Un progetto nato dalla collaborazione tra Università di Parma e CNA Reggio Emilia e grazie al sostegno delle aziende, tra cui Siemens, Reco e Ceire. Il dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’ateneo emiliano avrà un nuovo laboratorio di meccatronica. L’iniziativa è stata lanciata nel corso della fiera SPS Italia 2019 e partirà a settembre con l’avvio del nuovo anno accademico.

L’obiettivo del nuovo laboratorio meccatronico

Focus su Industria 4.0: con un approccio pratico e concreto il laboratorio si pone l’obiettivo di sviluppare le attività didattiche per gli studenti e i docenti, ma anche di offrire alle aziende una location per lavorare su attività di formazione e trasferimento tecnologico, secondo i paradigmi 4.0.

Per questo il progetto ha raccolto l’entusiasmo delle aziende. Reco e il consorzio Ceire hanno contribuito economicamente insieme a CNA, mentre Siemens ha fornito i materiali tecnologici indispensabili per il laboratorio e parteciperà anche alle attività di formazione specialistica dedicate ad allievi e imprese.


Tra gli obiettivi, ovviamente, anche facilitare i giovani nell’approccio al mondo del lavoro, fornendo loro le competenze tecniche necessarie per aumentare le proprie opportunità di inserimento: “La formazione accademica degli ingegneri ha bisogno più che in passato di un rapporto stretto e vitale con l’industria e il mondo produttivo”, ha riflettuto Roberto Menozzi, docente di Elettronica all’Università di Parma.

Le tecnologie

Come spiegato nel corso della conferenza stampa a SPS Italia 2019, si punterà sull’importanza dell’integrazione dei sistemi con un approccio pratico e concreto. Particolarmente rilevante sarà il lavoro dedicato alla programmazione PLC, base e avanzata, per lo sviluppo di applicazioni, ma anche alla progettazione di human-machine interface, sensori intelligenti e funzioni motion e safety.


Il laboratorio di meccatronica sarà accessibile e gratuito per tutti gli studenti del Dipartimento di Ingegneria e Architettura a partire da settembre 2019: “Stiamo lavorando per avvicinare alta formazione e imprese, snodo fondamentale per lo sviluppo dei sistemi produttivi locali”, ha commentato Azio Sezzi, direttore generale di CNA Reggio Emilia.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

    Nicoletta Pisanu ha 567 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Pin It on Pinterest