Trasformare i dati in servizi innovativi: a SPS Italia Ixon mette in risalto i vantaggi della piattaforma Ixon Cloud per OEM e end-user

Ixon, società olandese che fornisce servizi remoti e soluzioni IIoT per costruttori di macchine e system integrator, ha partecipato alla fiera SPS Italia (che si è svolta a Parma dal 24 al 26 maggio) con la piattaforma Ixon Cloud, la piattaforma di IIoT cloud-based che aiuta i costruttori di macchine a trasformare i dati delle macchine installate presso i clienti in servizi e quindi vantaggi competitivi.

“Il fatto di poter accedere ai dati delle macchine istallate presso i clienti permette ai costruttori di conoscere informazioni molto importanti sullo stato di salute delle macchine e su come il cliente le sta utilizzando”, spiega Monica Negri, Field Marketer Italia di Ixon Cloud.

Informazioni che consentono agli OEM non solo di ottimizzare la macchina, ma anche di proporsi al cliente come consulente e offrire servizi mirati, a cominciare dall’assistenza remota, che consente di ridurre gli interventi in loco anche del 60%. Per l’OEM, questo vuol dire una riduzione dei costi e dell’impegno del personale tecnico, mentre per il cliente si traduce in interventi di manutenzione più rapidi.

Non solo, perché l’accesso da remoto consente agli specialisti di manutenzione del costruttore di aiutare, grazie alla realtà aumentata, gli operatori di macchina sul posto a risolvere rapidamente i problemi del macchinario, riducendo così i tempi di fermo e i costi associati.

“Oltre alla manutenzione predittiva la nostra piattaforma offre ai costruttori di macchine la possibilità di cogliere le opportunità derivanti dai dati per offrire servizi innovativi che gli permettono di differenziarsi rispetto alla concorrenza e di fidelizzare il cliente”, spiega Negri.

L’accesso alle informazioni sul parco macchine istallato presso i clienti permette, inoltre, di avere informazioni più precise sull’utilizzo che il cliente sta facendo del macchinario – grazie a delle dashboard personalizzate che monitorano diversi indicatori, come lo stato della macchina e la velocità di produzione –  e intervenire proattivamente per assistere il cliente, aumentando così il tempo di disponibilità della macchina ed evitando al tempo stesso responsabilità non imputabili al costruttore.

Inoltre, grazie alla piattaforma Ixon Cloud, il costruttore può offrire tutti i servizi legati al monitoraggio delle condizioni del macchinario, la gestione degli allarmi e la manutenzione predittiva.

Un percorso non facile, perché con il moltiplicarsi degli oggetti connessi all’interno degli impianti, senza una adeguata strategia le aziende rischiano di ritrovarsi sommerse dai dati e di non riuscire a trasformarli in valore aggiunto. Ixon aiuta i clienti anche in questo percorso, affiancandoli nella definizione della data-strategy, per vincere la sfida della trasformazione digitale.

“E questo avviene grazie a una piattaforma che mette l’accento sulla cyber security, un tema di cui dobbiamo continuare a parlare visto l’aumento degli attacchi informatici a danno delle imprese” commenta Negri.

La sicurezza dei sistemi è un focus primario per gli specialisti di Ixon, che è conforme alla normativa IEC 62443, lo standard di sicurezza con maggiori applicazioni per i macchinari industriali che permette di garantire la totale sicurezza dell’intero sistema dall’hardware al cloud, processi inclusi.

“È importante farsi trovare pronti e i costruttori di macchine possono farlo affidandosi a un partner verticale, specializzato, che ha al suo interno tutte le competenze e know how necessario e che può contare su un team dedicato alla manutenzione della parte di sicurezza”, aggiunge.

Obiettivo della partecipazione a SPS, oltre che tornare finalmente a confrontarsi in presenza con clienti e altre aziende del settore, era quello di mostrare i vantaggi competitivi che i clienti Ixon possono ricavare grazie ai servizi e alle applicazioni basate sulla piattaforma Ixon Cloud.

“Non possiamo che ritenerci più che soddisfatti da questa esperienza, sia per l’interesse ricevuto che per il premio ‘Roberto Maietti’ che SPS ci ha assegnato per la memoria ‘Piattaforme IIoT cloud-based per la gestione ottimizzata e sostenibile delle attrezzature e degli impianti industriali’ “, conclude Negri. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.