GE Historian, uno dei più diffusi e rinomati software per la memorizzazione e l’analisi dei dati storici di produzione, distribuito e supportato in Italia da ServiTecno, è ora disponibile anche in modalità as-a-service o pay-per-use, che prevede la sottoscrizione di un abbonamento annuale, invece dell’acquisizione della licenza permanente, con un canone che dipende dal numero di dati effettivamente visualizzati.

Come funziona

Normalmente il costo di una licenza permanente di uno storicizzatore è funzione delle variabili (tag) che si intende controllare.

La licenza annuale di Historian offre invece sin da subito il massimo livello di potenzialità (ben 500.000 tag e 105 accessi Client). La tariffa è composta da una quota fissa e da una quota variabile che sarà fatturata a consuntivo, alla fine dell’anno, e che è funzione delle “tag” effettivamente visualizzate. Se per esempio si inseriscono a sistema 100.000 tag, ma poi se ne utilizzano effettivamente solo 10.000, si pagherà solo per queste 10.000.

Il canone, inoltre, include nel prezzo l’accesso all’Acceleration Program, che prevede la possibilità di aggiornare il software alle nuove release e l’accesso al servizio tecnico di GE Digital.

I vantaggi

Scegliere questa nuova modalità di fruizione del software permette di ridurre significativamente l’impatto dell’esborso iniziale richiesto, consente di spostare il costo dalle spese in conto capitale (CapEx) alle spese operative (OpEx), di fruire degli aggiornamenti alle nuove versioni del software e di accedere al supporto tecnico senza limiti per tutta la durata della licenza.

Ma scegliere il nuovo modello permette anche di lavorare con estrema flessibilità. Per esempio si potrà scegliere di partire con la memorizzazione di tutte le tag potenzialmente interessanti per decidere in seguito quali di queste può aver senso continuare a monitorare.

Inoltre l’utente avrà comunque, in qualsiasi momento, la possibilità di cambiare da licenza annuale a licenza permanente versando la differenza di prezzo. In questo caso, la quota annuale versata ma non ancora fruita sarà scontata dal costo della licenza.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 1079 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest