ABB introduce le nuove celle di lavoro robotizzate OmniVance

Ad Automatica 2022 ABB Robotics ha lanciato la nuova generazione di celle di lavoro standardizzate e pronte all’uso contraddistinte dal nuovo marchio OmniVance.

Si tratta di soluzioni automazione flessibile il cui obiettivo è abilitare una produzione modulare e semplificare programmazione e configurazione.

Due le soluzioni lanciate in fiera. La cella OmniVance FlexArc Compact per una saldatura più facile, più veloce e più efficiente e la cella di lavoro e il software OmniVance per gestire fino a otto applicazioni diverse.

“Stiamo affrontando una carenza di manodopera qualificata senza precedenti, insieme all’incertezza globale e all’evoluzione della domanda dei consumatori”, afferma Marc Segura, Presidente della Divisione Robotica di ABB. “Le soluzioni robotiche e software di ABB rispondono a queste tendenze globali, offrendo tecnologie più intelligenti, più adattabili, più mobili e più facili da usare per preparare i clienti al futuro.”

Dotate di robot, controllori, software e altri componenti, le celle applicative OmniVance sono soluzioni modulari pronte all’uso che possono essere facilmente integrate nelle linee di produzione.

Grazie alla capacità di supportare lotti piccoli, soddisfano la crescente domanda di soluzioni di produzione a basso volume e ad alta varietà, rispondendo prontamente alle mutevoli esigenze di produzione.

Entrambi i prodotti fanno parte della strategia di ABB di fornire celle di produzione flessibili e software in grado di passare rapidamente da un tipo di prodotto all’altro e di integrarsi facilmente con i robot mobili autonomi (AMR).

“Il marchio OmniVance riunisce tutte le celle applicative standardizzate di ABB. Sostenute da oltre 50 anni di esperienza nell’automazione robotica, le celle OmniVance sono dotate di un nuovo software che accelera l’integrazione e consente una maggiore flessibilità ed efficienza”, ha aggiunto Segura.

OmniVance FlexArc Compact

OmniVance FlexArc Compact consente di risparmiare spazio e di aumentare la flessibilità delle applicazioni di saldatura grazie all’ingombro ridotto.

La cella può anche essere facilmente integrata con robot mobili autonomi, mentre è possibile aggiungere fino a quattro robot fissi alla cella per aumentare la capacità produttiva senza doverne modificare la struttura.

“La saldatura è una delle applicazioni di automazione in più rapida crescita a causa della mancanza di manodopera”, ha spiegato Segura.

OmniVance FlexArc Compact aiuta i produttori a ottimizzare lo spazio, mentre è possibile aggiungere fino a quattro robot senza alterare la struttura della cella, favorendo la flessibilità.

Questa nuova soluzione modulare e pronta all’uso incorpora robot, controller, software, periferiche e altri componenti chiave in un’unica cella semplificata e specifica per le applicazioni di saldatura.

Con i suoi 14,3 metri quadrati, OmniVance FlexArc Compact punta sull’ingombro ridotto.

L’innovativo design del montaggio del robot a portale a 45 gradi massimizza i parametri di lavoro del robot posizionandolo al centro di una piattaforma girevole a tre assi, avvicinandolo al pezzo da saldare.

Ogni cella OmniVance FlexArc può essere simulata prima della messa in servizio con RobotStudio, lo strumento di simulazione e programmazione di ABB, che riduce i tempi e gli sforzi di integrazione, minimizzando le interruzioni. Inoltre, la più recente suite di software FlexArc di ABB consente ai clienti di raccogliere e analizzare i dati per perfezionare le prestazioni e migliorare il processo decisionale e l’efficienza della saldatura, visualizzando i dati di produzione rispetto a specifici indicatori di prestazione chiave.

Anche gli AMR, le apparecchiature per la movimentazione dei materiali e per l’ispezione della qualità possono essere facilmente integrati per migliorare la funzionalità della nuova cella e automatizzare e velocizzare la logistica di produzione.

Se la produzione aumenta, OmniVance FlexArc Compact può essere ampliato con celle aggiuntive. Sia l’hardware che i programmi software utilizzati per il funzionamento delle celle possono essere facilmente replicati, sia in un singolo sito che in più siti, riducendo i tempi e i rischi potenziali dell’aggiunta di nuove celle.

OmniVance FlexArc Compact
OmniVance FlexArc Compact

La cella di lavorazione flessibile OmniVance

La cella di lavorazione OmniVance e il relativo software offrono maggiore flessibilità e semplicità per una serie di applicazioni, tra cui levigatura, lucidatura, taglio e finitura delle superfici. In grado di eseguire fino a otto applicazioni diverse in una singola cella, la nuova tecnologia può funzionare fino a 20.000 ore in condizioni difficili senza bisogno di manutenzione.

Riducendo i tempi di configurazione del 92%, il nuovo software offre l’autocalibrazione e la messa a punto del percorso in un unico strumento, riducendo il tempo di calibrazione ad appena 10 minuti.

La OmniVance Machining Cell è composta da un robot IRB 2600, un controller e una tavola rotante combinati con sensori di pressione e di livello e altre apparecchiature.

Il 90% della cella è già costruito, il che significa che gli utenti devono concentrarsi solo sugli utensili e sulla calibrazione del robot. Questo livello di “pre-ingegnerizzazione” si traduce in una configurazione più rapida e in un ingombro più compatto, per garantire che le celle si integrino facilmente in un’ampia gamma di ambienti di produzione.

L’uso di un design standardizzato consente inoltre di eseguire fino a otto funzioni diverse su una singola cella, spesso cambiando semplicemente l’end effector.

Il Machining Software di ABB integra le funzioni di autocalibrazione e di messa a punto del percorso in un unico strumento intuitivo. Questo semplifica il processo di impostazione di nuovi prodotti e massimizza l’accuratezza nelle applicazioni di lavorazione, tra cui la levigatura, la sbavatura, la lucidatura e la pulizia con ghiaccio secco.

Il Machining Software è uno strumento indipendente che supporta il robot IRB2600 utilizzato nella Machining Cell e un’ampia gamma di robot ABB.

Il software di lavorazione calibra automaticamente gli utensili e gli oggetti di lavoro, riducendo i tempi di ricalibrazione da quattro ore a soli dieci minuti. La funzionalità integrata di messa a punto dei percorsi consente agli utenti di modificare facilmente migliaia di punti di percorso in appena mezza giornata, rispetto ai due giorni tipicamente necessari per ottenere una superficie di alta qualità come quella di una custodia per cellulare o di una ruota in alluminio.

I non esperti di programmazione possono facilmente eseguire e monitorare le operazioni di lavorazione con un’interfaccia intuitiva e facile da usare. La programmazione più rapida delle operazioni di lavorazione è ottenuta grazie a semplici funzioni di trascinamento, riducendo al minimo il rischio di errori. Il copia e incolla dei programmi tra più stazioni di lavorazione può ridurre ulteriormente il tempo necessario per scalare le operazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Innovation Post

Innovation Post è un portale di informazione e approfondimento dedicato alle politiche e alle tecnologie per l'innovazione nel settore manifatturiero. Il portale è nato alla fine di settembre 2016 e si è affermato come riferimento d’elezione per chi vuole informarsi su industria 4.0, automazione, meccatronica, Industrial IT, Cyber security industriale, ricerca e formazione, domotica e building automation. Innovation Post è una testata del Network Digital360 diretta da Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.