Al via l’iter della riforma degli incentivi, Urso: “Un codice per bloccare la giungla delle agevolazioni”

La riforma degli incentivi, prevista nell’ambito del PNRR, punta a ridurre la frammentazione delle agevolazioni per le imprese che nel 2021 sono arrivate a sfiorare i 2000 incentivi: una “giungla”, come la definisce il ministro Urso, che impedisce a questi interventi di essere pienamente efficaci. Un codice dell’incentivazione conterrà le regole generali che dovranno osservate da tutte le agevolazioni, che dovranno essere proporzionate allo scopo che si prefiggono e avere effetti misurabili.

Continua a leggere

Aiuti di Stato, Urso: “Per l’industria serve un Piano europeo più ambizioso”

Il Ministro delle imprese e del Made in Italy, Alfonso Urso, ha espresso un giudizio solo in parte positivo rispetto alla comunicazione della Commissione europea relativa alla revisione del quadro temporaneo degli aiuti di Stato che rientra nell’ambito del Green Deal Industrial Plan, la strategia europea per accelerare la transizione dell’industria verso la sostenibilità e vincere così anche la competizione di Cina e Usa. Secondo il Mimit, le proposte della Commissione sono un punto di partenza, ma occorre adottare un piano per l’industria europea più ambizioso, oltre che assertivo, competitivo e solidale. La proposta italiana in quattro punti

Continua a leggere

Il ministro Urso visita il cantiere di STMicroelectronics a Catania: “Puntiamo sulle tecnologie di frontiera”

Se i Big Data sono il “nuovo petrolio”, i componenti elettronici sono le trivelle che consentono di estrarli e processarli in modo che dai numeri si arrivi alle informazioni e poi alle decisioni. La maggior parte dei chip si fanno a Taiwan, epicentro delle tensioni geopolitiche nell’area del Pacifico, ma anche nel Sud d’Italia si sta muovendo l’importante realtà di STMicroelectronics. Nei piani strategici dell’azienda ci sono i modernissimi semiconduttori al carburo di Silicio – SiC – e il ministro delle imprese e del made in Italy, Adolfo Urso, ha visitato il cantiere dell’impianto che li produrrà.

Continua a leggere

Mimit, Valentini vice di Urso, a Bitonci le deleghe sugli incentivi

Il Consiglio dei Ministri ha nominato Valentino Valentini Vice Ministro al Ministero delle Imprese e del Made in Italy con delega alla promozione e valorizzazione del Made in Italy nel mondo. A Massimo Bitonci vanno le deleghe su incentivi di natura fiscale, mentre a Fausta Bergamotto sono state delegate le attività di indirizzo generale e di supervisione dell’esercizio del potere riconducibili al cosiddetto “difensore civico delle imprese”

Continua a leggere

Piano Transizione 4.0, Urso: “Necessario evitare il dimezzamento delle aliquote nel 2023, ma il piano va rivisto”

Nel corso del suo intervento presso le Commissioni riunite Attività produttive di Camera e Senato, il Ministro delle imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, ha ribadito che l’obiettivo del Governo è mantenere la continuità con il 2022 in materia di credito d’imposta per gli investimenti che rientrano nel Piano Transizione 4.0, evitando così il dimezzamento delle aliquote previsto a partire dal prossimo anno. Tuttavia, il Ministro Urso ha ribadito la necessità di rivedere il Piano adeguando le agevolazioni ai bisogni delle imprese e destinando le risorse in base ai dati di utilizzo degli incentivi, dichiarazione che riapre nuovamente la speranza sul rifinanziamento del credito d’imposta in Formazione 4.0.

Continua a leggere

Il piano Transizione 4.0 non va in soffitta: allo studio un rialzo immediato delle aliquote e poi la revisione strutturale del piano

Mentre restano esclusi sostanziali interventi sul piano Transizione 4.0 nel percorso parlamentare di approvazione della Legge di Bilancio, nei primi mesi del 2023 dovrebbe arrivare un provvedimento ad hoc che ripristini le aliquote del 2022 anche per il 2023. In parallelo il Governo lavorerà con le imprese a una revisione del Piano che diventerà operativa dal 2024

Continua a leggere

Transizione 4.0, i costruttori di macchine scrivono al ministro Urso: “Necessari interventi urgenti per la digitalizzazione e contro il caro energia”

Acimac, Amaplast e Ucima, tre associazioni che rappresentano una quota rilevante della produzione e dell’export italiano di beni strumentali, hanno inviato una lettera al ministro delle Imprese e del Made in Italy Urso per chiedere interventi urgenti sul fronte degli incentivi per la digitalizzazione: tra le richieste la proroga dei termini di consegna dei beni ordinati nel 2021, la strutturalizzazione degli incentivi previsti dal piano Transizione 4.0 e aiuti per traghettare verso la digitalizzazione anche le aziende medio piccole.

Continua a leggere

Riordino dei ministeri, il MISE diventa MIMIT e torna ad avere un ruolo centrale su export e politica energetica per le imprese

È stato approvato del Consiglio dei ministri il decreto-legge che dispone il riordino delle attribuzioni dei ministeri e le nuove denominazioni dei cinque ministeri che cambiano nome, compreso il Ministero dello sviluppo economico, che diventa “Ministero delle imprese e del made in Italy”. Tornano nell’alveo delle competenze del MIMIT alcuni temi che, nelle recenti riorganizzazioni, gli erano stati sottratti: il supporto all’export e un ruolo di primo piano nella definizione delle politiche energetiche per le imprese.

Continua a leggere