Il rapporto Ocse sull’Italia: prospettive economiche mai così favorevoli, ma bisogna puntare sulle riforme

L’Italia è in condizione di poter migliorare le proprie prospettive di crescita a breve e lungo termine, ma c’è molto lavoro da fare sulle riforme: è quanto emerge dal Rapporto “Studi Economici: Italia 2021” dell’Ocse, che analizza gli effetti della pandemia sull’economia italiana, i freni che hanno limitato la crescita in passato e che potrebbero rischiare di minare la crescita futura. Per garantire una crescita sostenibile – sottolinea il rapporto – occorre puntare sulle riforme, soprattutto su quelle chiave come la riforma della Pubblica Amministrazione, della Giustizia, della Spesa Pubblica e del Fisco.

Continua a leggere

L’Ocse: “PMI colpite duramente dalla pandemia, ma fondamentali per crescita e innovazione: i Governi riducano i fattori di rischio”

Il rapporto dell’Ocse “SME and Entrepreneurship Outlook 2021” sottolinea che i sostegni messi in campo dai governi a favore delle PMI per fronteggiare la crisi provocata dalla pandemia si sono rilevati cruciali per la sopravvivenza delle PMI. Nonostante i segnali positivi e di ripresa che si stanno registrando, il supporto pubblico resta fondamentale per evitare che aumentino le disuguaglianze preesistenti.

Continua a leggere

L’OCSE rivede in positivo le stime di crescita per il 2021, ma avverte: “La ripresa dipenderà dai vaccini”

L’OCSE rivede in positivo le stime di crescita del PIL mondiale (+5,6% nel 2021 e +4% nel 2022), ma avverte che la ripresa dipenderà dalla velocità delle campagne vaccinali e dalla capacità dei governi di rimodulare i sostegni finanziari verso i settori e le imprese più colpiti e di attuare le riforme necessarie sia per mitigare gli effetti della pandemia che per garantire una ripresa nell’ottica della resilienza e della sostenibilità.

Continua a leggere

La nuova rivoluzione industriale: quali implicazioni per società, governi e imprese?

“La resilienza e la prosperità saranno più propense in paesi che adottano politiche orientate al futuro, con istituzioni funzionanti, cittadini più istruiti e informati e capacità tecnologiche essenziali in diversi settori”. Il rapporto OCSE su Industria 4.0.

Continua a leggere