L’open source conquista la robotica: nel 2024 oltre la metà dei robot sarà basato su ROS

Il Robot Operating System (ROS) è un framework open-source flessibile e collaborativo per la realizzazione di sistemi operativi per la robotica. ROS, la cui adozione continua a crescere, mira a diventare lo standard industriale per il middleware della robotica. Secondo un’analisi di ABI Research, una società di consulenza market-foresight che fornisce una guida strategica sulle tecnologie di trasformazione più interessanti, quasi il 55% del totale dei robot commerciali consegnati nel 2024, oltre 915.000 unità, sarà ROS-enabled.

Lo sviluppo di un sistema operativo per robot richiede una conoscenza approfondita delle tecniche di ingegneria dei sistemi, la conoscenza degli obiettivi di progettazione e il rispetto di un rigoroso processo di sviluppo. Per questo è sempre stato difficile sviluppare sistemi robotici senza l’investimento e il supporto di grandi entità accademiche o aziendali. Le cose sono cambiate con l’avvento dei progetti di robotica open-source, che ha permesso agli sviluppatori e agli implementatori di sviluppare sistemi proprietari basati su competenze interne e middleware, simulatori, librerie e toolkit di robotica pubblicamente disponibili.

“Il successo del ROS è dovuto alla sua ampia interoperabilità e compatibilità con altri progetti open-source. ROS 1.0 sfrutta Orocos per la comunicazione in tempo reale e OpenCV per i modelli di visione artificiale”, spiega Lian Jye Su, Principal Analyst di ABI Research.


Rispondendo alle esigenze dell’industria della robotica, Open Robotics ha lanciato recentemente ROS 2.0, il successore di ROS 1.0, aggiungendo il supporto per sistemi multi-robot, capacità di comunicazione in tempo reale e aumentandone la capacità di calcolo. Questo rende ROS 2.0 non solo più facile da usare, robusto e veloce, ma lo rende anche più adatto ad essere accettato come standard industriale. “Un esempio chiave è il lancio del Robotics Middleware Framework (RMF) per la sanità da parte del governo di Singapore in collaborazione con Open Robotics”, dice Su. “Utilizzando il ROS come piattaforma comune, le istituzioni sanitarie di Singapore sono state in grado di integrare e integrare diversi sistemi robotici basati sullo stesso framework, estendendo così l’interoperabilità a sistemi e protocolli proprietari”.

L’adozione del ROS non significa la fine dei sistemi di robotica proprietari. “Ci sarà la coesistenza di sistemi robotica sia open-source che chiusi. A parte i sistemi di nicchia che possono essere meglio serviti da sistemi proprietari, il ROS sarà però il tassello fondamentale per l’interoperabilità, con la personalizzazione e il miglioramento introdotti su di esso da diversi fornitori di sistemi robotici”, ha aggiunto Su.

Il successo di ROS ha anche guidato ulteriori investimenti in progetti di robotica open-source correlati all’hardware. Negli ultimi anni, i principali operatori del settore come Comau e NVIDIA hanno lanciato piattaforme hardware di robotica open-source basate su ROS. Anche se tali piattaforme hanno principalmente finalità di ricerca e didattiche, il coinvolgimento delle principali aziende porterà certamente a una maggiore attenzione alla comunità open-source, coinvolgendo un maggior numero di sviluppatori e utenti finali.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Franco Canna ha 1030 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Franco Canna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest