L’Adaptive Cloud e i servizi per l’era del 5G: le novità presentate da Nokia alla Mobile World Conference

Una nuova soluzione cloud-native, due nuovi servizi SaaS nell’ambito della sicurezza e dell’analytics e una soluzione per gestire, attraverso il Machine Learning, la complessità delle reti 5G: sono alcune delle novità presentate da Nokia nel Mobile World Conference di Barcellona (MWC22).

L’evento, che si tiene a Barcellona dal 28 al 3 marzo, richiama quest’anno oltre 1500 espositori e partecipanti da 183 Paesi per presentare le ultime novità nel mondo dei dispositivi mobili.

Tra le novità presentate dall’azienda c’è Adaptive Cloud Networking, una soluzione cloud-native per trasformare le reti cloud dei service provider in consumabili, agili e automatizzate.

Adaptive Cloud Networking, la nuova soluzione cloud-native di Nokia

La soluzione è progettata per rispondere alle richieste imprevedibili dell’era 5G sovralimentando il sistema del data center di un service provider ed estendendo, senza soluzione di continuità, le sue operazioni al cloud edge. Questa innovazione nel modo in cui le nuvole telco sono costruite e gestite permetterà ai service provider di rafforzare il loro ruolo critico nella catena del valore della rete digitale 5G.

Le reti 5G stanno spingendo i limiti degli attuali tessuti dei data center e delle infrastrutture edge cloud: i progetti cloud native guidano l’agilità e la dinamicità delle applicazioni, e le prestazioni a bassa latenza richiedono che tali applicazioni siano consegnate dalle edge cloud vicine agli utenti finali.

I sistemi dei data center devono adattarsi a queste nuove esigenze. Una nuova era NetOps sta emergendo, una che fornisce gli strumenti e le capacità che permettono ai service provider di trasformare le loro reti per diventare più efficienti e produttive e aumentare sia le entrate del servizio che l’ARPU (Average revenue per unit).

La soluzione completa Adaptive Cloud Networking di Nokia aiuta i service provider a superare queste sfide per fornire una rete di consumo – che fornisce una base necessaria di apertura, estensibilità, visibilità e controllo per accedere ai dati di rete e ottimizzare le operazioni di rete – agile (per adattarsi ai cambiamenti futuri) e automatizzata.

La soluzione Adaptive Cloud Networking di Nokia fornisce questi valori in tre aree chiave della rete del service provider: il sistema del data center, il cloud edge – che sta rapidamente emergendo – e l’interconnettività senza soluzione di continuità, necessaria attraverso la WAN, collegando le applicazioni attraverso la WAN a diverse parti della rete.

La soluzione sfrutta i collaudati elementi del data center fabric di Nokia, tra cui il sistema operativo di rete SR Linux, il Fabric Services System e le piattaforme hardware Nokia 7220 e 7250 IXR; l’appena introdotto Edge Network Controller, progettato specificamente per l’automazione della rete nelle edge cloud; e la Network Services Platform (NSP) di Nokia per l’automazione programmabile, che collega i data center e le edge cloud attraverso la wide area network (WAN).

“Siamo lieti di offrire ai service provider una soluzione completa che li aiuterà a trasformare il loro business sia ora che in futuro”, commenta Vach Kompella, Vice Presidente di Nokia per la divisione IP Networks.

“L’Adaptive Cloud Networking di Nokia riguarda l’automazione di ogni fase del sistema del data center e del ciclo di vita della rete, compresa la progettazione, l’implementazione e le operazioni. Le capacità di automazione basate sugli intenti possono essere implementate in ogni fase del processo, sovralimentando la produttività operativa dei service provider senza dover espandere il personale e le competenze”, aggiunge.

Combinato con la nuova soluzione 5G Edge Slicing di Nokia, Adaptive Cloud Networking apre per i service provider ulteriori opportunità di creare valore per le imprese.

La soluzione è già integrata in diversi prodotti Nokia rivolti ai sistemi dei data center (come Nokia Fabric Services System e  Nokia’s SR Linux network operating system), soluzioni per l’automazione del network (tra cui Nokia Edge Network Controller) e soluzioni per un’interconnessione senza soluzione di continuità (Nokia’s NSP).

Nuovi servizi Software-as-a-Service in analisi, sicurezza e monetizzazione per CSP e imprese

L’azienda ha anche presentato due nuovi servizi Software-as-a-Service (SaaS) nelle aree della sicurezza e dell’analisi, come parte della sua strategia per dare ai fornitori di servizi di comunicazione (CSP) e alle imprese un modo più flessibile e conveniente per servire i loro clienti, e operare e monetizzare le loro reti sfruttando i nuovi servizi avanzati del 5G.

