Effetto Draghi, cresce la fiducia di consumatori e imprese: i numeri dell’Istat

La primavera ormai alle porte, o più probabilmente il cambio di Governo con Mario Draghi premier, reca una ventata d’ottimismo: a febbraio sono in aumento gli indici del clima di fiducia dei consumatori e delle imprese. Secondo l’Istat infatti, a febbraio per i consumatori l’aumento è da 100,7 a 101,4, per le seconda si registra un balzo da 88,3 a 93,2.

In particolare, per le imprese manifatturiere l’indice recupera la flessione dovuta all’emergenza sanitaria riportandosi al di sopra del livello registrato a febbraio 2020. Anche per il comparto delle costruzioni il recupero è completo; mentre per i servizi e il commercio al dettaglio, nonostante il deciso aumento di febbraio, i livelli rimangono ancora lontani da quelli precedenti la crisi.

La fiducia dei consumatori

Per quanto attiene ai consumatori, l’aumento dell’indice di fiducia è trainato dal marcato miglioramento delle attese sulla situazione economica generale e di quelle sulla disoccupazione.


Il clima economico e quello futuro sono in aumento (da 83,4 a 91,5 e da 103,2 a 107,5 rispettivamente) mentre il clima personale flette da 106,5 a 104,7 e quello corrente diminuisce da 99,0 a 97,3.

La situazione delle imprese

Per quel che riguarda le imprese, si registra un miglioramento della fiducia deciso e diffuso a tutti i settori. In particolare, nel settore manifatturiero l’indice di fiducia sale da 95,6 a 99,0 e nelle costruzioni passa da 138,0 a 141,9. Nei servizi di mercato l’indice aumenta da 82,2 a 85,7 e nel commercio al dettaglio cresce da 88,3 a 93,8.

In relazione alle componenti dell’indice di fiducia, sia nell’industria manifatturiera sia nelle costruzioni tutte le componenti sono in miglioramento. Anche per i servizi di mercato e il commercio al dettaglio si stima un aumento di tutte le componenti. Nell’ambito del commercio, a livello di circuito distributivo, la fiducia aumenta marcatamente nella grande distribuzione mentre la crescita è più contenuta nella distribuzione tradizionale.

Prospetto 1. Indice del clima di fiducia dei consumatori italiani e componenti

Ottobre 2020 – febbraio 2021, indici grezzi (base 2010=100) e saldi ponderati destagionalizzati

2020 2021
ott nov dic gen feb
INDICI
CLIMA DI FIDUCIA (a) (b) 100,2 96,0 101,1 100,7 101,4
Clima economico (b) 85,5 74,2 83,5 83,4 91,5
Clima personale (b) 105,1 103,3 107,0 106,5 104,7
Clima corrente (b) 99,1 96,6 98,3 99,0 97,3
Clima futuro (b) 101,7 95,1 105,3 103,2 107,5
COMPONENTI SALDI
Giudizi sulla situazione economica dell’Italia -139,8 -141,1 -147,3 -149,7 -145,6
Attese sulla situazione economica dell’Italia (b) -28,2 -48,4 -23,8 -20,2 2,6
Attese sulla disoccupazione +93,4 +105,1 +91,8 +101,7 +91,8
Giudizi sulla situazione economica della famiglia -36,3 -32,7 -34,0 -33,2 -39,4
Attese sulla situazione economica della famiglia (b) -7,5 -14,6 -6,7 -5,7 -5,8
Giudizi sul bilancio familiare (b) +15,2 +16,9 +18,1 +20,5 +16,9
Opportunità attuale del risparmio (b) +148,3 +142,9 +146,8 +138,1 +138,7
Possibilità future di risparmio (b) -21,2 -17,4 -2,2 -13,8 -19,6
Opportunità attuale all’acquisto di beni durevoli (b) -50,0 -67,4 -50,6 -42,3 -47,5

(a) Il clima di fiducia è la sintesi dei climi economico e personale o, alternativamente, dei climi corrente e futuro.

(b) Serie non affetta da stagionalità.

 

Prospetto 2. Clima di fiducia delle imprese manufatturiere totale e per raggruppamenti principali di industrie

Ottobre 2020 – febbraio 2021, indici destagionalizzati (base 2010=100) e saldi destagionalizzati

2020 2021
ott nov dic gen feb
INDUSTRIA MANIFATTURIERA
INDICI
Clima di fiducia 95,5 91,2 96,4 95,6 99,0
SALDI
Giudizi sugli ordini -26,3 -28,1 -25,0 -22,9 -19,3
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti +2,6 +3,1 +1,3 +3,2 +1,6
Attese di produzione +1,3 -8,7 +1,2 -1,1 +3,3
BENI DI CONSUMO
INDICI
Clima di fiducia 91,1 86,7 89,1 88,6 90,9
SALDI
Giudizi sugli ordini -25,0 -29,2 -31,2 -30,6 -29,3
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti +5,0 +3,6 +5,2 +5,6 +3,8
Attese di produzione -4,8 -14,7 -4,2 -5,7 -2,2
BENI INTERMEDI
INDICI
Clima di fiducia 95,4 92,5 96,8 97,8 99,1
SALDI
Giudizi sugli ordini -24,9 -24,8 -20,9 -17,2 -14,0
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti +1,8 +0,4 -0,5 +0,1 +0,8
Attese di produzione +5,0 -5,0 +2,9 +2,7 +3,9
BENI STRUMENTALI
INDICI
Clima di fiducia 101,9 94,2 104,8 101,0 109,4
SALDI
Giudizi sugli ordini -25,7 -27,4 -20,1 -18,8 -12,2
Giudizi sulle scorte di prodotti finiti (a) +1,3 +6,0 -1,4 +4,0 -0,8
Attese di produzione +4,9 -9,7 +4,6 -1,6 +9,8

(a) Serie non affetta da stagionalità

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nicoletta Pisanu

Giornalista, collabora da anni con testate nazionali e locali. Laureata in Linguaggi dei Media e in Scienze sociali applicate all'Università Cattolica di Milano, è specializzata in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.