L’elettrico sbarca a Pomigliano: lo stabilimento Fca si prepara a produrre Panda Hybrid e Alfa Tonale

Passa da Pomigliano d’Arco il presente e il futuro della Fiat Panda, arrivata al traguardo dei 40 anni. Proprio nello stabilimento napoletano si è tenuto il “compleanno” del celebre modello italiano, e qui (dove già si assemblano dal 2011 la seconda e la terza generazione del segmento) sarà prodotta la sua discendente più moderna, la Panda Hybrid, oltre al C-SUV ibrido plug-in Alfa Romeo Tonale, novità assoluta per il sito di produzione campano.

Un miliardo di euro già investiti per la produzione di Panda e Tonale

La produzione del nuovo veicolo ibrido del marchio Fiat rientra nel piano di investimenti 2019/21 per l’Italia da 5 miliardi di euro, che prevede 13 modelli, 12 elettrificazioni con 2 nuovi motori e 2 aggiornamenti dei motori euro 6 Final D.

Oltre un miliardo è la cifra investita nello stabilimento di Pomigliano, in cui sono già stati avviati i lavori di ristrutturazione del reparto verniciatura, in cui sono stati installati 20 nuovi robot per coprire l’ampliamento della produzione e migliorare la depurazione delle sostanze. Inoltre, con il miglioramento delle valvole di areazione nelle camere di scambio termico, lo stabilimento consumerà il 40% di energia elettrica in meno.

Il lancio di Panda Hybrid seguirà quello, previsto per il 2020, della 500 elettrica, il primo mezzo full electric del brand, che sarà prodotta a Torino. La Panda invece avrà un sistema combinato tra elettrico e combustione che permetterà, in fase di decelerazione, una carica della batteria sempre costante e, in fase di accelerazione, una spinta maggiore.

Con oltre 7,8 milioni di unità immatricolate (questi i dati forniti da Pietro Gorlier, Chief Operating Officer Europe, Middle East and Africa di Fca), la Fiat Panda è il modello più venduto in Italia da otto anni consecutivi.

A Pomigliano, per la prima volta dal 2011, si tornerà anche a produrre auto del marchio Alfa. L’ultima vettura del brand prodotta nel napoletano è stata infatti la 159. Nella seconda metà del 2021 uscirà il primo modello Plug-In della casa: il Suv (o Cuv, come lo chiama la casa del biscione) Alfa Tonale, per cui oggi è partita la preparazione dell’assemblaggio che da qui al prossimo anno dovrà garantire la produzione del nuovo modello.

Il Concept di Alfa Romeo Tonale presentato nel marzo 2019

L’apprezzamento della Fim-Cisl

Il Coo Emea Region di Fca, Pietro Gorlier, ha inoltre ribadito durante l’evento “il ruolo centrale di Pomigliano nel Piano Industriale”, trovando il favore della Fim-Cisl (Federazione Italiana Metalmeccanici), che nel giugno 2010 firmò l’accordo per il back-shoring dalla Polonia all’Italia della produzione dell’ultima generazione di Panda.

“Come Fim Cisl riteniamo che la conferma e lo sviluppo verso l’elettrico dei nuovi modelli per lo stabilimento di Pomigliano vada nella direzione da noi sempre sostenuta”, spiega il Segretario Generale Marco Bentivogli. “Continuiamo a pensare che il futuro del settore automotive, che nel nostro Paese occupa circa 258.000 lavoratori tra diretti e indiretti e assicura circa il 6% del Pil, debba essere al centro dell’agenda di Governo, così come stanno facendo altri Paesi europei con politiche di  investimenti pubblici a sostegno della transizione verso l’elettrico, in favore della domanda di mercato e della diffusione delle infrastrutture di ricarica pubblica e privata”.

Bentivogli ha dedicato proprio al tema dell’innovazione tecnologica nelle fabbriche italiane il suo libro-inchiesta Fabbrica futuro, un racconto dei processi lavorativi lungo le linee di montaggio di una grande fabbrica in cui si affronta anche la trasformazione di negli anni di Fca.

Francesco Bruno

Giornalista professionista, laureato in Lettere all'Università Cattolica di Milano, dove ha completato gli studi con un master in giornalismo. Appassionato di sport e tecnologia, compie i primi passi presso AdnKronos e Mediaset. Oggi collabora con Dazn e Innovation Post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.