I nuovi servizi seguono il recente lancio di Nokia nel SaaS per aiutare i CSP e le imprese ad accelerare il time to value che realizzano dalla loro offerta di servizi passando a un modello agile basato su un software fruibile puramente su richiesta, attraverso un abbonamento e allontanandosi così dal modello del software personalizzato eseguito su una costosa e complessa infrastruttura on-premise.

A differenza delle SIM classiche, le tecnologie embedded SIM (eSIM) e integrated SIM (iSIM) possono memorizzare e gestire più profili di abbonamento a distanza per l’autenticazione di utenti e dispositivi sulle reti mobili. iSIM Secure Connect dà il controllo per automatizzare l’intero processo di gestione delle eSIM/iSIM e aprirà opportunità per monetizzare i servizi legati alle identità digitali affidabili.

iSIM Secure Connect di Nokia, attraverso un modello di consegna SaaS, consente ai CSP e alle imprese di gestire in modo sicuro gli abbonamenti machine-to-machine e dei dispositivi consumer per i dispositivi abilitati eSIM e iSIM.

Poiché la complessità della rete 5G ha aumentato la necessità di analisi avanzate, Nokia sta rafforzando la sua offerta AVA con nuove capacità SaaS basate su NWDAF (Network Data Analytics Function), parte dell’architettura 5G Standalone.

Nokia AVA NWDAF migliora le operazioni di rete con l’automazione a ciclo chiuso guidata da AI/ML, migliora l’esperienza del cliente e guida nuove fonti di reddito.

Con la sua architettura distribuita e le API aperte, AVA NWDAF aiuta i CSP a fornire analisi al bordo della rete, implementare servizi di analisi definiti da 3GPP e creare partnership con gli sviluppatori di software.

AVA NWDAF sarà disponibile in commercio in un modello di consegna SaaS nel corso di questo trimestre. Nokia iSIM Secure Connect dovrebbe essere disponibile come SaaS nel corso di quest’anno e sarà ancora offerto ai clienti in altri modelli di distribuzione.

Nokia’s SaaS-based NetGuard Cybersecurity Dome e Nokia Anomaly Detection, entrambi annunciati nel novembre 2021, saranno anch’essi disponibili nel corso di questo trimestre. NetGuard Cybersecurity Dome permette ai CSP di assicurare le reti 5G e monetizzare la sicurezza legata a servizi come lo slicing 5G, mentre Nokia Anomaly Detection è un servizio di machine learning volto a trovare e risolvere le anomalie di rete prima che colpiscano i clienti.

Nokia prevede di introdurre altri nuovi servizi SaaS nelle aree di core, operazioni digitali, monetizzazione e wireless privato nel corso di quest’anno e nel 2023.

Mentre la sua roadmap di prodotti SaaS si evolve, Nokia si aspetta di fornire capacità essenziali attraverso interfacce di programmazione di applicazioni (API) open-source che sono operabili su molte piattaforme hyperscale.

Questo creerà un quadro di consegna SaaS multi-vendor che sfrutta al meglio le partnership di Nokia con i principali fornitori di cloud e i suoi continui investimenti in software cloud-native e altre tecnologie.

Intelligent RAN Operations per gestire la potenza del 5G con l’apprendimento automatico

Nokia ha annunciato anche il lancio della sua nuova soluzione Intelligent RAN Operations progettata per gestire la crescente complessità delle reti 5G attraverso il Machine Learning (ML).

Il framework e i suoi prodotti consentono agli operatori mobili di aumentare la qualità della rete 5G, l’efficienza e l’esperienza degli abbonati, riducendo al contempo i costi operativi, il consumo di energia e le emissioni di CO2.

Nokia Intelligent RAN Operations implementa diverse funzionalità di apprendimento automatico che aiutano gli operatori a gestire la densità e la complessità della rete. Consente l’automazione delle attività di gestione della rete di routine, con una maggiore capacità di rilevare, classificare e risolvere i problemi della rete in tempo reale. Questo fa risparmiare tempo ed elimina l’errore umano.

Le reti 5G hanno inaugurato una serie di nuovi casi d’uso, nonché prodotti e servizi che si affidano alla latenza e alla resilienza ultra-bassa. Supportano anche una vasta gamma di applicazioni con requisiti di servizio molto diversi. In questo ambiente complesso, non è più possibile gestire reti radio a basso costo utilizzando strumenti manuali intensivi o anche solo l’automazione.

