La manifattura tra pandemia e innovazione, la survey del Laboratorio RISE

L’emergenza sanitaria legata al coronavirus ha accelerato il percorso di innovazione delle imprese, soprattutto del settore manifatturiero, verso la trasformazione digitale dei propri processi. Uno degli impatti rilevanti della pandemia è relativo proprio alla maggiore importanza data all’innovazione digitale.

Per analizzare questi aspetti, comprendendo quali siano le conseguenze in termini di produzione e di evoluzione dell’innovazione in azienda, Laboratorio RISE – Research & Innovation for smart enterprises dell’Università di Brescia la ricerca “Impresa smart 4.0”.

Le sfide della pandemia per il manifatturiero

Il ricorso a soluzioni digitali è stato fondamentale per garantire la continuità operativa e produttiva delle aziende a partire dalla primavera, quando il lockdown imposto dal Governo per consentire di contenere il dilagare del virus ha avuto ripercussioni importanti sulle imprese e i professionisti.

Nelle aziende manifatturiere oltretutto il ricorso a soluzioni come lo smart working sembrava impossibile: essere costretti ad adottare questa metodologia di lavoro per evitare conseguenze ancora più gravi sulla propria attività ha aperto a nuove prospettive, permettendo agli imprenditori del manifatturiero di capire che in modalità smart si possono svolgere le proprie mansioni grazie alle tecnologie digitali.

Una lezione utile anche per il futuro: l’emergenza ha permesso alle imprese manifatturiere di capire che attraverso la digitalizzazione è possibile mantenersi operativi anche in condizioni di difficoltà, con personale ridotto e in caso si presenti la necessità di modificare la propria organizzazione.


La ricerca di Laboratorio RISE

La ricerca “Impresa Smart 4.0” punta proprio a comprendere quali siano stati i cambiamenti portati dalla pandemia relativamente alla trasformazione digitale nelle aziende, quale sia stata la risposta delle imprese all’emergenza e, soprattutto, quali sono i vantaggi riscontrati dall’aver adottato strumenti innovativi per la propria attività. Importante anche capire quali siano gli elementi che rappresentano un freno per gli investimenti nell’ambito della digitalizzazione.

Tutte le informazioni per partecipare alla survey sono disponibili alla pagina dedicata.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.