La SPS di Norimberga raddoppia: un programma aggiuntivo di eventi e keynote per la fiera in digitale

Inizia a delinearsi il programma di SPS Smart Production Solutions, una delle fiere europee più importanti dedicate all’automazione, che quest’anno si svolgerà a Norimberga dal 23 al 25 novembre e online dal 15 novembre al 3 dicembre.

Ad oggi sono 756 gli espositori che hanno confermato la presenza in fiera – di cui 199 espositori internazionali, provenienti da 27 Paesi – mentre l’ente organizzatore, Mesago Messe Frankfurt, ha confermato di aver aperto anche alla possibilità per gli espositori di partecipare unicamente online.

L’edizione 2021, infatti, sarà un’edizione ibrida: i biglietti per la partecipazione in presenza daranno accesso anche all’evento digitale, che sarà fruibile attraverso la piattaforma “SPS on air”.

Per chi decide di partecipare unicamente tramite la piattaforma, quest’anno Mesago Messe Frankfurt propone, oltre al live streaming delle conferenze e dei keynote che avverranno in presenza, un programma di eventi aggiuntivo dedicati alla platea virtuale.

Un formato pensato per allargare la platea di partecipanti e per mettere a disposizione, anche per coloro che parteciperanno in presenza, gli strumenti della piattaforma, che saranno fruibili già a partire dal 15 novembre e fino al 3 dicembre.

SPS 2021, i temi della fiera

Oltre alle presentazioni in presenza al padiglione 3 a cura delle associazioni industriali tedesche VDMA e ZVEI, il programma prevede un live stream quotidiano dallo studio SPS di Norimberga e contributi pre-prodotti resi disponibili tramite la piattaforma “SPS on air”.

Tanti i temi che verranno trattati nel corso di questa edizione, a partire dai prossimi sviluppi dell’Industria 4.0, al ruolo essenziale delle tecnologie di industrial communication per la digitalizzazione delle aziende, con un focus sui standard di comunicazione emergenti (OPC UA), nuove tecnologie, come TSN (Time Sensitive Networking) e SPE (Single Pair Ethernet), WLAN6 e 5G.

Si parlerà, inoltre, di novità in campo di IT Security, di come l’integrazione della robotica stia cambiando il settore della logistica e delle trasformazioni che stanno interessando la tecnologia di controllo e i sistemi di visualizzazione.

Infine, durante i vari eventi (online e in presenza) si presenteranno diversi esempi di vantaggi derivanti all’applicazione dell’Intelligenza Artificiale in ambito industriale.

Il programma della fiera digitale

Anche quest’anno, gli utenti online potranno usufruire della funzione di matchmaking per connettersi con espositori e partecipanti attraverso chat e videochiamate e potranno anche fissare online appuntamenti in presenza presso i padiglioni espositivi della fiera.

Il programma dell’evento online prenderà il via il 23 novembre con il keynote “How digital technologies are changing production” a cura di Christian Baudis (a partire dalle 10:20), digital entrepreneur e precedentemente Managing Director di Google Germany.

Baudis parlerà di come l’analisi e la raccolta dei dati sta cambiando il modo di produrre e la gestione degli impianti. Si parlerà anche di robotica, sensoristica e cyber security, anche attraverso storie di digital transformation di successo.

Nel pomeriggio, in cambio, gli utenti potranno assistere virtualmente all’intervista a Frank Stührenberg, Ceo di Phoenix Contact.

Nella mattinata del 24 novembre, ZVEI terrà un evento online dove si parlerà delle difficoltà di approvvigionamento delle imprese, della carenza di semiconduttori e dell’impatto di queste crisi sulle catene di fornitura.

Nel pomeriggio, Henning Beck, neuroscienziato e autore di libri best seller parlerà delle diversità tra l’intelligenza umana e quella delle macchine e di come questa può essere utilizzata per promuovere innovazione.

Anche la giornata del 25 novembre prevede due eventi dedicati agli spettatori virtuali, che tratteranno temi legati alla connettività  industriale.

Il programma dell’evento in presenza

Eventi che rimarranno disponibili sulla piattaforma anche per coloro che invece parteciperanno alla fiera fisica. Per questi, Messago Messe Frankfurt ha previsto una serie di keynote e panel presso la Hall 3 della fiera.

Si inizierà con l’evento “Industrial Security in the industry – Status Quo” a cura di VDMA in programma per il 23 novembre (a partire dalle 10:20), per poi proseguire (alle 12:20) con il panel “Machine Safety 4.0” a cura di ZVEI.

La giornata del 24 novembre si aprirà con un evento dedicato al contributo delle tecnologie digitali alla sostenibilità degli impianti dal titolo “DC- System Concept for sustainable factories” organizzato da ZVEI.

Si continuerà nel pomeriggio con l’evento “Value creation from machine data 4.0 – win-win through partnership” a cura di VDMA, che organizzerà anche il primo panel della giornata del 25 novembre, “Industrial communication and how to forecast a likelihood of coexistence”.

L’ultimo evento in programma sarà a cura di ZVEI e si concentrerà sull’utilizzo dei 5G in ambito industriale.

Aree espositive e prevenzione anti-Covid, cosa cambia nell’edizione 2021 della fiera

Per quanto concerne l’organizzazione della fiera in presenza, l’area sarà divisa in 13 padiglioni per un totale di 89 mila mq di spazio espositivo. L’evento in presenza sarà organizzato come di consueto, assicurano gli organizzatori.

I visitatori potranno quindi ritrovare in presenza le aziende che in questi anni sono stati abituati a vedere presso la fiera, nei loro consueti spazi espositivi.

Altro elemento di “normalità” sarà l’assenza degli obblighi di indossare le mascherine e di distanziamento sociale, come prevedono le linee guida del governo tedesco per la partecipazione a eventi in presenza.

Da sottolineare, tuttavia, che l’accesso alla fiera è consentito unicamente per chi ha completato il ciclo vaccinale, per le persone guarite dal Covid-19 e per chi è in possesso di un tampone molecolare negativo svolto da non più di 48 ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

2 thoughts on “La SPS di Norimberga raddoppia: un programma aggiuntivo di eventi e keynote per la fiera in digitale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.