L’intelligenza artificiale al servizio della security: Darktrace lancia Cyber AI Analyst

Darktrace, azienda che si occupa di intelligenza artificiale per la cyber defense, annuncia il lancio di Cyber AI Analyst, una nuova tecnologia che emula i processi del pensiero umano per investigare in maniera continuativa le minacce informatiche machine-speed. I primi utenti di questa tecnologia, che presenta il potenziale per rivoluzionare il settore della sicurezza, hanno riportato una riduzione del 92% del tempo necessario per indagare sulle minacce e fornire soluzioni ai responsabili aziendali.

La tecnologia di Cyber AI Analyst

Questa innovazione è il risultato di oltre tre anni di ricerca presso il Centro Ricerca & Sviluppo di Darktrace a Cambridge, nel Regno Unito. Attraverso l’utilizzo di varie forme di machine learning, tra cui l’apprendimento non supervisionato, supervisionato e il deep learning, la tecnologia ha appreso l’intuizione umana e le tecniche di oltre 100 analisti informatici di livello mondiale attraverso migliaia di implementazioni da parte dei clienti.

In genere, un analista umano spende circa da mezz’ora a mezza giornata per indagare su un singolo incidente di sicurezza sospetto, ricercando modelli, formulando ipotesi e giungendo a conclusioni su come mitigare la minaccia e condividendone poi i risultati con il resto dell’azienda. Il Cyber AI Analyst di Darktrace accelera questo processo, conducendo indagini continue in background e operando a una velocità maggiore e su scala superiore rispetto alle capacità umane.

Gli obiettivi

“Il Cyber AI Analyst di Darktrace presenta le informazioni di sicurezza in un format elegante e intuitivo e con rapidità – ha commentato Chris Kissel, Research Director di IDC -. Indagando automaticamente gli eventi di sicurezza, l’AI Analyst aiuta a ridurre il rumore di fondo più di qualsiasi altra tecnologia. Si tratta di uno sviluppo importante per il settore della sicurezza”.

“Questa soluzione offre al mio team esattamente gli insight sulla sicurezza che ha bisogno di avere a portata di mano – ha commentato Dan McNamara, CTO di Medreview -. Automatizzare il più possibile la risposta agli incidenti è l’obiettivo cui aspirare. Ecco perché l’AI Analyst rappresenta il naturale passo successivo oltre che una chiara evoluzione della piattaforma Darktrace”.

Imparando dalle milioni di interazioni tra gli analisti esperti di Darktrace e dalle rivelazioni dell’Enterprise Immune System, il fiore all’occhiello di Darktrace per il rilevamento delle minacce, il Cyber AI Analyst combina l’esperienza umana con la coerenza, la velocità e la scalabilità dell’intelligenza artificiale. La capacità dell’IA di indagare ogni possibilità, creare connessioni tra eventi apparentemente distinti e gettare luce rapidamente sull’intera portata di un incidente di sicurezza riduce drasticamente il “time to meaning” e consente ai team di sicurezza di risparmiare una notevole quantità di tempo.

“L’onere di indagare sulle minacce ricade in genere sulle spalle di un numero ristretto di professionisti di sicurezza esperti – ha commentato Mike Beck, Global Head of Threat Analysis, Darktrace -. Con Cyber AI Analyst, i team di sicurezza possono affidarsi all’IA per investigare centinaia di minacce contemporaneamente, consentendo agli analisti di focalizzarsi sulle attività più strategiche”.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

    Nicoletta Pisanu ha 612 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Pin It on Pinterest