Robotica collaborativa, due appuntamenti a Torino e Padova per conoscere le tecnologie Omron e Schunk

Omron e Schunk organizzano due eventi – il 20 febbraio a Padova e il 4 marzo a Torino – per mostrare al pubblico le opportunità offerte dai robot collaborativi della serie Omron TM e dai sistemi di presa Schunk.

Nel corso delle due giornate, a cui è possibile iscriversi gratuitamente qui per Padova e a questo indirizzo per Torino, si parlerà di tendenze e aspetti di sicurezza della robotica collaborativa, dei riferimenti normativi e dell’importanza della valutazione dei rischi e dei limiti di forza e potenza.

I cobot di Omron

I cobot della linea TM Collaborative Robot di Omron sono stati progettati per offrire agli utilizzatori una soluzione collaborativa sicura, semplice da programmare e  da integrare  con  altre   apparecchiature.

La serie è composta da 12 robot collaborativi, con sbraccio compreso tra 900 mm e 1.300 mm e payload da 4 kg, 6 kg, 12 kg o 14 kg.

La sicurezza è una priorità assoluta per i TM Collaborative Robot di Omron, che sono conformi alla norma tecnica ISO 10218 e alla specifica tecnica ISO/TS 15066. La programmazione semplificata di questi robot non richiede alcuna codifica e alcuna pulsantiera, garantendo all’utente tempi di avvio più veloci. Meno programmazione equivale inoltre a maggiore rapidità e flessibilità nei cambi di produzione, contribuendo a creare vantaggio competitivo producendo varianti di prodotto in piccoli lotti a prezzi contenuti.


Il cobot offre quindi tanta versatilità che ne consente l’impiego in svariate applicazioni, in particolare l’asservimento macchine utensili, il carico e scarico, le operazioni di assemblaggio, incollaggio, testing e saldatura.

Da Schunk la prima pinza certificata

Schunk Co-act EGP-C
La pinza Schunk Co-act EGP-C

Schunk invece presenterà in questa occasione la prima pinza industriale certificata sul mercato specificamente pensata per applicazioni collaborative.

La Co-act EGP-C è la prima pinza industriale certificata dal DGUV Assicurazione tedesca infortuni sul lavoro. Il certificato semplifica l’adempimento circa i requisiti di sicurezza per le applicazioni collaborative e riduce il tempo necessario per certificare l’intero sistema.

Si tratta di una pinza parallela a 2 dita compatta, che [ stata anche insignita dell’iF Design Award 2019, con cover di protezione anticollisione. La pinza copre una vasta gamma di applicazioni, dal piccolo assemblaggio di componenti nel settore dell’elettronica e dei beni di consumo fino alle applicazioni di assemblaggio nel settore automobilistico.

La Co-act EGP-C soddisfa i requisiti di ISO / TS 15066 ed è progettata in modo tale da non arrecare danni fisici alla persona. Una limitazione di corrente garantisce sicurezza e affidabilità secondo normativa.

Franco Canna

Giornalista professionista ed esperto in creazione e gestione di contenuti digitali e social media. Grande appassionato di tecnologia, collabora dal 2001 con diverse testate B2B nel settore industriale scrivendo di automazione, elettronica, strumentazione, meccanica, ma anche economia e food & beverage, oltre che con organizzatori di eventi, fiere e aziende. E’ segretario e membro del Consiglio Direttivo della sezione milanese di ANIPLA, l’Associazione Nazionale Italiana per l’Automazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.