Comau e Exechon insieme per lo sviluppo di soluzioni meccaniche innovative

Comau, noto produttore di soluzioni e prodotti per l’automazione industriale, ed Exechon, società che brevetta tecnologie per lo sviluppo di soluzioni avanzate nel campo delle macchine cinematiche parallele, hanno instaurato una collaborazione per lo sviluppo di nuove soluzioni per la lavorazione meccanica, quali componenti strutturali e telai leggeri, destinate a vari settori industriali, in particolare automotive, aerospaziale ed elettrificazione.

La collaborazione strategica tra le due aziende è nata con l’obiettivo di diventare precursori di un nuovo paradigma di lavorazione meccanica che consenta di gestire pezzi di alluminio complessi, di grandi dimensioni.

Le aziende metteranno quindi a frutto le rispettive competenze per realizzare una soluzione concreta per i propri clienti che possa rispondere, a costo contenuto, ad esigenze chiave nel settore della lavorazione meccanica in costante evoluzione, come l’uso sempre più diffuso di componenti leggeri in grado di ridurre il consumo di carburante e le emissioni di CO2, la crescente importanza dell’elettrificazione per le case automobilistiche e l’aumento del livello di complessità della produzione nel settore aerospaziale.


“L’importanza di questo progetto risiede nella capacità di Comau di offrire un servizio a 360 gradi nel campo dell’elettrificazione, nel quale l’impiego di centri per la lavorazione meccanica di componenti leggeri è un fattore centrale”, ha spiegato Luca Ferrero, COO di Comau Machining. “La sinergia tra un approccio agile alla lavorazione meccanica di componenti leggeri e le nostre competenze nell’assemblaggio di scocche e batterie ci consente di completare la nostra catena di valore, offrendo soluzioni avanzate per la lavorazione meccanica di involucri di batterie e altro ancora”.

“È stato un anno straordinario, caratterizzato da una transizione rapidissima dalla progettazione di autoveicoli e aeroplani convenzionali a prodotti elettrici e leggeri resa possibile grazie alla collaborazione tra Comau e Exechon”, ha aggiunto Karl Erik Neumann, AD e fondatore della PKM Tricept e Exechon. “Abbiamo dimostrato come combinando la nostra macchina XMini con le competenze di Comau nel campo dell’automazione sia possibile trasformare il paradigma della produzione. Crediamo nel futuro, e in un futuro con Comau”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Repetto

Appassionata di tecnologia ma con un amore incondizionato verso la natura, si dedica alla fotografia e al video editing. Curiosa e esploratrice verso tutto ciò che la circonda. Laureata in Scienze e Tecnologie Multimediali, indirizzo comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.