Wibu-Systems amplia l’offerta per il trasferimento di licenze offline con CodeMeter Embedded 2.40

Con la nuova versione di CodeMeter Embedded, la libreria statica per la gestione di licenze e la crittografia, Wibu-Systems (azienda tedesca specializzata nella monetizzazione dei beni digitali nelle aziende), offre ai suoi clienti una nuova funzionalità: il “Trasferimento di Licenza“, con il quale è possibile trasferire le licenze offline da una CmDongle (un elemento hardware sicuro sotto forma di chiave di protezione USB, scheda di memoria sicura o ASIC) a un dispositivo embedded.

Con CodeMeter Embedded 2.40 (che sarà esposto a Norimberga, in occasione della fiera Embedded World 2020, evento di riferimento per il settore), l’azienda risponde alle esigenze di chi è alle prese con il trasferimento di licenze offline, nonostante l’Internet of Things sia strettamente legato alla connettività. L’azienda tedesca (che nella scorsa edizione di Sps Italia è infatti entrata nel mondo del cloud) compie così un ulteriore passo per soddisfare l’ampia varietà di requisiti tecnici relativi agli ambienti operativi aziendali.

CodeMeter Embedded permette di proteggere il software tramite robusti meccanismi crittografici ad ingombro compatto (tra 400 e 600 KB). Il prodotto opera mediante un’API sviluppata per sistemi operativi embedded, quali Linux Embedded, VxWorks, QNX e Android, e copre le funzioni fondamentali per operazioni di protezione e gestione licenze, tra cui accesso licenze, recupero opzioni licenze, creazione richieste licenze, importazione aggiornamenti licenze e crittografia simmetrica e asimmetrica.


La nuova funzione per il trasferimento di licenze offline

I produttori di software e dispositivi intelligenti potranno ricevere una libreria statica dotata ora di due opzioni alternative per il trasferimento di licenze offline, il “File di Aggiornamento” e il “Trasferimento di Licenza“. La distinzione tra le due opzioni sta nell’esatta tempistica in cui viene creato il legame tra la licenza e il dispositivo embedded (subito con il File di Aggiornamento, a fine processo con il Trasferimento di Licenza).

Quando si utilizza la modalità File di Aggiornamento, il dispositivo embedded viene selezionato non appena la licenza viene associata al file di aggiornamento in CodeMeter License Central (il database di gestione licenze e diritti utente, che automatizza il processo di creazione, consegna e gestione delle licenze software). I dispositivi embedded già registrati durante la produzione possono essere selezionati direttamente mediante i loro numeri di serie. Il File di Aggiornamento viene poi trasferito su una chiavetta di memoria, che viene collegata al dispositivo embedded, affinché il suo software importi la licenza.

Quando si utilizza il Trasferimento di Licenza invece, un numero di licenze liberamente selezionabile può essere assegnato ad una CmDongle. Nessun dispositivo embedded viene preselezionato per queste licenze. I tecnici del servizio di assistenza possono quindi collegare i loro portatili ai dispositivi embedded sul campo, dove il software embedded può importare la licenza dal dongle. Le licenze vengono vincolate al dispositivo embedded solo a questo punto, e il dispositivo embedded non sarà noto a CodeMeter License Central.

Con l’uso di un File di Aggiornamento quindi le licenze possono essere assegnate, modificate e restituite, garantendo la totale flessibilità di CodeMeter. CodeMeter License Central infatti tiene un registro dettagliato delle licenze e include azioni automatiche, come il ripristino di tutte le licenze su un dispositivo embedded. La nuova funzione di Trasferimento di Licenza, invece, facilita la consegna delle nuove licenze, rendendola una scelta ideale per tutti i casi in cui l’endpoint non sia ancora stato scelto e CodeMeter License Central sia stato impiegato in origine.

Le novità di Wibu-Systems a Embedded World 2020

L’azienda innanzitutto rende noto che l’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus non le ha impedito di essere presente alla fiera Embedded World 2020 (dal 25 al 27 febbraio) oltre a non aver rallentato la propria catena di fornitura (i produttori si trovano in Germania, Taiwan e Cina, ma al di fuori della regione dell’Hubei).

All’Exhibition Centre di Norimberga, Wibu non mostrerà solo le novità di CodeMeter 2.40, ma anche la gamma ampliata delle sue CmDongles. Ben 18 formati hardware, diversi per dimensioni (compatti o standard), materiali (plastica o metallo) e personalizzazione disponibile. Una varietà di soluzioni che offrono molteplici tipologie di interfaccia di collegamento (USB, SD, microSD, CFast, SPI), montaggio dei connettori USB (SiP o standard), protocolli USB implementati (2.0 o 3.1), classi di memoria flash integrata (MLC o pSLC), oltre al supporto di differenti intervalli di temperatura nell’ambiente operativo, così come la possibilità di rendere le unità rimovibili o fisse in modo permanente.

Tra i servizi esposti e presentati da un team di specialisti di prodotto, ci saranno anche i numerosi moduli interoperabili della tecnologia embedded e le integrazioni sul campo, che stanno infondendo alle applicazioni greenfield e brownfield una protezione dei beni digitali, una gestione versatile delle licenze e una sicurezza degli endpoint all’avanguardia. Sarà possibile osservare in ogni sua componente il chip smart card dei dispositivi dongle dell’azienda, oppure assistere alle dimostrazioni pratiche organizzate per l’occasione, come quelle relativa all’integrazione di CodeMeter con la tecnologia Trusted Platform Module (TPM) di Infineon, o con VxWorks, soluzione chiavi in mano che fornisce protezione dell’integrità, autenticità, protezione dell’IP dalla contraffazione, gestione dei certificati digitali, gestione delle licenze e dei diritti utente, così come un’archiviazione sicura delle chiavi digitali in contenitori hardware, software e cloud.

Francesco Bruno

Giornalista professionista, laureato in Lettere all'Università Cattolica di Milano, dove ha completato gli studi con un master in giornalismo. Appassionato di sport e tecnologia, compie i primi passi presso AdnKronos e Mediaset. Oggi collabora con Dazn e Innovation Post.

Francesco Bruno ha 64 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Francesco Bruno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.