Universal Robots presenta la Carta delle Idee della robotica collaborativa

Fornire idee per un uso evoluto, e sostenibile, della robotica collaborativa per supportare la crescita e l’evoluzione del sistema Paese: questo è lo scopo della Carta delle Idee della robotica collaborativa, il Manifesto che Universal Robots presenterà in un evento virtuale il 14 aprile alle ore 11.

Il documento è frutto dello sforzo congiunto dell’azienda e altri 12 esperti del settore che hanno partecipato alla prima edizione degli Stati Generali della Robotica Collaborativa lo scorso 26 novembre.

“Credo che la forza maggiore di questo documento multi stakeholder sia proprio nella genesi corale, nel fatto che capitalizzi sul fondamentale contributo di 12 dei maggiori esperti italiani in questo campo, fra cui 3 delle maggiori aziende (Pirelli, Ferrero e Vitesco Technologies Italy)”, commenta Alessio Cocchi, country manager Italia dell’azienda danese.

Insieme a Cocchi, alla conferenza parteciperanno Bruno Siciliano (docente dell’Università di Napoli Federico II e consulente del MUR), Antonio Bicchi (docente dell’Università di Pisa e dell’IIT di Genova), Andrea Zanchettin (docente del Politecnico di Milano), Lorna Vatta (direttrice esecutiva del centro di competenza Artes 4.0), Francesco Messano (sindacalista della UILM) e Alessandro Tassinari, digital fabrication expert della fondazione FEM di Modena.

Interverrà anche, con un messaggio, il ministro Maria Cristina Messa, titolare del dicastero dell’Università e della Ricerca (MUR). Il MUR, infatti,  ha riconosciuto l’importanza della robotica come tecnologia abilitante per il Paese, definendone il ruolo all’interno del Piano Nazionale della Ricerca 2021-2027.

Oltre a discutere del ruolo della robotica all’interno del PNR (il Programma nazionale della ricerca) si affronteranno varie tematiche: dalle potenzialità del connubio robotica-intelligenza artificiale per le PMI, all’utilizzo al di fuori della fabbrica, alle competenze necessarie alle imprese e al ruolo che la robotica può avere nella formazione dei cittadini del domani.

L’evento sarà il primo passo del processo di attuazione delle idee contenute nella Carta, come spiega Cocchi: “Stiamo infatti organizzando diversi appuntamenti che andranno ad approfondire ogni specifica idea per comprenderne, individuando i corretti soggetti da coinvolgere, come trasformarla in realtà. La presentazione, quindi, è un punto di partenza, che auspichiamo animi il dibattito intorno alla robotica collaborativa e al contributo che può dare, in maniera polivalente, in moltissimi ambiti”.

Per partecipare all’evento è necessario registrarsi, compilando il form dedicato sul sito di Universal Robots.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.