Tutti i dettagli della tre giorni della HBK Product Physics Conference, l’evento dedicato alle tecnologie di acquisizione

E’ disponibile il programma della HBK Product Physics Conference, l’evento di tre giorni che, dal 13 al 15 ottobre, farà il punto sull’innovazione nel mondo dell’acquisizione dati, del test e della misura. La conferenza, organizzata da HBK- Hottinger Brüel & Kjær, si svolgerà completamente on-line ed è dedicata a tutti coloro che operano nello specifico settore delle indagini strutturali, delle prove e delle analisi i cui aspetti tecnici, normalmente, sono legati a 360 gradi al ciclo di vita di un manufatto: progettazione, produzione, controllo della qualità, manutenzione.

All’evento sono attesi oltre 1.500 partecipanti altamente qualificati da tutto il mondo, con tecnici e professionisti provenienti dal manifatturiero, dall’automotive, dall’aerospaziale, dai trasporti, dalle infrastrutture ecc., professori e accademici di alcune tra le più prestigiose università internazionali, ed esperti di HBK specializzati nelle varie tecnologie delle catene di misura: sensori, trasduttori, estensimetri, amplificatori, sistemi di acquisizione dati, software per indagini strutturali, prove e analisi che afferiscono al mondo delle grandezze fisiche: forza, coppia, vibrazioni, spostamento, potenza, tensioni, correnti, pressione e acustica.

HBK, nata dalla fusione dei due storici marchi HBM e Brüel & Kjær (qui i dettagli della filiale italiana), ha un’offerta che copre qualsiasi tipo di esigenza in ambito di test e misura.

Nonostante l’attuale periodo di emergenza sanitaria legata al Covid-19 abbia impedito di organizzare un evento fisico, HBK ha deciso di non rinunciare ad incontrare la sua comunità di riferimento, optando per un evento di identità globale che fosse accessibile a quanti più utenti possibili. Ciò anche per sottolineare, in un momento come quello che stiamo vivendo, la leadership incontrastata che HBK detiene sui mercati mondiali, nonché la capacità di essere sempre un passo avanti dal punto di vista tecnologico anche nell’incontrare i propri clienti. Per gli organizzatori la scelta del virtuale è stata pressoché naturale, anche dopo il successo ottenuto dalla consociata VI-Grade, leader nel campo delle simulazioni avanzate, la quale ha recentemente organizzato un evento similare riscuotendo un grande consenso di pubblico.

Il programma

13 ottobre – Electric Power Testing

La giornata del 13 ottobre è dedicata al tema EPT (Electric Power Testing), settore in cui HBK risulta un punto di riferimento fondamentale essendo in grado di fornire soluzioni all’avanguardia per attività di test su macchine elettriche, inverter ed elettroniche complesse dedicate al controllo dell’energia, ad esempio nelle industrie automobilistica, dei trasporti e aerospaziale, nonché nei settori manifatturiero e dell’energia. In particolare verrà affrontato l’aspetto del time-to-market: la riduzione dei tempi di ricerca e sviluppo e l’ottimizzazione del controllo di qualità post-produzione come chiave di successo. Saranno presenti i clienti Stanley Black & Decker, FEV e WEMPEC, che racconteranno le loro esperienze, e i partner di HBK Millbrook Revolutionary Engineering ed EOMYS.

14 ottobre – Smart Testing: Applicazioni e Analytics

La seconda giornata del 14 ottobre affronterà l’evoluzione del T&M, con l’obiettivo di dimostrare come conciliare le esigenze di precisione e affidabilità dei risultati con i vincoli di tempo e le risorse a disposizione, una sfida con cui si devono confrontare tutti i tecnici del settore. Verranno analizzate le ultime opportunità offerte dalla tecnologia, come le nuove metodologie di test e analisi che si avvalgono dei paradigmi di Industria 4.0, l’impiego delle tecnologie di comunicazione wireless, le tecniche dei big data, l’intelligenza artificiale e l’imaging, che consentono di raggiungere risultati in modo più veloce, riducendo i rischi. Nel corso della giornata porteranno le loro esperienze Nasa, Bosch, Ruag, Renault, Michelin.

15 ottobre – il mondo dei sensori e dell’elettronica smart

La terza giornata coprirà i temi riguardanti la sensoristica. Sebbene le tecnologie di simulazione abbiano raggiunto un livello molto elevato, i test fisici restano sempre la soluzione più affidabile ed efficace per la verifica sul campo, quindi in condizioni reali, di ciò che è stato progettato e simulato. Chiaramente, per ottenere risultati affidabili è necessario disporre di sensori Best-in-Class. Nel corso della giornata si affronteranno temi legati alla qualità, all’integrazione e alle caratteristiche di usability dei sensori. Tra i testimonial chiamati ad esporre le proprie esperienze vi sarà Tecnomaco, azienda italiana operante nel settore delle macchine confezionatrici per il settore farmaceutico e nutraceutico, che illustrerà il risultato di una recente collaborazione con HBM.

Qui sono disponibili maggiori informazioni e il form per l’iscrizione

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.