Trarre il massimo vantaggio dagli investimenti in sostenibilità può non essere facile. Ma certamente è possibile. Anche fare leva sulle best practice per creare nuove opportunità di crescita non è un percorso banale. Eppure c’è chi lo ha fatto. Ma come sapere in che modo il settore finanziario premia le logiche ESG (Environmental, Social and Governance) e quali sono i vantaggi e le opportunità che operano in un settore importante e strategico come il manifatturiero? E perché una maggiore responsabilità verso i prodotti, i processi di produzione, le persone e i territori nei quali operano le imprese aumenta la fidelizzazione dei consumatori e quindi i risultati di business?

Quello dei criteri ESG è un ambito nuovo e in continua evoluzione progressiva, davanti al quale è sempre più importante fare chiarezza per coglierne tutte le straordinarie potenzialità di sviluppo.

Davanti alle incertezze che dominano lo scenario, ancora tutto in divenire, l’esigenza di risposte si fa di ora in ora più pressante. Ecco dunque le risposte che cercherà di portare il webinar “Sostenibilità sostenibile ESG: le imprese italiane verso il futuro“, organizzato dalla testata di Digital360 dedicata all’ESG, ESG360.it, per il prossimo 14 giugno dalle 17 alle 18.30.

ESG: una risposta a tutti i quesiti

L’appuntamento nasce con l’obiettivo di rispondere a queste e altre domande grazie alla partecipazione di diversi esperti e alla testimonianza di Eni, che sta realizzando un percorso ESG che coinvolge e supporta anche tutto il proprio ecosistema di fornitura.

Numerosi i temi chiave che verranno approfonditi nel corso dell’evento, le cui iscrizioni sono aperte a questo link.

“Si parlerà di come affrontare la dichiarazione non finanziaria e il bilancio di sostenibilità – spiega Mauro Bellini, direttore responsabile di ESG360.it e moderatore del dibattito -, ma anche di come valutare capital investment e rischio ESG, della sostenibilità come requisito per la partecipazione alle catene del valore globali e dello scenario normativo e di compliance per il percorso verso la sostenibilità”.

Non solo. Il digital event indicherà anche le possibili soluzioni per accompagnare e supportare le imprese, di qualsiasi dimensione, verso obiettivi ESG, e porrà uno sguardo sui possibili impatti del valore della sostenibilità sulle catene di fornitura.

I protagonisti dell’evento

Autorevoli le voci in campo. Il webinar vedrà infatti susseguirsi gli interventi di Sergio Fumagalli, Advisor Data Protection di P4I – Parteners4Innovation, Andrea Reghelin, Audit & Compliance Director di P4I, e delle imprese e organizzazioni che porteranno il loro contributo all’evento come Eni, Refinitiv, Anima Sgr, Altis – Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ed ESG Data.

Eni, una strategia e un percorso focalizzato su sostenibilità ed ESG

Eni, realtà ormai da tempo sul podio del mondo ESG, metterà al centro della scena Open-es, piattaforma digitale per la condivisione di dati relativi alla sostenibilità delle filiere produttive nata dalla partnership con Boston Consulting Group (BCG) e Google Cloud. Strumento innovativo, inclusivo e aperto a tutte le aziende impegnate nel percorso di transizione energetica, Open-es mette a confronto realtà virtuose che intendano crescere e migliorare le loro performance economiche seguendo i principi della sostenibilità.

Accedendo al sito www.openes.io, l’azienda, sia essa una Pmi o un grande player industriale, entra infatti a far parte di una vera community che promuove lo sviluppo di processi collaborativi e non competitivi con l’obiettivo di scrivere un futuro basato su 4 pilastri fondamentali: Pianeta, Persone, Prosperità economica e Principi di Governance aziendale. Questi sono alla base delle metriche ambientali, sociali e di governance (ESG) “Stakeholder Capitalism Metrics”, definite dal World Economic Forum e dall’International Business Council (IBC).

L’esperienza rientra nel quadro dell’ampio impegno di eni sul fronte ESG. Recentemente il gruppo, in collaborazione con CDP Equity, ha dato vita a GreeniT, una joint venture che punta alla produzione di energia elettrica primariamente da fonti rinnovabili come impianti fotovoltaici ed eolici (puntando a raggiungere 1000 MW entro il 2025). Ma Eni è anche promotore del progetto JUST – Join Us in a Sustainable Transition, un vero e proprio percorso di crescita e sviluppo comune, in cui i principi di tutela ambientale, crescita sociale, e sviluppo economico diventano linea guida di ogni relazione con i fornitori, con applicazioni concrete e di impatto misurabile in ogni fase del processo di Procurement.

Refinitiv, il data provider di LSEG

Fra i protagonisti del digital event spiccherà anche la voce di Refinitiv, azienda LSEG (London Stock Exchange Group) fra i maggiori fornitori mondiali di dati e infrastrutture sui mercati finanziari. Con un fatturato di 6,25 miliardi di dollari, oltre 40.000 clienti e 400.000 utenti finali in 190 Paesi, Refinitiv guida le imprese sugli investimenti in prodotti e tecnologie chiave, allo scopo di guidare le prestazioni e l’innovazione tra tutti i membri (investitori, banche, trading, società, governi e altro ancora). In questo quadro, supporta gli investitori nel soddisfare i requisiti del regolamento sull’informativa per la finanza sostenibile, fornendo informazioni, approfondimenti e tecnologia che consentono ai clienti di prendere con sicurezza decisioni critiche di investimento, trading e rischio grazie all’uso di una piattaforma aperta unica.

ESG Data: piattaforma per decisioni Environmemtal Social Governance

ESG Data – Global responsibility network rappresenta una piattaforma dedicata alla sostenibilità promossa da MarketInsight.it e PmiReboot.it. Il servizio riunisce aggiornamenti e servizi provenienti dai due siti proprietari con focus su ambiente, sociale e governance per grandi e piccole aziende, ESG Data consente di monitorare trend e novità per rimanere aggiornati e incentivare la crescita del proprio business in un momento nel quale la sostenibilità è ormai unanimemente considerata un driver per la creazione di valore e per lo sviluppo futuro.

Altis: il ruolo della formazione alla sostenibilità

Altis, Graduate School Business & Society, é la scuola di alta formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano che offre offre programmi MBA , master specializzati e molti percorsi di formazione per dirigenti. Altis ha focalizzato la propria attenzione e i propri servizi sui temi del rapporto tra innovazione, sostenibilità e competitività delle imprese.

Il mondo finanziario e l’ESG

Anima SGR, uno dei più grandi gruppi del risparmio gestito in Italia, con un patrimonio complessivo in gestione di oltre 194 miliardi di euro e più di un milione di clienti porta la visione del mondo finanziario, le prospettive e le scelte legate ai criteri di sostenibilità e la crescente importanza di considerare i parametri ESG per analisi e scelte di portafoglio.

P4I: accompagnare le imprese di qualsiasi dimensione verso l’ESG

I vantaggi dell’ESG non sono riservati alle grandi imprese che possono contare su strutture, competenze e risorse adeguate. Anche le aziende di piccole e medie dimensioni non solo possono affrontare queste sfide ma devono essere nella condizione di prepararsi a questa trasformazione. P4I mette a disposizione competenze e advisory per guidare e supportare le imprese in questi percorsi.

Le iscrizioni al webinar sono aperte a questo link.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.