Switch2Product – Innovation Challenge: ecco i 24 progetti vincitori di questa edizione

Si è conclusa con la premiazione dei vincitori la Switch2Product – Innovation Challenge, il programma che valorizza soluzioni innovative, nuove tecnologie e idee d’impresa proposte da team che includono studenti e laureati, ricercatori, alumni e docenti provenienti dall’ecosistema del Politecnico di Milano. Ecco i 24 progetti premiati.

Pubblicato il 19 Dic 2022

I vinvitori della XIV edizione della challenge.

Sono stati selezionati i 24 progetti vincitori di Switch2Product – Innovation Challenge, il programma che valorizza soluzioni innovative, nuove tecnologie e idee d’impresa proposte da team che includono studenti e laureati, ricercatori, alumni e docenti provenienti dall’ecosistema del Politecnico di Milano.

La competizione, giunta alla sua XIV edizione, è organizzata da PoliHub – Innovation Park & Startup Accelerator – l’acceleratore del Politecnico di Milano gestito da Fondazione Politecnico –, dal Technology Transfer Office (TTO) del Politecnico e da Deloitte.

A partire da gennaio 2023 i team vincitori intraprenderanno un percorso di accelerazione di quattro mesi che a maggio li porterà di fronte agli investitori, in un Demo day che concluderà questa XIV edizione.

Innovation Challenge, le novità e le conferme di questa edizione

Confermate anche quest’anno le quattro categorie ispirate alle direttive del NextGenerationEU, che mirano a facilitare l’individuazione di tecnologie e applicazioni nei rispettivi settori: Health&Med Tech, ClimateTech & Circular Economy, Industries Transformation, New ways of working and living.

Novità dell’edizione 2022, i percorsi di accelerazione calibrati sulle specifiche dell’industry di riferimento e sulle necessità di ogni team.

Sempre più numerose le aziende e le istituzioni che hanno sostenuto il programma, dimostrando il crescente interesse verso i temi dell’Energy Transition e della riduzione delle emissioni.

Joule, la Scuola di Eni per l’Impresa fornirà ai team l’opportunità di accedere alla propria community e di partecipare a laboratori esclusivi con le business school del proprio network; la Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi in questi anni ha scelto di premiare i progetti tecnologici, in grado di dare risposte concrete ai temi della transizione energetica, dell’economia circolare, del turismo sostenibile e della trasformazione digitale; Movyon, gruppo Autostrade per l’Italia, sostiene S2P con risorse per progetti relativi alla mobilità, mettendo a disposizione la propria esperienza nello sviluppo e nell’integrazione di soluzioni di Intelligent Transport Systems, con particolare attenzione alle innovazioni volte a rendere più sostenibili e sicure le infrastrutture.

Infine, A2A supporterà progetti in ambito Transizione Energetica ed Economia Circolare, allineati ai propri obiettivi strategici, per contribuire alla crescita sostenibile del Paese.

In questa edizione, accanto a Poli360 – il fondo dedicato al trasferimento tecnologico in Italia e nato dalla collaborazione tra il fondo di Venture Capital 360 Capital e Politecnico di Milano –, si è aggiunto in qualità di investor partner anche Tech4Planet, il Polo Nazionale di Trasferimento Tecnologico per la Sostenibilità, nato su iniziativa di CDP Venture Capital in collaborazione con il Politecnico di Milano insieme al Politecnico di Bari e di Torino, che sosterrà la  crescita di nuove imprese concepite all’interno dei laboratori di ricerca dedicate alla Sostenibilità ambientale, in particolare nei settori energytech, circular economy, sustainable manufacturing, smart mobility e water management.

Numerosi gli sponsor confermati: Polimi Graduate School of Management, che per il quarto anno partecipa alla challenge con i team di studenti iscritti ai programmi MBA ed Executive MBA tra i quali verrà premiato il team ritenuto più meritevole; Bugnion S.p.A., che supporterà le startup che accederanno al percorso di accelerazione con una consulenza dedicata sulla IP strategy; lo studio RP Legal & Tax, che curerà tutti gli aspetti legali con particolare approfondimento degli ambiti IP e venture capital; FSI che sostiene S2P attraverso la partnership con Fondazione Politecnico di Milano.

Infine, Autoguidovie, Janssen, Saes e Saint – Gobain supportano l’iniziativa attraverso la propria expertise e il proprio network.

I team selezionati per il grant S2P

I team selezionati dal Politecnico di Milano che riceveranno il grant S2P da 30.000 euro ciascuno, destinati ad attività di prototipazione e validazione dei progetti sono:

  • Atlas, soluzione che democratizza l’accesso al deep space tagliando i costi legati al controllo da terra dei satelliti
  • Flochip, un chip optofluidico per l’analisi veloce e dettagliata della struttura 3D di cellule, per studi su farmaci, malattie e microbiologia
  • Ipse-XR, soluzione che rivoluzionerà il mondo della neurochirurgia attraverso intelligenza artificiale e realtà aumentata
  • Spark, piattaforma di prototipazione in realtà aumentata che elimina costi e sprechi per una moda più sostenibile ed esalta creatività e collaborazione nel design
  • Tes, che riscalda e deumidifica l’abitacolo dei veicoli elettrici senza ridurre la carica della batteria

Deloitte ha deciso di assegnare un contributo economico al merito, del valore di 30.000 euro, a DisplAId, un progetto di una piattaforma digitale per il monitoraggio delle condizioni di grandi strutture che combina competenze ingegneristiche e algoritmi di intelligenza artificiale per l’analisi dei dati.

