Le soluzioni Analog Devices per la produzione Smart a SPS 2021

Analog Devices torna a SPS 2021, la fiera delle soluzioni smart per la produzione in programma a Norimberga dal 23 al 25 novembre, per presentare il suo portfolio completo di tecnologie all’avanguardia, piattaforme e soluzioni di rilevamento e connettività, incluse quelle derivanti dalla recente acquisizione di Maxim Integrated.

I visitatori degli stand 5.128 e 5.129 potranno assistere a dimostrazioni sulle soluzioni Ethernet complete per la digitalizzazione dell’automazione di processo, il rilevamento magnetico dell’angolo ad alta precisione, il rilevamento della posizione con Time of flight, funzionalità di condition monitoring tramite la piattaforma Galileo, soluzioni avanzate di manutenzione predittiva per motori elettrici.

Una dimostrazione presso lo stand di ADI sarà dedicata alla connettività 10BASE-T1L. ADI Chronous può fornire accesso a nuove informazioni, ridurre il tempo di implementazione del sistema e aumentare l’utilizzo delle risorse con la configurabilità in tempo reale e l’indirizzabilità IP diretta di ogni nodo. Durante la demo verrà mostrata una rete di automazione di processo basata sulla connettività 10BASE-T1L, formata da più strumenti di campo e nodi di sensori collegati a uno switch di campo completo con supporto multiprotocollo. Interagendo live con le funzioni di diagnostica, i visitatori potranno sperimentare come la soluzione di ADI può ridurre i tempi di inattività del sistema e supportare la gestione ottimizzata del traffico con la sua connettività low power e a lunga portata in grado di coprire oltre 1 km.


ADI mostrerà anche la sua ultima tecnologia AMR (Anisotropic Magneto-Resistive – magnetoresistiva anisotropa) in grado di rendere definitivo il passaggio da tecnologia ottica a magnetica. Gli esempi mostrati allo stand faranno apprezzare la semplicità, la robustezza, la precisione e la facilità di implementazione di questa nuova generazione di funzionalità di rilevamento dell’angolo che comprende la risposta alle esigenze di sicurezza cruciali in tutte le applicazioni.

Un’altra dimostrazione illustrerà la più recente offerta ToF di ADI, attraverso un sensore di immagine CMOS da 1 Mpixel che può essere combinato con sistemi di machine vision per la localizzazione di asset, la verifica della posizione nei flussi di produzione e il controllo qualità in linea.

E ancora, presso lo stand verranno mostrate le funzionalità di condition monitoring tramite la piattaforma Galileo. Il condition based monitoring degli asset riduce i tempi di fermo macchina non pianificati, aumenta il loro utilizzo e la durata, incrementando la produttività in modo significativo. La piattaforma Galileo consente un accesso Ethernet continuo ai dati sulla salute degli asset grazie a una protezione meccanica del fattore di forma che permette una facile installazione. La piattaforma utilizza un sensore di vibrazioni Mems per il rilevamento ad alte prestazioni delle vibrazioni, low power e a basso rumore, combinato con l’elaborazione a bassissima potenza e la connettività Ethernet single pair 10BASE-T1L che supporta distanze fino a 1 km, fornendo sia dati accurati sulle vibrazioni che l’alimentazione su due fili. Il sensore smart può essere implementato in applicazioni industriali in condizioni remote e difficili, comprese le applicazioni safe zone 0.

ADI, infine, effettuerà una dimostrazione incentrata su OtoSense Smart Motor Sensor: una soluzione hardware e software completa, che consente la manutenzione predittiva dei motori elettrici fornendo un monitoraggio dettagliato delle caratteristiche relative alla salute del motore. Gli interventi regolari richiesti per il funzionamento affidabile dei motori elettrici industriali, come, ad esempio, la sostituzione dei cuscinetti, possono essere pianificati piuttosto che essere effettuati solo a seguito di un guasto. Queste funzionalità consentono agli operatori di prevedere e programmare la manutenzione correttiva per ridurre al minimo le interruzioni nei processi produttivi, aumentare la produttività dei macchinari, ridurre i tempi di fermo e i costi di manutenzione ed estendere il ciclo di vita degli asset.

SPS 2021 sarà un evento in un formato ibrido: manterrà, infatti, un contenuto parallelo on-line, cui ADI contribuirà partecipando al programma di conferenze dedicate ad aree come la trasformazione digitale, il networking industriale, l’integrazione della robotica e il contributo che ci si aspetta dall’innovazione nell’AI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Daniela Garbillo

Giornalista pubblicista con 30 anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie innovative alle energie rinnovabili, dall'occhialeria al beauty, all'architettura. All'attivo anche importanti esperienze in comunicazione, organizzazione di eventi e marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.