Global Innovation Index, Italia solo 28ª (su 50) nella lista dei Paesi più innovativi al mondo

L’Italia si posiziona solo al 28mo posto nella classifica del “Global Innovation Index 2022”. A penalizzare il nostro Paese sono le performance in materia di infrastrutture, politiche a sostegno degli investimenti d’impresa, market capitalization e numero e valore di investimenti di venture capital. Migliori invece le prestazioni per quanto riguarda l’innovazione nell’industria, dove l’Italia si posiziona al primo posto per diversificazione industriale.

Continua a leggere

Il nuovo imperativo della Meccatronica è personalizzare in modo competitivo

Scegliere di innovare i propri processi produttivi, investire in nuove tecnologie, formare il proprio personale tecnico, non è più sufficiente oggi per essere considerati innovativi e poter competere in modo efficace sui mercati globali. Se ne è parlato in occasione degli Stati Generali della Meccatronica, giornata dedicata alla connessione tecnica e culturale tra distretti industriali e territori nel nome della meccatronica.

Continua a leggere

Realtà aumentata, virtuale e mista: tipologie, trend, applicazioni e vantaggi delle tecnologie immersive per l’industria

Già diverse aziende utilizzano la realtà virtuale e la realtà aumentata per applicazioni in grado di generare un grande valore aggiunto. Ma come si differenziano le tecnologie immersive, quali sono le applicazioni e i vantaggi nell’industria e come si evolverà il mercato nel futuro? Un recente rapporto di McKinsey cerca di rispondere a questi quesiti.

Continua a leggere

Smart manufacturing, il mercato supererà i 235 miliardi di dollari nel 2028: trend, tecnologie e key player del settore

Secondo un rapporto di Markets N Research, il mercato dello smart manufacturing raggiungerà un valore di 235,1 miliardi di dollari entro il 2028 spinto sia da una maggiore accettazione delle tecnologie dell’IoT e del cloud da parte delle aziende sia dal crescente bisogno di applicazioni basate sui Big Data. Elettronica e automotive spingono la domanda di innovazione tecnologica.

Continua a leggere

Taisch: “I Competence Center funzionano, Industria 4.0 fondamentale per le imprese e il Paese”

Secondo Marco Taisch la risposta alle sfide che oggi le aziende si trovano ad affrontare – la crisi delle catene di approvvigionamento, i prezzi crescenti dell’energia, la mancanza di competenze e la sostenibilità – sta nel “presidiare correttamente la transizione digitale”. L’Industria 4.0 permette di efficientare la fabbrica, ridurre i costi e i consumi, ottimizzare i processi e abilitare la transizione ecologica. L’intervista al presidente del Competence Center MADE.

Continua a leggere

Una legge per l’industria a zero emissioni: così l’UE punta alla leadership in materia di innovazione green

A Davos la Presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen ha presentato il Piano industriale europeo per attuare il Green Deal e fare dell’Europa un leader nel campo delle tecnologie pulite attraverso un Fondo europeo per la sovranità, una legge per l’industria a zero emissioni e una sulle materie critiche, per proteggere l’industria europea dalla concorrenza di Stati Uniti e Cina e accelerare sul raggiungimento degli obiettivi del Green Deal.

Continua a leggere

Rischi informatici, interruzione delle Supply Chain ed economia: i rischi d’impresa più rilevanti nel 2023 in Italia e nel mondo

L’Allianz Risk Barometer 2023, l’indagine annuale sulla percezione dei rischi d’impresa, conferma che i rischi informatici sono il principale fattore di rischio per le imprese a livello mondiale. Ma cresce anche la percezione del pericolo connesso all’inflazione, alla possibilità di una recessione, all’impatto della crisi energetica e all’interruzione delle catene di fornitura, che è il rischio principale per le aziende del settore manifatturiero.

Continua a leggere

Fortis: “Vi spiego perché è un errore lasciar morire il Piano Industria 4.0”

Dalle colonne de Il Sole 24 Ore Marco Fortis lancia l’appello al Governo Meloni affinché riprenda lo spirito originario del piano Industria 4.0 ripartendo dal 2016, rilanciandolo “in tutto il suo potenziale”, anziché “lasciarlo morire” come invece sta accadendo. Nella sua analisi l’economista spiega perché gli incentivi sui beni strumentali servono ancora alle imprese, quali benefici hanno portato alla meccanica e al PIL del Paese

Continua a leggere

Cyber security, le RTU industriali sotto attacco: una (falsa) notizia che desta preoccupazione

La notizia di un attacco ransomware a una RTU, il primo di questo genere, da parte del collettivo di hacker GhostSec, ha suscitato un notevole interesse poiché segnerebbe l’inizio di una nuova fase nel cybercrime, che guarda con crescente attenzione ai dispositivi di controllo industriale. Anche se è stato dimostrato che in realtà il collettivo ha hackerato un router e non una RTU, la facilità in cui gli hacker sono riusciti a entrare nel sistema dimostra come nelle aziende industriali ancora manchino gli accorgimenti di base a tutela della cyber security dei sistemi e degli asset utilizzati.

Continua a leggere

Verso l’Industria 5.0: sfide e vantaggi di un modello umanocentrico

Abilitare un’industria umanocentrica che riduca il proprio impatto sull’ambiente e promuova il benessere dei lavoratori e delle comunità nelle quali operano le aziende non è un cambiamento semplice. Se ne è discusso nel corso dell’incontro “Verso l’Industria 5.0: sfide e vantaggi di un modello umanocentrico” promosso dall’Industrial Innovation Lab, il laboratorio culturale che ha l’obiettivo di creare un ecosistema imprenditoriale sostenibile, rispettoso dell’ambiente e delle persone, per l’evoluzione dell’industria manifatturiera in Italia.

Continua a leggere