Ad Agreen è andato il contributo economico di 30.000 euro messo a disposizione da Joule, che supporterà i team anche attraverso l’accesso al proprio network. Il progetto riguarda fitofarmaci biologici capaci di sostituire quelli chimici attualmente utilizzati favorendo un’agricoltura più sostenibile.

Drype, Moovy e Naste Beauty hanno ricevuto il grant di Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi del valore 30.000 euro ciascuno, assegnato ai progetti maggiormente capaci di generare un impatto positivo sul sistema economico locale.

Drype è una tecnologia che semplifica il trasporto e la gestione delle bevande alcoliche, riducendone l’impatto ambientale con un cocktail solubile in acqua dall’esperienza originale e divertente.

Il progetto presentato da Moovy ha riguardato invece un gioco che rende la logopedia e la riabilitazione una vera esperienza interattiva, divertente e efficace. Naste Beauty è invece stato premiato come brand cosmetico che valorizza i sottoprodotti agroalimentari per un’offerta accessibile e sostenibile. Inoltre, Naste Beauty ha vinto anche la possibilità di accedere a RedZone, un percorso di accelerazione tecnologica all’interno degli Open Labs di Saes.

Gli altri progetti vincitori della XIV edizione

Movyon ha, invece, assegnato il grant di 30.000 euro a SunCubes – un sistema di ricarica satellitare tramite tecnologia laser per sviluppare l’infrastruttura energetica spaziale –, come progetto capace di supportare in modo sostenibile il potenziamento della rete IoT al servizio dell’infrastruttura autostradale.

A2A ha scelto di supportare Plasbreaker con 30.000 euro assegnati al progetto Climate Tech più meritevole. Nello specifico, si tratta di una tecnologia a emissioni zero di pirolisi liquida che favorisce un modello di economia circolare con la co-produzione di basi lubrificanti e metanolo a partire da rifiuto plastico.

Loopler, soluzione digitale che fornisce tracciabilità all’industria degli imballaggi in plastica, utilizzando la blockchain e premiando i consumatori che riciclano, grazie al Premio GSoM, avrà la possibilità di accedere gratuitamente alle settimane internazionali organizzate dalla School of Management del Politecnico di Milano.

Gli altri progetti premiati sono:

  • POWD3R, il servizio che trasforma scarti plastici in materiali sostenibili e digitalmente tracciabili, supportando nell’identificazione delle migliori strategie di circular economy (categoria ClimateTech & Circular Economy)
  • Revolup,  macchina che produce energia elettrica recuperando il calore di scarto da contesti industriali e residenziali (categoria ClimateTech & Circular Economy)
  • AI – DigiT, software basato su intelligenza artificiale per progettare motori elettrici in modo più semplice e veloce (categoria Industries Transformation)
  • Ardesia, un sensore a raggi X che rende più veloci gli esperimenti scientifici in medicina, biologia e scienza dei materiali (categoria Industries Transformation)
  • Nautilus, sistema di navigazione per guidare a destinazione satelliti nello spazio profondo (categoria Industries Transformation)
  • NeuSonus, sistema adattivo di manutenzione predittiva di veicoli basato su dati vibrazionali e strumenti di machine learning (categoria Industries Transformation)
  • Anitya, sistema di supporto e trattamento per aiutare chi soffre di Body-Focused Repetitive Behaviors a riconoscere e ridisegnare le abitudini dannose (categoria New ways of working and living)
  • Cap_able, una tecnologia per produrre abbigliamento in grado di proteggere i dati biometrici del volto (categoria New ways of working and living)
  • FloFleet, dirigibili autonomi ed elettrici per il monitoraggio di infrastrutture energetiche (categoria New ways of working and living)

Bugnion e RP Legal & Tax offriranno servizi di supporto specifici per i team che ne faranno richiesta. Nel dettaglio, Bugnion, per offrirà servizi inerenti la tutela e la valorizzazione della Proprietà Intellettuale, nell’ottica di proteggere i valori e il sapere delle imprese per supportarle nella propria crescita.

RP Legal & Tax, affronterà invece il tema della Proprietà Intellettuale da un punto di vista legale e della relativa contrattualistica, di diritto societario e stipula di contratti di investimento in ambito Venture Capital fino ai contratti commerciali.

Infine, nel corso dell’accelerazione, i Growth Partner come NemoLab, Simbiosi, Cnr IFT e BIO4Dreams offriranno il proprio supporto ai team e i Service Partner – SmartRevolution, Soldo e Bandzai – forniranno servizi on demand attivabili dai team accelerati.

Tutti i team selezionati sono poi invitati a partecipare al Programma di Accelerazione imprenditoriale della durata di quattro mesi, realizzato da PoliHub, che partirà a gennaio 2023 e li accompagnerà nelle fasi più importanti di validazione di mercato.

Valuta la qualità di questo articolo

C
Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 3