ABB utilizza l’intelligenza artificiale per rivoluzionare la gestione dell’energia nelle aziende

Nuove soluzioni di Artificial intelligence create da ABB e Verdigris Technologies ottimizzano i consumi energetici, tagliano gli sprechi, consentono risparmi sulla bolletta di edifici e aziende

Continua a leggere

L’Intelligenza artificiale segnerà la fine del capitalismo?

Che cosa ci aspetta nel 2050? Quali strade prenderà l’innovazione e quali saranno gli impatti sulla società? Possibile che l’Intelligenza Artificiale si trasformi nell’arma che porrà fine al capitalismo, come immagina Feng Xiang? Le analisi di Cristina Pozzi in ‘Benvenuti nel 2050’ e quelle di Alessandro Giaume e Ivan Ortenzi nel volume ‘Intelligenza artificiale’.

Continua a leggere

Il rinascimento dell’Italia? Passa anche dall’Intelligenza Artificiale. Ecco la strategia italiana disegnata dagli esperti

Le ‘Proposte per una strategia italiana per l’Intelligenza Artificiale’ elaborate dal gruppo di 30 esperti nominati dal Ministero dello Sviluppo Economico tracciano la strada da seguire perché l’Italia possa cogliere i vantaggi offerti dall’Intelligenza Artificiale. Il documento sostiene una visione antropocentrica dello sviluppo tecnologico, evidenzia opportunità e rischi dell’AI, le aree di applicazione prioritarie, le regole e le tutele da stabilire.

Continua a leggere

Intelligenza artificiale, un grande affare per chi la sa usare, ma servono politiche adeguate

Il punto della situazione sulle opportunità aperte dall’AI nel nuovo Report dell’OCSE ‘Artificial Intelligence in Society’. I vantaggi economici per le imprese spiegati da segretario generale Angel Gurría

Continua a leggere

Il guru dell’Intelligenza artificiale Jim Spohrer (Ibm): “Il futuro è dell’open source”

Il direttore del dipartimento Cognitive OpenTech di Ibm al Politecnico di Milano: “Per l’AI occorre sfruttare le risorse in rete e le idee migliori da realizzare”. L’intelligenza artificiale rischia di ampliare il divario tra i Paesi: le nazioni leader potrebbero acquisire ulteriori e importanti benefici economici rispetto a oggi.

Continua a leggere

Intelligenza artificiale, l’UE detta le regole e muove i primi passi concreti

Presentate a Bruxelles le linee guida etiche che serviranno a promuovere un’Intelligenza Artificiale “meritevole di fiducia” (Trustworthy). Quattro i requisiti fondamentali: rispetto dell’autonomia umana, prevenzione del danno, equità ed esplicabilità dei sistemi, del loro funzionamento, dei loro effetti. Un primo progetto pilota partirà quest’estate.

Continua a leggere

Pin It on Pinterest