MindSphere, un’associazione degli utilizzatori anche in Italia

L’ecosistema MindSphere ha trovato terreno fertile nel nostro Paese. Per questo, dopo la prima esperienza fatta questa primavera in Germania (ne abbiamo parlato qui), nasce anche nel Belpaese MindSphere World Italia, l’associazione che si prefigge di supportare gli utilizzatori ed estendere l’ecosistema basato su MindSphere, il sistema operativo aperto di Siemens per l’Internet of Things, in Italia e anche in Francia, Spagna e Portogallo. A presiederla sarà Giuliano Busetto, Country division lead per le BU Digital Factory e Process Industries And Drives di Siemens Italia e Amministratore di Siemens Industrial Software Srl, mentre il segretario sarà Andrea Gozzi, Business Development Manager per l’Industrial Software della divisione Digital Factory di Siemens Italia.

Per la branca italiana del sodalizio, Siemens ha lavorato con diciassette partner: Buffoli Transfer Spa, Camozzi Digital Srl, Crippa SpA, Engineering Ingegneria Informatica SpA, Famar Srl, Fondazione Politecnico di Milano, Itcore SpA, Jobs SpA, Mario Frigerio SpA, Miraitek Srl, Nordmeccanica SpA, Pama SpA, Rittal SpA, Rettificatrici Ghiringhelli SpA, Salmoiraghi SpA, Sampsistemi Srl, Zani Spa.

MindSphere è un sistema operativo aperto per l’IoT basato su cloud, che consente di raccogliere, analizzare e trasformare i dati già disponibili e prodotti da uno stabilimento, un impianto, un’infrastruttura, una macchina o linea produttiva, in informazioni. Un sistema al servizio dell’industria 4.0.

Gli obiettivi dell’associazione

Gli obiettivi del nuovo sodalizio sono quelli di espandere la portata globale dell’ecosistema, così come fornire supporto ai propri membri nello sviluppo e nel miglioramento delle soluzioni di IoT sulla piattaforma MindSphere oltre che nel coinvolgimento di nuovi mercati nell’economia digitale.


Tra le finalità, anche la definizione di suggerimenti sui requisiti posti alla piattaforma MindSphere dall’industria e di raccomandazioni sulla creazione di regole uniformi per l’utilizzo dei dati. Un altro ruolo dell’organizzazione sarà quello di promuovere la ricerca e sviluppo oltre che il training.

L’importanza della comunità locale

Giuliano Busetto, presidente di MindSphere World Italia, ha spiegato: “La creazione di un’organizzazione locale di utenti MindSphere in Italia e nei paesi assegnati Francia, Spagna e Portogallo rappresenta non solo un altro importante passo avanti nella promozione dell’ecosistema che circonda la piattaforma aperta per l’IoT ma anche un’ulteriore dimostrazione dell’importanza strategica del mercato Italiano per Siemens nel settore industriale, dal manifatturiero ai processi continui, e del ruolo di Siemens, e delle sue divisioni industriali, in Italia a livello mondiale”.

Il manager ha aggiunto: “Assume inoltre grande valore la presenza, tra i soci fondatori dell’associazione, di partner dal mondo dei costruttori di macchina, interessati alla competitività e all’innovazione tecnologica sui principali mercati serviti, così come la presenza di università, partner industriali e anche start up innovative. MindSphere si pone l’obiettivo di essere lo standard IoT per applicazioni su cloud non solo nel mondo industriale ma anche nelle infrastrutture”.

Andrea Gozzi, Segretario Generale di MindSphere World Italia, ha sottolineato: “Con la creazione di una comunità locale che comprende aziende del mondo manifatturiero e del mondo IT, di tutte le dimensioni e provenienti da diversi settori industriali, puntiamo a concretizzare e portare avanti un ecosistema basato su MindSphere. L’ampia esperienza e l’offerta dei partner dell’associazione apriranno agli utenti di tutta Italia, ma anche di Francia, Spagna e Portogallo, un potenziale di digitalizzazione completamente nuovo”.

MindSphere e il potenziale di business

Grande soddisfazione anche dai partner del progetto: “Noi membri di MindSphere World Italia lavoreremo insieme per elaborare procedure e suggerire delle soluzioni per consentire l’interoperabilità tra le diverse attività basate su MindSphere. L’associazione permetterà di coordinarci su temi di tecnologia, marketing e nuovi modelli di business per guidare l’ecosistema a vantaggio di tutti e massimizzando il valore per gli utilizzatori”, ha dichiarato Roberto Crotti, membro del Consiglio direttivo di MindSphere World in Italia e COO di Jobs SpA.

Cruciale nel progetto il rapporto tra business e digital: “La struttura aperta di MindSphere offre a noi utenti una vasta gamma di vantaggi, in particolare grazie al collegamento di macchine e impianti, indipendentemente dal produttore, e grazie anche alla possibilità di sviluppare applicazioni. Nell’ambito dell’associazione, possiamo ora parlare anche con altri utenti di come le tecnologie disruptive stiano cambiando il volto dell’economia e del conseguente potenziale di business che potrebbe essere utilizzato per soluzioni basate sull’IoT”, ha affermato Enrico Conte, membro del Consiglio Direttivo di MindSphere World in Italia e Product manager Metallurgy di Sampsistemi Srl.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Nicoletta Pisanu ha 124 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Nicoletta Pisanu

Un pensiero riguardo “MindSphere, un’associazione degli utilizzatori anche in Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pin It on Pinterest