A Vercelli l’Innovation Lab di Amazon dedicato a migliorare la sicurezza sul lavoro

Amazon ha presentato il suo Innovation Lab per le attività logistiche in Europa, un laboratorio progettato per migliorare l’esperienza dei dipendenti attraverso lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia che consentono di migliorare ulteriormente la sicurezza sul lavoro.

Le tecnologie sviluppate all’interno del laboratorio fanno seguito all’implementazione di oltre 350.000 Drive Unit robotiche in tutto il mondo. Le Drive Unit mobili, introdotte per la prima volta da Amazon nel 2012 e arrivate in Europa nel 2014, sono oggi largamente presenti negli stabilimenti Amazon e supportano i dipendenti portando loro gli articoli, riducendo così le distanze da percorrere.

Sono stati introdotti anche i palletizer robotizzati per migliorare l’esperienza di lavoro e il benessere dei dipendenti, eliminando la necessità di sollevare pesi e riducendo le mansioni ripetitive. Amazon è ora a lavoro su nuove tecnologie che apporteranno ulteriori miglioramenti per i propri lavoratori.

L’Innovation Lab, situato a Vercelli, sviluppa tutte le ultime innovazioni tecnologiche che Amazon sta studiando per le proprie attività logistiche. Dall’introduzione delle prime tecnologie robotiche circa 10 anni fa, Amazon ha creato oltre un milione di nuove posizioni lavorative in tutto il mondo. In Italia, Amazon conta più di 9.500 dipendenti a tempo indeterminato.

Il laboratorio si occupa di testare e sviluppare le future tecnologie che contribuiranno a migliorare ulteriormente la sicurezza nei centri Amazon in Europa, oltre a offrire supporto ai lavoratori nello svolgimento delle loro mansioni giornaliere.

Le nuove tecnologie includono:

  • Item Sorter: sistema di smistamento di articoli singoli, completamente automatizzato, che riduce l’impegno fisico permettendo all’operatore di non dover ricercare i prodotti all’interno di grandi contenitori.
  • Pallet Mover: grande braccio robotico che elimina la necessità di utilizzare i muletti per la movimentazione dei pallet, e automaticamente sposta vari articoli da una posizione all’altra.
  • Tote Retriever: macchinario che solleva i contenitori di plastica posizionandoli automaticamente sui nastri trasportatori.
  • Veicoli a guida autonoma: Robot di supporto – simili alle Drive Unit Robotiche – che si spostano armoniosamente all’interno del sito portando gli articoli agli operatori, riducendo quindi i loro spostamenti e la necessità di movimentare manualmente i carrelli. Questi macchinari dispongono di sensori di sicurezza e si muovono lungo percorsi predefiniti in modo da evitare interferenze con persone o altri strumenti.
  • Robot Sorter: bracci robotici di minori dimensioni che eliminano le mansioni ripetitive per gli operatori come sollevare, impilare e movimentare i contenitori, consentendo loro di concentrarsi sulle attività che i robot invece non sono in grado di svolgere.

I Veicoli a Guida Autonoma sono già stati introdotti in Italia e sono in fase di implementazione anche in Polonia e nel Regno Unito; i Tote Retriever sono in fase di implementazione in Polonia e nel Regno Unito; gli Item Sorter e i Pallet Mover sono già in uso in Italia, Spagna, Germania, Polonia e Regno Unito; i Robot Sorter sono già presenti in Italia, Spagna, Germania e saranno introdotti in Polonia, Francia e Regno Unito entro la fine dell’anno.

Una volta completata la fase di implementazione, la manutenzione delle nuove tecnologie viene gestita dal team Amazon RME (Reliability, Maintenance, and Engineering) che si occupa di garantire sicurezza costante anche attraverso le sessioni di formazione che coinvolgono tutti i dipendenti del centro nel momento in cui queste innovazioni vengono introdotte.

Stefano Perego, Vice Presidente di Amazon Eu Operations, ha dichiarato: “In Amazon, la salute e la sicurezza dei dipendenti rappresentano la priorità e siamo costantemente impegnati nel migliorare le misure di sicurezza nei nostri centri. Infatti, il nostro obiettivo è diventare il posto di lavoro più sicuro al mondo. Per tale motivo continuiamo a investire in tecnologie e formazione per i nostri lavoratori e, mentre introduciamo nuove tecnologie robotiche al servizio dei nostri dipendenti, continuiamo ad assumere e creare posti di lavoro, supportando le persone e le comunità”.

Perego ha inoltre aggiunto: “Dall’introduzione delle Drive Unit Robotiche di Amazon nei nostri centri logistici europei nel 2012, il numero dei dipendenti è cresciuto in modo significativo e continua a crescere ancora oggi. Questa sinergia perfetta tra persone e tecnologia, in cui le innovazioni introdotte hanno migliorato l’esperienza di lavoro dei dipendenti, rappresenta uno dei maggiori successi della storia di Amazon”.

Stefano La Rovere, Responsabile europeo dell’Advanced Technology di Amazon che guida gli scienziati e gli ingegneri dell’Innovation Lab, ha dichiarato: “Lavoriamo a stretto contatto con esperti di salute e sicurezza, conduciamo migliaia di ispezioni ogni giorno nei nostri centri e abbiamo introdotto numerosi cambiamenti sulla base dei riscontri ricevuti dai lavoratori su come migliorare ulteriormente la loro esperienza di lavoro. Quando implementiamo una nuova tecnologia e iniziamo a formare il nostro personale, il feedback continuo che riceviamo direttamente dai nostri dipendenti ci aiuta a perfezionare e migliorare. Il loro contributo è essenziale per sviluppare la giusta tecnologia a supporto della loro attività”.

“Lavorare con i veicoli a guida autonoma mi permette di svolgere un compito semplice in modo efficace. È un modo nuovo di lavorare che evita di movimentare manualmente i carrelli che si spostano in autonomia da un punto all’altro del centro. Apprezzo il fatto che siano efficienti, silenziosi e che abbiano reso il lavoro più facile. Ma il vero valore aggiunto è la sicurezza, grazie ai sensori che consentono un rapido arresto in caso di ostacoli o interferenze”,  ha dichiarato Alessandra Simeone – Learn and development trainer in Amazon. Il sindaco di Vercelli, Andrea Corsaro, ha commentato: “La Città è veramente orgogliosa di vedere attuato a Vercelli un ulteriore investimento da parte di Amazon con lo sviluppo della ricerca, con nuove tecnologie e al servizio dei dipendenti. Il miglioramento delle condizioni di sicurezza con la creazione del Lab europeo per l’innovazione e gli investimenti per nuove attrezzature evidenziano l’impegno di Amazon per l’individuazione di nuove soluzioni all’avanguardia per un ambiente tale da salvaguardare la salute dei lavoratori. La Città tiene particolarmente alla collaborazione con Amazon che tanto investe sul nostro territorio: siamo veramente lieti di questa eccellenza presso la sede di Vercelli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.