Competenze digitali mai così critiche, ma quasi la metà della popolazione mondiale non usa Internet

Uno studio pubblicato dall’ITU, l’Unione internazionale delle telecomunicazioni (agenzia specializzata delle Nazioni Unite) sottolinea l’importanza di possedere competenze digitali di base in quasi tutti i lavori. Tuttavia, quasi la metà della popolazione non usa Internet ed è spesso la mancanza di competenze digitali di base a creare un ostacolo all’accesso. Urge, quindi, chiudere il divario di competenze (esacerbato ulteriormente dal Covid-19) per dotare i lavoratori delle skill necessarie a rimanere rilevanti anche nei momenti di crisi.

Continua a leggere
Il Presidente di Assolombarda Alessandro Spada

Spada (Assolombarda): “L’Italia e l’Europa ripartano dalle aziende lombarde. Necessario investire su digitale e formazione”

Il Presidente di Assolombarda ribadisce il ruolo chiave delle imprese del territorio (tra le più colpite dalla crisi) nella ripresa dell’economia nazionale e auspica investimenti mirati, che puntino sul digitale, sull’impresa 4.0 e sulla formazione dei giovani.

Continua a leggere
Lo studio dell'ITU, agenzia specializzata delle Nazioni Unite, evidenzia un'allarmante carenza in competenze digitali di base.

Gli Italiani hanno paura di perdere il lavoro per la pandemia: fondamentali le competenze digitali

La pandemia di Covid-19 ha spinto i lavoratori a concentrarsi sull’acquisizione di nuove competenze e a rivalutare il rapporto lavoro-vita privata. L’importanza sempre maggiore delle competenze digitali per le aziende sta, tuttavia, creando disuguaglianze tra i lavoratori che possiedono queste skill e coloro che non ne hanno. Si accentuano anche le disuguaglianze di genere, soprattutto nel nostro Paese.

Continua a leggere

Il futuro del business dopo il Covid-19 è digital: i dati dello studio IBM

Lo studio di IBM Institute for Business Value “Covid-19 and the Future of Business” ha evidenziato che in seguito alla pandemia quasi sei organizzazioni su dieci hanno accelerato il processo di trasformazione digitale. Lo studio rileva però un significativo scostamento tra le opinioni dei leader e quelle dei dipendenti circa l’efficacia del metodo utilizzato nell’affrontare tali lacune.

Continua a leggere
Prosegue il calo degli ordini delle macchine tessili anche nel terzo trimestre del 2020.

Meccanotessile, la ripresa arriverà nel 2021. Zucchi: “Le aziende puntino sull’innovazione”

L’Assemblea dei costruttori italiani di macchine tessili ha confermato la recessione del settore per l’intero 2020. Proprio per far fronte a questa incertezza il presidente Zucchi invita le imprese a puntare sull’innovazione e a ridefinire i modelli di business

Continua a leggere

Meccanica, nel 2020 perdite oltre il 20% per più di un’impresa su quattro

Più di un’impresa su 4 della meccanica varia ritiene che nel 2020 subirà un calo di fatturato superiore al 20%. Il dato emerge dall’ultimo sondaggio condotto da Anima Confindustria, che evidenzia la “lenta ripresa della meccanica italiana”, pur sottolineando il “forte clima di incertezza” dato da “produzione ancora sotto ritmo, scambi commerciali limitati ed export lontano dai valori pre-Covid”.

Continua a leggere

Altro che 60%: il credito d’imposta per sanificazione e DPI sarà pari al 9% della spesa

L’aliquota effettiva del credito d’imposta per le spese di sanificazione e l’acquisto di DPI sarà pari al 15% di quanto effettivamente richiesto, cioè al 9% della spesa effettuata. E’ questa infatti la percentuale – originariamente pari al 60% – parametrata al numero di richieste pervenute, tenendo conto del limite di spesa di 200 milioni.

Continua a leggere

L’edizione 2020 di SPS Norimberga sarà solo virtuale: cancellato l’evento “in presenza”

L’edizione 2020 di SPS, la fiera dedicata all’automazione che si svolge ogni anno a Norimberga, in Germania, sarà interamente virtuale, sulla nuova piattaforma SPS Connect. L’emergenza Covid-19 ha infatti costretto gli organizzatori a cancellare l’esposizione “in presenza” che si sarebbe svolta nella città tedesca dal 24 al 26 novembre 2020.

Continua a leggere

YuMi, il cobot di ABB, al lavoro per velocizzare l’analisi dei test sierologici

YuMi, il robot collaborativo di ABB, è stato utilizzato in un’applicazione progettata al Politecnico di Milano in collaborazione con ABB e Ieo per supportare gli ospedali nei test sierologici per il coronavirus. A regime YuMi, potrebbe essere in grado di automatizzare fino al 77% delle operazioni necessarie per svolgere i test e analizzare fino a 450 campioni/ora.

Continua a leggere