Amd annuncia l’acquisizione di Xilinx e mira a posizionarsi come leader nell’High Performance Computing

Amd ha annunciato l'acquisizione di Xilinx, con un investimento di 35 miliardi di dollari.

Amd, specialista in tecnologie di calcolo, grafica e visualizzazione ad alte prestazioni, ha annunciato l’acquisizione di Xilinx, società che opera nello sviluppo di piattaforme di elaborazione altamente flessibili e adattabili.

Con questa mossa, per la quale sono stati investiti 35 miliardi di dollari, Amd mira ad ampliare la sua offerta di prodotti e il suo portfolio di clienti, affermandosi come azienda leader nel settore dell’High Performance Computing e intensificando la pressione sul concorrente Intel.

L’accordo, che dovrebbe concludersi alla fine del 2021, porterà alla creazione di un nuovo gruppo, che potrà contare su 13.000 ingegneri e su un investimento annuale in ricerca e sviluppo di oltre 2.7 miliardi di dollari. L’approccio del gruppo sarà basato su una strategia di produzione completamente esternalizzata che si appoggia fortemente sulla capacità produttiva di Taiwan Semiconductor Manufacturing Company, con la quale le due aziende collaborano da tempo.

I dettagli dell’accordo

Secondo l’accordo, la nuova compagnia verrebbe guidata da Lisa Su, amministratore delegato di Amd dal 2014. Victor Peng, Presidente e CEO di Xilinx, si unirebbe a Amd come Presidente responsabile del business Xilinx e delle iniziative di crescita strategica.

“La nostra acquisizione di Xilinx segna la prossima tappa del nostro viaggio verso l’affermazione di Amd come leader nel settore del High Performance Computing e partner di scelta per le più grandi e importanti aziende tecnologiche del mondo. Combinando i nostri team di ingegneri di livello mondiale e la nostra profonda esperienza nel settore, creeremo un’azienda leader, con la visione, il talento e la portata per definire il futuro del calcolo ad alte prestazioni”, commenta Lisa Su.

Amd prevede di raggiungere un’efficienza operativa di circa 300 milioni di dollari entro 18 mesi dalla chiusura dell’operazione, basata principalmente sulle sinergie nei costi delle merci vendute, sulle infrastrutture condivise e sulla razionalizzazione delle aree comuni.

“Siamo entusiasti di unirci alla famiglia Amd. Le nostre culture condivise di innovazione, eccellenza e collaborazione ne fanno una combinazione ideale”, commenta Victor Peng.

La transazione, che è stata approvata all’unanimità dai Consigli di Amministrazione di Amd e Xilinx, è soggetta all’approvazione degli azionisti delle due compagnie, ad alcune approvazioni regolamentari e ad altre consuete condizioni di chiusura.

Secondo l’accordo, gli azionisti di Xilinx riceveranno circa 1,27 azioni ordinarie di Amd per ogni azione ordinaria di Xilinx, che verranno valutate 143 dollari ad azione. Ad accordo concluso, gli azionisti di Xilinx possiederanno il 26% della nuova società, mentre gli azionisti di Amd il restante 74%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.