Consorzio PI Italia a SPS Italia per supportare la fabbrica all’avanguardia

Il Consorzio PI Italia, l’associazione che promuove soluzioni innovative per l’industria basate sui protocolli di comunicazione Profibus, Profinet, IO-Link e Omlox, rinnova la propria presenza alla SPS di Parma (dal 23 al 25 maggio) presso lo stand D020 del Padiglione 5.

Pubblicato il 16 Mag 2023

csm_IMG20220524102650_7a049eb721

Il Consorzio PI Italia, l’associazione che promuove soluzioni innovative per l’industria basate sui protocolli di comunicazione Profibus, Profinet, IO-Link e Omlox, rinnova la propria presenza alla SPS di Parma (dal 23 al 25 maggio) presso lo stand D020 del Padiglione 5.

Il Consorzio PI Italia ospita sul proprio stand quattro tra le aziende appartenenti al proprio network: dai due centri di competenza: CSMT e GFCC, a Elap e Italcond, realtà che presentano soluzioni basate sui protocolli Profibus, Profinet, IO-Link e Omlox.

Lo speech del 24 maggio

Oltre alla presenza con uno stand, il 24 maggio alle 15, presso la Sala Convegni del Padiglione 7, l’Associazione interverrà con uno dei suoi centri di competenza in uno speech dal titolo “Casi d’uso di tecnologie abilitanti con Profinet: sicurezza e integrazione Robot” dove si parlerà della piattaforma per l’Industria 4.0 fornita dal Consorzio PI International, utile a supportare la transizione digitale attraverso la sicurezza degli impianti e l’integrazione efficiente di robot nella fabbrica.

“I protocolli di comunicazione industriale promossi dal Consorzio rappresentano standard abilitanti per l’innovazione digitale del comparto”, commenta in una nota il Presidente Giorgio Santandrea.

“In una fabbrica in cui centrale è il dato e la sua elaborazione strategica, le soluzioni per processi d’avanguardia non possono che svilupparsi a partire da protocolli aperti, sicuri ed efficienti in termini di automazione e gestione”, aggiunge.

Valuta la qualità di questo articolo

G
Daniela Garbillo

Giornalista pubblicista con 30 anni di esperienza di redazione, coordinamento e direzione maturata presso case editrici, gruppi e associazioni in diversi settori, dalle tecnologie innovative alle energie rinnovabili, dall'occhialeria al beauty, all'architettura. All'attivo anche importanti esperienze in comunicazione, organizzazione di eventi e marketing.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 5