Più funzioni per i controllori PLCnext di Phoenix Contact grazie all’espansione ad innesto sul lato sinistro del PLC

I controllori AXC F 2152 ed AXC F 3152 della gamma PLCnext Technology di Phoenix Contact possono essere estesi anche con una soluzione ad innesto sul lato sinistro del PLC: una soluzione pratica per ampliare il sistema di controllo con funzioni non incluse nella gamma delle applicazioni di base.

Pubblicato il 09 Mar 2021

5276

I requisiti di un’applicazione di automazione possono cambiare nel corso di un progetto o durante il ciclo di vita dell’applicazione. Per questo motivo, l’ecosistema aperto PLCnext Technology di Phoenix Contact offre, oltre al caricamento a posteriori di funzioni da PLCnextStore, anche una soluzione che consente di espandere l’hardware con un meccanismo ad innesto.

Si tratta quindi di un sistema che consente l’affiancamento sul lato sinistro dei controller della gamma PLCnext per aggiungere funzioni non incluse nella gamma delle applicazioni di base.

I controllori AXC F 2152 ed AXC F 3152 possono essere potenziati, rispettivamente, con uno e due moduli di espansione.

Il modulo di espansione AXC F XT ETH 1TX fornisce la funzione di un’interfaccia Ethernet. Un indirizzo Mac dedicato assicura la separazione fisica completa nell’implementazione delle reti.

In qualità di master Interbus, il modulo AXC F XT IB permette, tra l’altro, di continuare ad utilizzare gli impianti esistenti in applicazioni basate su Interbus. Il modulo AXC F XT PB è un master Profibus che scambia dati sia ciclicamente (DP V0) sia in modo aciclico (DP V1), con un massimo di 125 utenze Profibus.

I moduli AXC F XT SPLC 1000 ed AXC F XT SPLC 3000 fungono da controllori di sicurezza fino al livello SIL 3, ai quali possono essere collegati rispettivamente un massimo di 32 o 300 dispositivi Profisafe.

Poiché i moduli affiancati a sinistra comunicano con il controllore tramite il bus PCIe, l’interfaccia standardizzata può essere utilizzata anche da fornitori terzi. La configurazione dei moduli di espansione è uniforme nonostante le diverse funzioni.

Dopo l’innesto di un modulo, il software verifica se ciò è avvenuto nella versione corretta del firmware, restituendo all’occorrenza un messaggio esplicito di errore.

Grazie all’impiego dei moduli di espansione, i PLCnext Control si rivelano la soluzione adatta a pressoché tutte le esigenze di applicazione.

Valuta la qualità di questo articolo

R
Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

email Seguimi su

Articoli correlati

Articolo 1 di 5