Il futuro della comunicazione industriale dal Time Sensitive Networking al 5G

Si terrà il prossimo 29 ottobre 2019 al Politecnico di Milano una giornata di studio organizzata da ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per L’Automazione, dedicata al tema “Il futuro della comunicazione industriale dal Time Sensitive Networking al 5G”. L’evento gode del patrocinio di SIRI (l’associazione di robotica industriale), ANIE Automazione e Politecnico di Milano e annovera tra i main sponsor B&R e SPS Italia.

Il contesto

La pressante richiesta da parte delle aziende manifatturiere di una maggiore trasparenza delle comunicazioni di fabbrica ha già portato negli anni Duemila allo sviluppo di diverse soluzioni di comunicazione industriale basate su Ethernet. La rapidità con la quale fabbriche e impianti stanno abbracciando il paradigma della digital transformation rende però oggi necessario lo sviluppo di reti più performanti e interoperabili che siano in grado di supportare il “dato” nel suo viaggio dalla sorgente ai sistemi gestionali, dal campo al cloud.

TSN

Partendo dal livello infrastrutturale si spiegherà che cosa sono e a che cosa servono le reti di tipo TSN (Time Sensitive Networking) e in che cosa differiscono dalle “normali” reti Ethernet. Si offrirà quindi una panoramica dei percorsi di standardizzazione in atto evidenziando come i diversi protocolli di comunicazione industriale ethernet-based esistenti si stanno preparando a funzionare anche sulle reti TSN.

Si parlerà poi più specificamente di OPC Unified Architecture (OPC UA) nella sua versione Pub-Sub su TSN che consente di far parlare in tempo reale macchine e isole governate da PLC di costruttori diversi. Si presenterà anche l’iniziativa OPC UA FLC che spingerà ancora oltre le potenzialità di questa tecnologia, permettendo di realizzare applicazioni hard real-time come motion control e controllo della sicurezza.

5G

Ma nel futuro dell’industrial networking non c’è solo l’evoluzione della comunicazione cablata. L’avvento del 5G già nella sua attuale release 15 e ancor più nella release 16 di prossima standardizzazione (marzo 2020) permette, oltre che di migliorare le attuali applicazioni che già sfruttano le reti 3G e 4G, di consentire per la prima volta l’effettivo impiego di tecnologie senza fili in applicazioni di controllo industriale senza rinunce in termini di affidabilità e performance.


La giornata di studio si propone di affrontare questi temi ed offrire un momento di incontro tra attori del mondo delle infrastrutture e dei relativi servizi associati, rappresentanti delle realtà universitarie e industriali che stanno già portando avanti con successo applicazioni sperimentali.

Chi volesse partecipare illustrando la propria esperienza è pregato di contattare i coordinatori o inviare un sommario sintetico entro il 31 luglio 2019 a uno dei coordinatori della giornata (Franco Canna e Enzo Birindelli).


Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 1014 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest