Fiorenzo Bellelli, CEO di Warrant Hub

Bellelli (Warrant Hub): “Riconquistare la fiducia delle imprese è fondamentale per il successo degli incentivi”

Per tornare a crescere e superare la crisi della pandemia le imprese devono avere a disposizione un quadro pluriennale di misure di sostegno che dia stabilità e permetta loro di pianificare gli investimenti. Ma servono anche incentivi semplici e di interpretazione certa e una rinnovata credibilità della politica industriale. Anche le imprese devono fare la loro parte, lavorando sulla cultura aziendale e prestando maggiore attenzione alla formazione delle nuove competenze a supporto della trasformazione digitale. L’intervista a Fiorenzo Bellelli, Amministratore Delegato di Warrant Hub.

Continua a leggere

Ricerca e sviluppo, il rischio del credito inesistente mina l’efficacia degli incentivi

Il vice presidente di Confindustria Francesco De Santis sottolinea alcuni elementi elementi che rischiano di frenare gli investimenti delle imprese in attività di ricerca, sviluppo e innovazione: da una parte l’incertezza sulle attività agevolabili con il credito d’imposta, dall’altra il rischio di incorrere nel reato di credito inesistente. Anche il dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico Marco Calabrò auspica che si faccia chiarezza, denunciando che iniziano a emergere seri dubbi sulla reale efficacia del credito d’imposta. Il punto sui fattori che rischiano di minare l’efficacia di una misura nata invece proprio con lo scopo di fornire agli imprenditori un quadro pluriennale stabile per stimolare gli investimenti in R&S&I.

Continua a leggere

Il 18 marzo la web conference del Consiglio nazionale periti industriali sulla trasformazione digitale delle imprese

“Da Industria 4.0 a Transizione 4.0: il ruolo dei professionisti nella trasformazione digitale delle imprese”: il 18 marzo 2021 la web conference del Consiglio nazionale periti industriali. Tra gli ospiti Stefano Fricano del Mise, Valentina Carlini di Confindustria, Marco Taisch del Made e Marco Vecchio di Anie Energia.

Continua a leggere

In arrivo il Decreto Sostegni con i correttivi al piano Transizione 4.0: ecco tutti i nodi da risolvere

Nel prossimo decreto sostegni, atteso a giorni, il Governo interverrà per mettere a posto anche alcune incongruenze del piano Transizione 4.0 licenziato dal Parlamento nella scorsa Legge di Bilancio. Il primo punto da sistemare è la questione delle coperture per il credito d’imposta per l’acquisto di beni materiali non 4.0 (ex superammortamento), per cui occorrerà stanziare diversi miliardi. Ci si attende però anche un potenziamento di alcune aliquote e la correzione di alcuni errori materiali, oltre alla soluzione dei problemi relativi alla sovrapposizione tra il vecchio e il nuovo regime.

Continua a leggere

L’incentivo cambia in corsa, ma la nuova norma può essere retroattiva? La bussola per orientarsi

Sempre più spesso si sente parlare di modifiche retroattive alle leggi vigenti. Il che contribuisce a quell’incertezza che è il più grande nemico di chi sta pianificando degli investimenti. In questo articolo vi spieghiamo perché troppo spesso si usa a sproposito la parola “retroattività”. Gli esempi riferiti a quello che a breve accadrà con la nuova modifica del Piano Transizione 4.0

Continua a leggere

Nuovo Piano Transizione 4.0, ecco i chiarimenti del Ministero ai dubbi delle imprese

E’ possibile fruire del credito d’imposta per l’acquisto dei beni strumentali in più di tre anni? Quale aliquota si applica agli investimenti avviati nel 2020 e conclusi nel primo semestre 2021? Con la proroga e rafforzamento del Piano Transizione 4.0 sono arrivati tanti vantaggi per le imprese, ma anche diversi dubbi legati a un testo della legge non sempre di univoca interpretazione. Marco Calabrò, dirigente del Ministero dello Sviluppo Economico, ha risposto a tantissime domande delle imprese in un incontro organizzato da Federmacchine e Anima. Ecco tutte le risposte.

Continua a leggere

Transizione 4.0, l’evento di Federmacchine e Anima con gli esperti del Ministero aperto ai lettori di Innovation Post

Quale aliquota si applica agli investimenti avviati nel 2020 e conclusi nel primo semestre 2021? In quali casi un intervento di ammodernamento può godere del credito d’imposta al 50%? E’ possibile fruire del credito d’imposta in più di tre anni? Per rispondere a questi e altri quesiti sul nuovo Piano Transizione 4.0 Federmacchine e Anima – Confindustria Meccanica hanno organizzato un incontro da non perdere mercoledì 10 febbraio alle ore 14. A presentare il piano e rispondere alle domande il dirigente del Mise Marco Calabrò. L’incontro è aperto anche ai lettori di Innovation Post.

Continua a leggere
Foto: Ruggiero Scardigno

Beni strumentali, il 2021 sarà in crescita (+8,9%), ma servono fiducia e stabilità

Nel 2020 l’industria costruttrice di beni strumentali ha registrato un calo del 17,9% sull’anno precedente: ma secondo le elaborazioni del Gruppo Statistiche di Federmacchine il 2021 farà registrare una ripresa, anche grazie agli incentivi fiscali previsti dal piano Transizione 4.0.

Continua a leggere

Transizione 4.0, ecco i codici tributo per fruire del credito d’imposta per l’acquisto dei beni strumentali

Con la risoluzione 3/E del 13 gennaio 2021 l’Agenzia delle Entrate ha istituito gli attesi codici tributo necessari per fruire dei crediti d’imposta previsti dal piano Transizione 4.0. I codici sono sei: tre per l’edizione 2020 del piano e altri tre per la nuova edizione 2021-2022 che ha però avuto inizio il 16 novembre 2020. 

Continua a leggere