L’impennata dei costi dell’energia e delle materie prime frena il settore della gomma e della plastica

Una situazione congiunturale complessa, con forti preoccupazioni per i costi dell’energia e delle materie prime, è quella che emerge dai dati sull’andamento dei comparti gomma e plastica nel contesto economico nazionale e internazionale, presentati oggi durante l’Assemblea Pubblica di Federazione Gomma Plastica: due settori che valgono complessivamente oltre 23 miliardi e impiegano 140 mila addetti.

Continua a leggere

Il primo semestre della Meccanica: fatturato in crescita, ma produzione rallentata

Secondo un sondaggio di Anima Confindustria, l’Associazione che rappresenta le imprese della meccanica, le aziende dovrebbero chiudere il primo semestre del 2022 con un aumento di fatturato di circa il 5%, dovuto però a un aumento dei prezzi e non a un aumento in termini di volumi. A pesare è la situazione di incertezza legata al conflitto tra Russia e Ucraina, che ha aggravato i problemi di approvvigionamento delle materie prime, impedendo alle aziende di evadere gli ordini secondo i tempi stabiliti.

Continua a leggere

Macchine utensili, nel primo trimestre ordini in leggero calo. Le associazioni: “Intervenire per contenere i costi o si rischia di fermare gli ordini”

L’indice degli ordini di macchine utensili elaborato dal Centro Studi & Cultura di Impresa di Ucimu-Sistemi per produrre evidenzia un leggero calo degli ordini nel primo trimestre del 2022, causato dalla contrazione della domanda interna. Nonostante la domanda estera sia in aumento, le associazioni di categoria avvertono che senza interventi volti a contenere i costi di produzione, le imprese si troveranno presto costrette a rifiutare nuovi ordini.

Continua a leggere

Materie prime, l’allarme di Acimac, Amaplast e Ucima: “Stop alla produzione rischio sempre più reale”

Acimac, Amaplast e Ucima si uniscono all’allarme lanciato da altre associazioni di rappresentanza del mondo industriale sul possibile stop alla produzione causato dal rialzo dei prezzi delle materie prime e dalla difficoltà di approvvigionamento. Oltre a misure urgenti serve una politica industriale “continentale” che consenta alla manifattura nazionale ed europea di ridurre la sua dipendenza da materie prime e semilavorati provenienti da altre regioni

Continua a leggere
Barbara Colombo, presidente di Ucimu

Materie prime, l’allarme di Ucimu: “Rischio stop alla produzione in due settimane”

Senza interventi per fronteggiare le difficoltà di approvvigionamento e il rincaro dei costi delle materie prime, i produttori di macchine utensili italiani rischiano lo stop alla produzione tra due settimane. Barbara Colombo, Presidente di UCIMU – Sistemi per Produrre, chiede la creazione di un organismo interministeriale di rappresentanza delle imprese che si occupi di calmierare i prezzi e trovare altre fonti di approvvigionamento.

Continua a leggere

Materie prime, l’aumento dei prezzi sta rallentando e potrebbe invertire la rotta entro fine anno

Il continuo aumento dei prezzi delle materie prime innescatosi a maggio dell’anno scorso non si è ancora fermato, ma sta rallentando e potrebbe invertire la rotta nell’ultimo quadrimestre del 2021: questo è quanto emerge dall’analisi di Achille Fornasini, professore dell’Università di Brescia, in collaborazione con l’Ufficio studi di Anima Confindustria.

Continua a leggere