Mitsubishi porta l’automazione delle macchine utensili a EMO 2019

EMO 2019 è per Mitsubishi Electric il momento in cui le soluzioni di robotica e macchine utensili incontrano il mondo dell’IOT. Mitsubishi Electric è presente in fiera al Pad. 9 – Stand D40, le macchine per Wire cutting and die sinking EDM sono al Pad. 13 – Stand B92.

Mitsubishi Electric in una dimostrazione live spiegherà come la digitalizzazione della produzione possa essere supportata da Umati (universal machine tool interface), che fornisce un’interfaccia comune alle machine utensili per connettersi in modo sicuro agli ecosistemi IT specifici dei singoli clienti, riconosciuta come un “salto di qualità nell’implementazione dell’Industria 4.0 nella produzione” da parte del VDW (associazione tedesca dei costruttori di macchine utensili).

Il contesto

L’utilizzo di robot per l’asservimento di macchine utensili per ottenere vantaggi in termini di velocità e produttività è stato reso più facile grazie all’integrazione della funzione Plug & Play. I visitatori di Emo 2019 potranno vedere l’ultimo controller CNC della serie M8, disponibile con il software Direct Robot Control (DRC) che può essere utilizzato per programmare e operare con robot Mitsubishi Electric.

Gli utenti possono decidere di utilizzare i pannelli di controllo CNC o i pannelli touch screen da 19” per l’installazione e il controllo diretto delle operazioni, senza che sia richiesta alcuna conoscenza specialistica di programmazione, avvalendosi semplicemente del linguaggio di programmazione G-Code e sviluppando di conseguenza elevata flessibilità e un più rapido time-to-market.

La tecnologia Mitsubishi

Grazie all’approccio di manutenzione predittiva realizzato per le macchine utensili, è possibile ridurre i costi e i tempi di fermo macchina; Mitsubishi Electric e il suo partner e-F@ctory Alliance Lenord + Bauer hanno sviluppato una soluzione Advanced Condition Monitoring. Il sistema utilizza encoder intelligenti e completa integrazione dell’intera macchina. Lo “stato” della macchina e i parametri operativi sono registrati e monitorati per supportare la pianificazione delle attività di manutenzione. Grazie a tali funzionalità, il programma di manutenzione sarà semplice e diretto, ed i messaggi del sistema verranno utilizzati tempestivamente per un’immediata assistenza e valutazione di eventuali ricambi.

L’impiego di algoritmi di Intelligenza Artificiale permette di aumentare l’efficacia delle operazioni legate alla manutenzione predittiva. Per mostrare come l’analisi dei dati operativi possa ottimizzare il regime di manutenzione predittiva di una soluzione robotica, sarà presente una soluzione basata su Cloud che utilizza la piattaforma IBM Watson per l’analisi dei dati derivanti dal robot, poi visualizzati su una dashboard intuitiva.

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.