Gli operatori che stanno provando la soluzione su una rete attiva hanno visto un guadagno di efficienza operativa fino all’80% con l’ottimizzazione zero-touch, e il 70%  in meno di problemi da risolvere, riducendo il carico di lavoro del team e aiutando a garantire una qualità di rete costante.

La soluzione include anche funzioni intelligenti di risparmio energetico che riducono il consumo energetico della stazione base fino al 15%, consentendo pratiche operative più sostenibili.

Intelligent RAN Operations supporta l’ambizioso impegno di Nokia per la sostenibilità e la lotta al cambiamento climatico. L’azienda si è infatti impegnata a ridurre del 50% le emissioni di Co2 derivanti dalle sue operazioni entro il 2030.

Nuova radio UBT-T XP Dual Band

Tra le novità vi è anche la radio UBT-T XP Dual Band, l’ultima aggiunta alla famiglia di prodotti Wavence. Progettata per supportare gli operatori mobili e le imprese, l’unità esterna ad alta potenza estrema offre alta capacità e funzionalità dual-carrier con il miglior guadagno di sistema disponibile in un pacchetto esterno.

L’UBT-T XP supporta le bande di spettro a bassa frequenza da 6GHz a 11 GHz ed è ideale per configurazioni full outdoor o split-mount. La sua esclusiva caratteristica dual-band 6/11 fornisce la massima flessibilità per la mitigazione delle interferenze e l’efficienza dello spettro e offre le più alte prestazioni e capacità del percorso nella sua classe. L’UBT-T XP sarà disponibile a partire dal terzo trimestre del 2022.

Portafoglio evoluto di managed operations

Novità anche nell’ambito dei servizi rivolti ai provider di servizi di comunicazione (CSP). Nokia ha infatti presentato due nuovi managed service che hanno l’obiettivo di aiutare i CSP a fornire una migliore esperienza al cliente e realizzare ritorni più rapidi sui loro investimenti 5G utilizzando meglio l’intelligenza dai loro dati di rete.

Operations Transformation è un servizio pluriennale con l’obiettivo di guidare i CSP a migliorare la produttività e l’agilità delle loro operazioni attraverso la cloudificazione e l’automazione.

La seconda nuova offerta di operazioni gestite si chiama Operations Intelligence, che utilizza l’analitica guidata dall’Intelligenza Artificiale utilizzando enormi set di dati per individuare con precisione i problemi, con l’obiettivo finale di consentire ai CSP di aumentare i risultati di business come i Net Promoter Scores (NPS) e i ritorni sui loro investimenti 5G. Gli NPS servono come barometro della probabilità che un cliente raccomandi un fornitore o un servizio a un altro utente.

Entrambi i servizi seguono una metodologia in cui i servizi operativi modulari si concentrano sulle maggiori aree di miglioramento. Il metodo è progettato per seguire il viaggio di trasformazione digitale di un CSP e fornire risultati tangibili in un modello di business basato sui risultati, dando flessibilità e controllo.

Il catalogo dei servizi micro-operativi include casi d’uso che vanno dall’ottimizzazione della copertura e della capacità all’analisi predittiva delle anomalie in contesti di rete complessi per prevenire il degrado dei servizi ai clienti e sfrutta la libreria di casi d’uso AI di Nokia AVA.

Nokia ha realizzato progetti commerciali per i nuovi due servizi con diversi clienti CSP che hanno già iniziato a dare solidi risultati, tra cui alcuni CSP in Asia-Pacifico e Africa che sono stati in grado di raggiungere la posizione di leader nel NPS dei clienti e nelle prestazioni della rete.

In altri casi, i CSP sono stati in grado di mantenere i loro costi operativi piatti nonostante abbiano visto la crescita della rete aumentare del 50%, ottenendo anche una maggiore disponibilità della rete con il 60% in meno di variazione delle prestazioni.

I nuovi servizi coincidono con il rilascio di una nuova ricerca commissionata da Nokia, basata su un sondaggio di circa 50 CSP a livello globale, che mostra che la maggior parte dei CSP (84%) apprezza il supporto dei loro partner operativi nella loro trasformazione digitale.

L’84% degli intervistati riconosce anche l’impatto del supporto dei loro partner operativi nel realizzare maggiori ritorni sul 5G e su altri importanti investimenti, mentre l’81% riporta un effetto positivo delle partnership sulle esperienze dei loro clienti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.