Schneider Electric entra nella Cybersecurity Coalition

Rendere più sicura l’economia digitale e aumentare la fiducia nei suoi confronti. Con questo obiettivo Schneider Electric ha annunciato il proprio ingresso nella Cybersecurity Coalition, un’organizzazione con sede a Washington che monitora e affronta le interazioni tra enti governativi, ricercatori e fornitori di tecnologia.

Unendosi alla coalizione, Schneider Electric riafferma il suo impegno ad essere aperta, trasparente e collaborativa – per poter meglio individuare, prevenire le minacce digitali e offrire delle risposte.

La Cybersecurity Coalition è formata, oltre che da Schneider Electric, da Arbor Networks, AT&T, CA Technologies, Cisco, Citrix, Cybereason, Intel, McAfee, Mozilla, Palo Alto Networks, Rapid7, Red Hat, Symantec e Tenable.


Queste aziende si propongono di supportare i policy maker pubblici nello sviluppo di soluzioni su cui vi sia consenso, che:

  • promuovano un ecosistema di cybersecurity attivo e robusto;
  • supportino lo sviluppo e l’adozione di innovazioni nel settore;
  • incoraggino organizzazioni di ogni dimensione a migliorare la loro cybersecurity.

“Entrare nella Coalition dimostra che Schneider Electric prende sul serio le sfide della cybersecurity e ci impegniamo a giocare un ruolo di primo piano nello sviluppo di soluzioni. Partecipando, abbiamo un posto a un tavolo intorno a cui si possono avviare conversazioni aperte, trasparenti e sicure – per accrescere l’adozione di policy e normative cybersecurity a vantaggio dei nostri clienti, partner e di tutti gli stakeholder – comprese le comunità in cui operiamo” ha detto Hervé Coureil, Chief Digital Officer, Schneider Electric

Come membro della Coalition, Schneider Electric esplorerà nuove metodologie e aiuterà a migliorare il modo in cui agenzie e enti regolatori pubblici, enti di standardizzazione internazionale, ricercatori in ambito security, vendor, partner e clienti lavorano insieme per affrontare i rischi della cybersecurity.

“Schneider Electric condivide le priorità della Coalition ed entrando a farne parte rafforziamo il nostro impegno a collaborare con i leader di settore, che hanno le tecnologie, l’esperienza e le competenze particolari necessarie per proteggere l’economia digitale” ha detto Christophe Blassiau, Chief Information Security Officer, Schneider Electric. “Lavorando con il nostro ecosistema globale di partner, continueremo a sviluppare sicurezza a livello enterprise e cybersecurity, nella convergenza tra IT e OT. Noi abbiamo adottato una strategia di Cybersecurity by Design, che si allinea al Framework di Cybersecurity NIST, ma non solo: la nostra piattaforma abilitata dall’IoT EcoStruxure™ offre ai nostri clienti soluzioni di cybersecurity end-to-end e servizi per proteggere un vasto ecosistema digitale.”

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 959 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest