Macchine utensili, l’Europa cresce e conquista quote di mercato, ma all’orizzonte si vedono le prime nuvole

Il mercato mondiale delle macchine utensili è in buona salute e crescerà, nel 2018, del 3,6% raggiungendo quota 81,9 miliardi di euro, grazie, in buona parte, a un commercio internazionale solido e sostenuto.

Meglio ancora farà l’Europa: dopo il +7% registrato nel 2017, secondo i dati resi noti dal CECIMO, la federazione delle 15 più rappresentative associazioni europee dei costruttori macchine utensili, il mercato europeo farà registrare una nuovo aumento ancora più sostenuto: +8% nel 2018. Il fatturato complessivo del comparto toccherà quota 27,8 miliardi di euro e la quota di mercato dell’Europa passerà dal 33% al 34%.

I principali mercati di destinazione delle macchine dell’area rappresentata da CECIMO sono Cina (27% delle esportazioni extra-CECIMO), Stati Uniti (18%), Polonia (8%) e Messico (5%).


2019 a tinte fosche

Le prospettive per il 2019, tuttavia, sono meno rosee, soprattutto a causa della crisi del commercio internazionale.

A livello globale si prevede un rallentamento della crescita, che passerà dal 3,6% del 2018 al 3,2% nel 2019. Questo sarà dovuto al fatto che la produzione dei settori clienti delle macchine utensili dovrebbe crescere nel 2019 solo del 3,1%, contro il 5% di quest’anno.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 873 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest