Analog Devices completa l’acquisizione di Maxim Integrated

Analog Devices ha completato la maxi-acquisizione di Maxim Integrated Products.

L’unione delle due aziende rafforza ulteriormente la posizione di Analog Devices come produttore di semiconduttori analogici ad alte prestazioni con un fatturato di oltre 9 miliardi di dollari nei dodici mesi precedenti, margini tra i più alti nel settore e un free cash flow di oltre 3 miliardi di dollari su base pro-forma.

“Quella di oggi è una tappa fondamentale per Analog Devices e sono lieto di dare il benvenuto al team Maxim, che condivide la nostra passione per la risoluzione dei problemi tecnologici più complessi dei nostri clienti”, ha dichiarato Vincent Roche, Presidente e Ceo di Analog Devices.

L’operazione è costata oltre 20 miliardi di dollari.

“Con oltre 10.000 ingegneri e il portafoglio più ampio e completo di tecnologie best-in-class, siamo ben posizionati per sviluppare soluzioni ancora più complete e all’avanguardia per i nostri clienti. Guideremo insieme le future innovazioni dei semiconduttori analogici, mentre progettiamo un futuro migliore, più sicuro e più sostenibile per tutti”.

Secondo i termini dell’accordo, gli azionisti di Maxim hanno ricevuto 0,63 azioni ordinarie Analog Devices per ogni azione ordinaria Maxim. Le azioni ordinarie Maxim non saranno più quotate per la negoziazione sul mercato azionario Nasdaq.

In relazione alla chiusura della transazione, Tunç Doluca, ex presidente e amministratore delegato di Maxim, e Mercedes Johnson, ex dirigente fondatrice di Avago Technologies, entreranno nel consiglio di amministrazione di Analog Devices.

Doluca e Johnson hanno fatto parte del consiglio di amministrazione di Maxim fino alla chiusura della transazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.