Due stampanti e un materiale in lega d’alluminio: 3D Systems lancia le sue novità al Formnext di Francoforte

L’azienda statunitense 3D Systems ha presentato oggi al Formnext di Francoforte le stampanti in metallo DMP Flex 350 e DMP Factory 350. Le due nuove unità sono state progettate per la produzione in serie di componenti critici per applicazioni industriali come quelle aerospaziali, sanitarie e dei trasporti. Inoltre l’azienda ha introdotto un nuovo materiale in lega di alluminio – LaserForm AISiMg0.6(A) ideato per costruire parti robuste e leggere senza richiedere la fusione.

La piattaforma DMP 350 di 3D Systems

Basandosi sulle recenti soluzioni scalabili per la produzione additiva di parti in metallo, tra cui il DMP Factory 500, sviluppato congiuntamente con GF Machining Solutions, le nuove unità DMP Flex 350 e DMP Factory 350 sono state progettate per una produzione affidabile e ripetibile di parti metalliche. La piattaforma DMP di 3D Systems è ideata in modo che i clienti possano passare dal modello Flex a quello Factory man mano che le loro esigenze produttive evolvono e crescono.

Il modello DMP Flex 350, successore della stampante 3D in metallo ProX DMP 320, consente una produzione più efficiente di parti metalliche pure e molto dense; include una migliore tecnologia di flusso del gas per una qualità più costante delle parti in tutta l’area di costruzione. Inoltre, la maggiore produttività di stampa di DMP Flex 350, pari al 15% in più rispetto al modello precedente, permette tempi di commercializzazione più veloci con costi operativi totali inferiori.


DMP Factory 350 con Integrated Powder Management

Per una maggiore facilità d’uso in ambienti di produzione esigenti, è possibile il potenziamento in sito di DMP Flex 350 a DMP Factory 350. Quest’ultimo modello abbina le caratteristiche e i vantaggi del Flex con il modulo integrato di gestione delle polveri. Un pannello di visualizzazione all’interno dell’unità consente l’ispezione visiva del setaccio a ultrasuoni per garantire un funzionamento senza inconvenienti. DMP Factory 350 include il monitoraggio del processo in tempo reale tramite DMP Monitoring di 3D Systems e consente ai clienti di analizzare e ottimizzare i parametri per ottenere parti finali di qualità superiore. Sia DMP Flex 350 che DMP Factory 350 sono integrate con3DXpert 14 di 3D Systems, l’unica soluzione software integrata all-in-one per l’intero flusso di produzione additiva in metallo.

I modelli DMP Flex 350 e DMP Factory 350 di 3D Systems saranno disponibili entro la seconda parte del quarto trimestre del 2018. Il prezzo iniziale è di 575,000 dollari /504.528 euro per DMP Flex 350 e di 763,000 dollari / 669.487 euro per DMP Factory 350.

Il caso di Sharon Tuvia

Sharon Tuvia, azienda israeliana fornitrice di servizi completi di parti metalliche di precisione fabbricate con metodi di produzione sia sottrattiva che additiva, intende utilizzare DMP Flex 350 per produrre staffe per l’industria aerospaziale e parti per satelliti commerciali con ottimizzazione topologica. Sharon Tuvia ha scelto la soluzione completa DMP Flex 350, composta da stampante 3D in metallo, software e materiale, per produrre parti finali in titanio di eccellente qualità.

Questo include il software 3DXpert di 3D System che consolida numerose soluzioni software in un’unica soluzione integrata, aiutando l’azienda israeliana a ridurre tutto il processo progettazione-produzione: “Abbiamo testato le parti in titanio prodotte con DMP Flex 350 con una serie di impegnative prove esterne, tra cui allungamento, sollecitazione, fatica, analisi della microstruttura – ha detto Ronen Sharon, CEO di Sharon Tuvia -. Le parti in titanio LaserForm sono state realizzate in modo ineccepibile. In particolare, i risultati sono stati straordinari quando abbiamo verificato la mancanza della cosiddetta fusione incompleta, un difetto che si riscontra nella maggior parte dei pezzi prodotti utilizzando tecnologie di stampa 3D in metallo. Quando abbiamo testato le parti in titanio prodotte da DMP Flex 350 di 3D Systems, non abbiamo individuato alcuna mancanza di fusione”.

Nuovo materiale in lega di alluminio

LaserForm AlSi7Mg0.6 (A) è un nuovo materiale in lega di alluminio progettato per produrre, senza necessità di fonderia, parti leggere e resistenti, facendone la scelta ideale per parti che consentono una migliore efficienza energetica per il trasporto e per altre applicazioni sensibili al peso. Inoltre, la resistenza alla corrosione, l’elevata conducibilità termica e la duttilità elettrica del materiale, così come una buona saldabilità sono caratteristiche adatte ad applicazioni quali alloggiamenti, inserti per stampi, giranti e scambiatori di calore. Questo nuovo materiale in lega di alluminio è compatibile sia con DMP Flex che con DMP Factory 350.

“Al Formnext 2017 avevo annunciato l’intenzione di 3D Systems di portare la stampa 3D in fabbrica con una nuova generazione di soluzioni di produzione additiva –  ha dichiarato Vyomesh Joshi, presidente e amministratore delegato di 3D Systems -. Oggi sono lieto di annunciare che nell’ultimo anno abbiamo introdotto sul mercato una gamma senza pari di stampanti 3D per plastica e metalli, di materiali e di software, mettendo in opera una ottimizzazione dei flussi di lavoro che si traduce in innovazioni di progetto e riduzione dei costi. Le innovazioni che annunciamo oggi – DMP Flex 350, DMP Factory 350, nonché il materiale LaserForm – confermano l’impegno di 3D Systems nel porre al primo posto il cliente con soluzioni atte a guidare la trasformazione della manifattura”.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 196 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest