Con la nomina di Enrico Pisino,  alla carica di amministratore delegato entra nella fase operativa il Competence Industry Manufacturing 4.0, il centro di competenza piemontese che si svilupperà sui temi della manifattura avanzata nei settori automotive e aerospazio.

Pisino ha sviluppato importanti esperienze nel ruolo di Direttore della Ricerca & Innovazione di Fiat Chrysler Automobiles per la Regione EMEA ed è Presidente del Cluster Tecnologico Nazionale “Trasporti Italia 2020”.

“Oggi di fatto il Centro di Competenza dell’Industria 4.0 dà il via ai lavori – ha detto Pisino -. Si parte con un Team di Aziende e Accademie di assoluto valore, compatto e determinato. Metteremo le persone e le competenze al centro e svilupperemo non solo le attività del Piano nei modi e nei tempi stabiliti ma anche tutte le azioni necessarie per eccellere a livello internazionale e per supportare lo sviluppo dell’ecosistema e dell’industria Piemontese e Nazionale. I presupposti sono buoni ma abbiamo bisogno del supporto di tutti, dei privati, delle accademie, delle Istituzioni e della politica per trasformare in realtà il Piano e le buone idee”.


Dopo la nomina dell’amministratore delegato, che è stata decisa nel corso dell’ultima assemblea, svoltasi presso l’Unione Industriale di Torino, le aziende partner del Competence Center si organizzeranno nelle prossime settimane per filiere produttive e definiranno ulteriori 6 componenti del CdA, che risulterà così pienamente operativo.  

Fino: “Pronti per l’avvio dei lavori”

“Siamo finalmente pronti per dare l’avvio ai lavori” – ha dichiarato Paolo Fino (Politecnico di Torino), Presidente del Competence Center – e la figura individuata come Amministratore Delegato saprà dare certamente la spinta necessaria per affrontare le sfide che dovremo sostenere. Le competenze specifiche di Enrico Pisino saranno utilissime per curare la interazione tra gli Atenei e le aziende”. 


La nomina dell’amministratore delegato, infatti, permetterà di iniziare a definire le strategie e le attività del Centro, come ha ricordato il vicepresidente, Marcello Baricco (Università degli Studi di Torino), mentre Dario Gallina (Presidente dell’Unione Industriale), membro indipendente del CdA di CIM 4.0, ha sottolineato “l’altissimo livello della squadra”.

Il centro di competenza piemontese finanziato con 10,5 milioni di euro dal Ministero dello Sviluppo Economico, cui si aggiungeranno altri finanziamenti da parte delle imprese partecipanti, metterà a disposizione “linee pilota” innovative per diverse tecnologie manifatturiere e costituirà un punto di riferimento in tutti gli ambiti ad esse collegati (come Big Data, Internet of Things, robotica, fotonica, cybersecurity, nuovi materiali, efficientamento energetico dei processi) inclusa l’organizzazione del lavoro e della produzione.

Qui una intervista che avevamo realizzato poche settimane fa proprio con il professor Paolo Fino.

 

Fabrizio Cerignale

Giornalista professionista, con in tasca un vecchio diploma da perito elettronico. Free lance e mobile journalist per vocazione, collabora da oltre trent’anni con agenzie di stampa e quotidiani, televisioni e siti web, realizzando, articoli, video, reportage fotografici. Giornalista generalista ma con una grande passione per la tecnologia a 360 gradi, da quella quotidiana, che aiuta a vivere meglio, alla robotica all’automazione.

    Fabrizio Cerignale ha 307 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Fabrizio Cerignale

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Pin It on Pinterest