L’elettrico sbarca a Pomigliano: lo stabilimento Fca si prepara a produrre Panda Hybrid e Alfa Tonale

Passa da Pomigliano d’Arco il presente e il futuro della Fiat Panda, arrivata al traguardo dei 40 anni. Proprio nello stabilimento napoletano si è tenuto il “compleanno” del celebre modello italiano, e qui (dove già si assemblano dal 2011 la seconda e la terza generazione del segmento) sarà prodotta la sua discendente più moderna, la Panda Hybrid, oltre al C-SUV ibrido plug-in Alfa Romeo Tonale, novità assoluta per il sito di produzione campano.

Un miliardo di euro già investiti per la produzione di Panda e Tonale

La produzione del nuovo veicolo ibrido del marchio Fiat rientra nel piano di investimenti 2019/21 per l’Italia da 5 miliardi di euro, che prevede 13 modelli, 12 elettrificazioni con 2 nuovi motori e 2 aggiornamenti dei motori euro 6 Final D.

Oltre un miliardo è la cifra investita nello stabilimento di Pomigliano, in cui sono già stati avviati i lavori di ristrutturazione del reparto verniciatura, in cui sono stati installati 20 nuovi robot per coprire l’ampliamento della produzione e migliorare la depurazione delle sostanze. Inoltre, con il miglioramento delle valvole di areazione nelle camere di scambio termico, lo stabilimento consumerà il 40% di energia elettrica in meno.


Il lancio di Panda Hybrid seguirà quello, previsto per il 2020, della 500 elettrica, il primo mezzo full electric del brand, che sarà prodotta a Torino. La Panda invece avrà un sistema combinato tra elettrico e combustione che permetterà, in fase di decelerazione, una carica della batteria sempre costante e, in fase di accelerazione, una spinta maggiore.

Con oltre 7,8 milioni di unità immatricolate (questi i dati forniti da Pietro Gorlier, Chief Operating Officer Europe, Middle East and Africa di Fca), la Fiat Panda è il modello più venduto in Italia da otto anni consecutivi.

A Pomigliano, per la prima volta dal 2011, si tornerà anche a produrre auto del marchio Alfa. L’ultima vettura del brand prodotta nel napoletano è stata infatti la 159. Nella seconda metà del 2021 uscirà il primo modello Plug-In della casa: il Suv (o Cuv, come lo chiama la casa del biscione) Alfa Tonale, per cui oggi è partita la preparazione dell’assemblaggio che da qui al prossimo anno dovrà garantire la produzione del nuovo modello.

Il Concept di Alfa Romeo Tonale presentato nel marzo 2019

L’apprezzamento della Fim-Cisl

Il Coo Emea Region di Fca, Pietro Gorlier, ha inoltre ribadito durante l’evento “il ruolo centrale di Pomigliano nel Piano Industriale”, trovando il favore della Fim-Cisl (Federazione Italiana Metalmeccanici), che nel giugno 2010 firmò l’accordo per il back-shoring dalla Polonia all’Italia della produzione dell’ultima generazione di Panda.

“Come Fim Cisl riteniamo che la conferma e lo sviluppo verso l’elettrico dei nuovi modelli per lo stabilimento di Pomigliano vada nella direzione da noi sempre sostenuta”, spiega il Segretario Generale Marco Bentivogli. “Continuiamo a pensare che il futuro del settore automotive, che nel nostro Paese occupa circa 258.000 lavoratori tra diretti e indiretti e assicura circa il 6% del Pil, debba essere al centro dell’agenda di Governo, così come stanno facendo altri Paesi europei con politiche di  investimenti pubblici a sostegno della transizione verso l’elettrico, in favore della domanda di mercato e della diffusione delle infrastrutture di ricarica pubblica e privata”.

Bentivogli ha dedicato proprio al tema dell’innovazione tecnologica nelle fabbriche italiane il suo libro-inchiesta Fabbrica futuro, un racconto dei processi lavorativi lungo le linee di montaggio di una grande fabbrica in cui si affronta anche la trasformazione di negli anni di Fca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesco Bruno

Giornalista professionista, laureato in Lettere all'Università Cattolica di Milano, dove ha completato gli studi con un master in giornalismo. Appassionato di sport e tecnologia, compie i primi passi presso AdnKronos e Mediaset. Oggi collabora con Dazn e Innovation Post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.