Copa-Data lancia Zenon 11, la prima versione della piattaforma che integra strumenti per la produzione modulare

Copa-Data ha rilasciato Zenon 11, l’ultima versione della sua piattaforma software intelligente per i siti industriali ed energetici. Questa nuova versione introduce la MTP Suite, uno strumento che permette la produzione modulare.

Come nelle versioni precedenti di Zenon, la piattaforma software Zenon 11 è adatta ad ospitare diverse impostazioni industriali, con caratteristiche dedicate ad utenti del mercato Automotive, Food & Beverage, farmaceutico ed Energy. La nuova versione vanta un’ergonomia ingegneristica migliorata, misure di cyber-sicurezza rafforzate e un maggior numero di protocolli compatibili.

Zenon 11, caratteristiche aggiuntive della piattaforma

La nuova versione è la prima della piattaforma ad includere nativamente la Zenon MTP Suite, grazie all’integrazione dell’MTP nel Process Orchestration Layer (zenon POL) e all’interazione con zenon Engineering Studio.

Il Module Type Package (MTP) descrive il passaggio ad un modello ingegneristico a favore della standardizzazione dei macchinari e della comunicazione. Lo standard MTP utilizzabile in industrie intersettoriali e di produzione trasversale può essere definito come la creazione di descrizioni uniformi di diversi moduli. Grazie a ciò è possibile divide le linee di produzione in sezioni più piccole ed interscambiabili, creando quella che spesso viene definita la produzione “Plug and Produce”.

Zenon 11 incorpora nuove interfacce, tra cui Werum MSI e CIM-CGMES. La prima permette alle macchine di essere connesse al to PAS-X da Werum IT Solutions, un sistema di esecuzione della produzione (Manufacturing Execution System – MES) consolidato nell’industria delle scienze naturali, mentre la seconda fornisce una connessione al CIM-CGMES che è molto utile per coloro che lavorano con le reti elettriche nel settore energetico.

Tra le altre caratteristiche degne di nota c’è l’Alarm Shelving. Questa nuova funzione aiuta gli utenti a gestire allarmi di errore in modo sicuro, permettendo loro di mettere da parte gli allarmi di bassa priorità mentre si gestiscono i più urgenti.

La nuova funzionalità è stata sviluppata secondo ISA-18.2-2016 e IEC 62682, gli standard per la gestione dei sistemi di allarme nelle industrie di processo. È stata rinforzata anche la sicurezza con una moderna autenticazione a più fattori e un nuovo criptaggio per i network Zenon con certificati TLS v1.3.

Anche il Batch Module è stato migliorato in modo significativo, con maggiori informazioni riguardo l’esecuzione delle ricette nella Chronological Events List (CEL) o nell’Audit Trail, supportando così i bisogni normativi di molti settori.

Zenon 11, inoltre, offre anche l’opzione di generare automaticamente ed esportare i report dopo che un batch è stato completato e assicura la sincronizzazione continua tra server e standby, grazie ad una ridondanza affidabile. Questa funzione assicura che, anche se il server dovesse smettere di funzionare, la processione del batch possa continuare senza interruzione.

La Zenon Academy

Oltre al nuovo rilascio di zenon, Copa-Data ha anche lanciato Zenon Academy, un sito in cui i tecnici possono accedere a corsi online o a training faccia a faccia.

La Zenon Academy copre tutti gli argomenti relativi alla Zenon Software Platform, dall’industria energetica, al batch control per quella farmaceutica. Attraverso il sito, inoltre, gli utenti possono acquisire certificazioni gratuite per attestare la loro competenza sulla piattaforma Zenon, mentre le aziende possono, così, sviluppare il loro stato di partner Copa-Data.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.