Bilancio positivo per la prima edizione dell’HBK Product Physics Conference

L’HBK Product Physics Conference, il primo evento virtuale organizzato da HBK svoltosi dal 13 al 15 ottobre, ha registrato l’accesso di ben 1.948 utenti. Un successo oltre le aspettative, che ha permesso ai partecipanti di seguire oltre 50 presentazioni sui temi del T&M in ambito di misure meccaniche, elettriche, acustiche e vibrazionali, permettendo non solo di aggiornarsi dal punto di vista tecnico, ma anche di scoprire tutti i vantaggi della recente fusione tra HBM e Brüel & Kjær, leader in questi due settori.

L’Italia è nella top five per numero di adesioni. I partecipanti, provenienti dal settore ingegneristico, energetico, aerospace, high tech, del trasporto ferroviario e dei beni di consumo, hanno espresso numerose dichiarazioni positive. L’ambiente coinvolgente fornito dalla piattaforma di “virtual meeting” allestita da HBK, ha reso possibile una fruizione flessibile dei contenuti, con la possibilità di rivolgere domande in diretta agli esperti intervenuti e di fare networking con gli altri partecipanti.

I “virtual stand” dedicati alle specifiche tematiche, la possibilità di effettuare il download di una grande quantità di materiale informativo (whitepaper, articoli, brochures…), le sale in cui seguire le presentazioni, sono stati definiti non solo realistici come UX (user experience), ma anche molto funzionali. L’HBK Product Physics Conference risulta quindi un bell’esempio di new normal e soprattutto di come HBK sia riuscita a raggiungere con strumenti diversi gli stessi obiettivi che hanno sempre contraddistinto i precedenti eventi dal vivo: l’incontro e il confronto tra professionisti dello stesso settore per la condivisione di competenze ed esperienze anche allo scopo di rendere la conoscenza uno strumento competitivo.

I visitatori hanno dimostrato pari interesse per le soluzioni HBM e per quelle di Brüel & Kjær. I temi che hanno riscosso maggiore interesse sono stati trasversali: dalle prove elettriche alla misura della coppia, dal corretto impiego degli estensimetri – anche in luoghi inaspettati – alle applicazioni di test vibrazionali e di monitoraggio strutturale in tempo reale.

Grande successo ha riscosso lo “stand virtuale” dedicato ai cosiddetti test ripetitivi. Il merito è della nuova applicazione software Tescia di Brüel & Kjær, che permette di effettuare misure in tempo reale utilizzando algoritmi certificati che possono essere applicati a una vasta gamma di test standardizzati. Le sue caratteristiche innovative consentono di effettuare i test senza un hardware dedicato: il tutto può essere svolto utilizzando Microsoft Excel e una interfaccia molto semplice. La soluzione software Tescia è anche l’unica che permette a più persone di osservare e interagire con il test in corso in tempo reale.

L’attenzione generale dei visitatori per le tematiche trattate è testimoniata dall’ampio numero di download di documenti effettuati e dal tempo di permanenza. Fino al 31 dicembre è ancora possibile effettuare l’accesso, registrandosi ex-novo o, per chi ha partecipato, con le credenziali già in possesso.

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.