Cloud, token e chiavi: la sicurezza di Wibu-Systems a SPS Italia

Wibu-Systems, che si occupa di gestione sicura di software, firmware e dati confidenziali, torna a SPS IPC Drives Italia a Parma, dal 28 al 30 maggio 2019 con un proprio spazio espositivo all’interno del District 4.0, il percorso dedicato alla trasformazione digitale del manifatturiero.

Presso lo stand A002, pad. 7, i visitatori scopriranno le numerose soluzioni hardware e software, che l’azienda ha portato sul mercato nell’ultimo anno.

Wibu-Systems nel mondo cloud

La maggiore novità di quest’anno è l’ingresso nel mondo cloud con un’architettura indipendente, matura, sicura e performante per la gestione delle licenze software interamente su cloud. Il nuovo CodeMeter Cloud di Wibu-Systems affianca CodeMeter Cloud Lite, per potenziare ulteriormente questo comparto, sempre più richiesto da un mercato, che vuole svincolarsi gradualmente dalle tradizionali dinamiche legate alle licenze associate ad elementi hardware e software.


Le licenze vengono protette con CodeMeter Protection Suite, generate, distribuite e manutenute con CodeMeter License Central, e vivono su CodeMeter Cloud Server in speciali contenitori, i CmCloudContainer, assegnati all’utente.

Le chiavi di sicurezza Wibu-Systems

Nonostante il futuro sia sempre più digitale, il presente è ancora altamente hardware. La linea di elementi sicuri di Wibu-Systems punta a promuovere due nuove linee di chiavi di protezione, entrambe con un corpo metallico robusto e personalizzabile ed entrambe disponibili in tre modelli, con memoria flash MLC, pseudoSLC e senza memoria flash addizionale; l’una (la serie “B”), con connettore USB, vincitrice quest’anno del premio iF Design Award, l’altra (la serie “D”), con connettore USB di tipo C, pronta per la nuova ondata di dispositivi embedded e mobile in arrivo.


Di particolare rilievo per l’industria intelligente è CodeMeter Keyring, lo strumento per la gestione di password e titolarità, che, in qualità di password manager e password provider, funge da interfaccia tra la tecnologia CodeMeter e le applicazioni IDE, quali ad esempio il Portale TIA di Siemens o Studio 5000 Logix Designer di Rockwell Automation. Con un’amministrazione granulare dei ruoli degli utenti e dei tempi di accesso, protegge l’IP legato all’eseguibile e al runtime.
Sarà possibile approfondire questa tematica durante il workshop “Archiviazione Sicura e Distribuzione delle Chiavi Digitali in Ambienti Industriali”, che Wibu-Systems presenterà il 28 maggio, dalle ore 11.30 alle 12.30, nell’Arena Digital & Software. Durante questo momento educativo, Ruediger Kuegler, VP Sales e Security Expert di Wibu- Systems, entrerà nel dettaglio di come CodeMeter generi ed archivi in modo sicuro su computer e PLC le chiavi crittografiche e i certificati digitali, atti a identificare le macchine e proteggere le comunicazioni M2M. La tecnologia è scalabile, da una soluzione software a basso impatto sulle risorse, a una soluzione più sofisticata, che si avvale di un elemento hardware sicuro, ed è abbinabile alla gestione di licenze e diritti utente.

Il token CodeMeter Certificate Vault

Va inoltre sottolineato il ruolo di CodeMeter Certificate Vault, il token provider compatibile con PKCS#11, progettato da Wibu-Systems per semplificare la gestione sicura di identità, firme digitali, e-mail o VPN, grazie alla sua ottimale integrazione con CNG, l’API crittografica di prossima generazione di Microsoft, e con l’API OpenSSL. Il nuovo sistema di autenticazione forte fa uso del contenitore per licenze CmDongle, la chiave di protezione di Wibu-Systems con chip smart card integrato. È all’interno del dispositivo hardware, sia esso una chiave di protezione USB, una carta di memoria sicura o un ASIC, che il file viene decrittografato e il certificato reso pronto per l’uso. L’utente può anche affidare l’intera operazione alla sua autorità di certificazione.

Daniela Previtali, Global Marketing Director e Business Developer per l’Italia di Wibu-Systems, vede un futuro in rapida ascesa per l’intero comparto industriale: “I surplus produttivi cui ci siamo abituati saranno presto un ricordo del passato, attività professionali alienanti non avranno più spazio nella nuova società che stiamo costruendo, i processi manifatturieri saranno rimodellati costantemente sulla base dei dati raccolti in tempo reale, l’intelligenza artificiale sta entrando nelle nostre vite con le prime proposte realmente avvincenti e convicenti – dobbiamo solo fare i conti con i rischi di un mondo interamente digitale e dare alla cyber sicurezza il posto d’onore che merita in questo nuovo contesto storico”.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 546 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest