Dal gaming al controllo industriale: ecco Critical IoT, la soluzione di Ericsson per usare il 5G nelle applicazioni più esigenti in termini di latenza

Ericsson incrementa le sue capacità 5G abilitando la Time-Critical Communication con Critical IoT,  una soluzione end-to-end che garantirà la bassa latenza costante e l’elevato livello di affidabilità richiesto da applicazioni e servizi time-critical per i consumatori, le imprese e il settore pubblico.

Critical IoT è facilmente implementabile come aggiornamento software su reti 5G pubbliche e private, in aree ampie e di prossimità, su qualsiasi banda di frequenza 5G.

Avendo implementato le reti 5G a livello globale, con servizi avanzati di banda larga mobile e Fixed Wireless Access, la nuova soluzione permetterà agli operatori di migliorare ulteriormente le esperienze d’uso in diversi ambiti:

  • nel cloud gaming
  • nella AR/VR
  • nel controllo remoto
  • nell’automazione per la mobilità
  • nel monitoraggio industriale.

Oltre ai 2,5 miliardi di giocatori mobili stimati in tutto il mondo che godranno di un’esperienza di gioco senza ritardi, la nuova soluzione appassionerà tutti gli utenti 5G che cercano esperienze XR coinvolgenti. Andrà, inoltre, a beneficio delle imprese, delle industrie e degli enti pubblici in cui i processi di produzione o i servizi mission-critical dipendono fortemente da una connettività affidabile ad alte prestazioni.

“Ericsson continua a introdurre soluzioni 5G innovative che contribuiscono alla diffusione del 5G in tutto il mondo. Ora stiamo portando il 5G al livello successivo con la Time-Critical Communication, una soluzione che fornirà ai nostri clienti gli strumenti per espandere le loro offerte nei settori consumer, enterprise e pubblico e monetizzare ulteriormente il 5G”, commenta Per Narvinger, Head of Product Area Networks.

La Time-Critical Communication di Ericsson è un toolbox che consente di risolvere le problematiche legate a ritardi e interruzioni nelle reti mobili. Combina lo standard di comunicazione ultra-affidabile a bassa latenza (URLLC) specificato dalla 3GPP con le innovazioni Ericsson per mitigare i principali problemi di latenza.

Basato sull’esperienza di Ericsson nella rete di accesso radio (RAN), nel Trasporto, nella 5G Core, nella gestione e
nell’orchestrazione dei servizi, nel BSS e nei servizi di supporto, questo prodotto software garantisce una bassa latenza costante (da 50 ms a 1 ms) a livelli di garanzia predefiniti (dal 99,9% al 99,999%), abilitando casi d’uso di tipo time-critical.

Molti casi d’uso emergenti, infatti, sono di natura time-critical e richiedono la garanzia di una bassa latenza costante e di prestazioni altamente affidabili, non possibili nelle reti 4G e 5G di oggi. La nuova soluzione è progettata per rispondere a questa esigenza e mantenere tutte le promesse del 5G.

Alcuni casi d’uso

Ericsson ha sperimentato casi d’uso 5G di tipo time-critical con clienti e partner industriali come BT and Hyperbat, Einride and Telia, Boliden, ABB, Audi, Fraunhofer IPT, DT e Rockwell Automation.

Di recente l’azienda ha collaborato con Deutsche Telekom e Telstra per mostrare i benefici della tecnologia L4S (Low Latency Low Loss Scalable throughput) – una delle nuove funzionalità della Time-Critical Communication – nella riduzione del ritardo in un gioco interattivo sul cloud.

Inoltre, Ericsson ha raggiunto un importante traguardo con MediaTek, dimostrando che il 5G può fornire 1ms di latenza costante con il 99,99% di affidabilità sia in uplink che in downlink su banda mmWave.

“Insieme a Ericsson abbiamo dimostrato cosa può offrire il 5G in termini di bassa latenza costante e di un elevato livello di affidabilità sia in uplink che in downlink. Questa tappa dimostra che il 5G può abilitare le applicazioni più esigenti e di tipo time-critical come il controllo in tempo reale dei sistemi di automazione industriale”, commenta JS Pan, General Manager, Wireless Communication System e Partnerships, presso MediaTek.

“La Time-Critical Communication può cambiare il settore dell’automazione industriale riducendo i cavi, aumentando la flessibilità e abilitando nuove applicazioni digitali grazie alla componente mobilità. La capacità di fornire una bassa latenza costante con un elevato livello di affidabilità sarà cruciale per collegare in modo wireless XR, sensori, controllori e attuatori – aumentando la produttività e l’efficienza delle operazioni industriali”, aggiunge Dave Vasko, Director, Advanced Technology di Rockwell Automation.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.