“Tech with Her”, l’iniziativa per ridurre il divario di genere nell’economia digitale

Incrementare la partecipazione e il contributo femminile all’economia digitale: è questo l’obiettivo dell’iniziativa “Tech with Her”, promossa da SDA Bocconi School of Management e Huawei.

L’iniziativa si rivolge a giovani studentesse e a professioniste di PMI e Pubbliche Amministrazioni, con l’obiettivo di creare maggiore consapevolezza sull’importanza del digitale e fornire le competenze necessarie per contribuirvi attivamente.

Azioni di cui c’è bisogno alla luce del ruolo ancora troppo marginale che rivestono le donne nelle cosiddette “professioni di domani”, ovvero in ambiti quali il Cloud Computing o l’Intelligenza Artificiale, come ha sottolineato anche il Global Gender Gap Report 2021, elaborato dal World Economic Forum.

Per superare questo divario, “Tech with Her” propone tre programmi formativi rivolti a un pubblico diversificato e incentrati su diversi argomenti, che includono, tra gli altri, Computer Science, Big Data, tecnologie IA, Digital Transformation e Cybersecurity.

Nel dettaglio, un primo corso di formazione, che si svolgerà dal 7 all’11 marzo, è dedicato a giovani studentesse interessate al mondo della tecnologia, attualmente iscritte al 5° anno di una scuola superiore o ai primi due anni di un corso di laurea triennale, senza alcuna discriminazione per quanto riguarda l’indirizzo di studio.

Il corso, che prevede otto sessioni formative della durata di un’ora e mezza – per cui è necessario iscriversi singolarmente –, si pone come obiettivo principale quello di promuovere la cultura digitale nella popolazione femminile più giovane, fornendo un primo bagaglio di conoscenze in quest’ambito.

Il secondo programma formativo, previsto tra maggio e giugno, si propone di affrontare il tema della Trasformazione Digitale, con le sfide e le opportunità che questa comporta, rivolgendosi a donne di qualsiasi età che svolgano la loro professione all’interno di una piccola o media impresa italiana.

Qui l’obiettivo è quello di guidare le partecipanti nel passaggio da uno stato di consapevolezza, che si presume già acquisito autonomamente, a una “mentalità post-digitale”. Con questo termine si intende la capacità di comprendere appieno le implicazioni che l’innovazione digitale ha all’interno di organizzazioni di piccole e medie dimensioni e, conseguentemente, di intraprendere azioni concrete a livello individuale che possano supportare i processi attraverso cui si compie la transizione verso il digitale.

Infine, il terzo programma formativo, previsto tra settembre e ottobre, si rivolge alle donne che lavorano nelle pubbliche amministrazioni, con l’obiettivo di fornire loro gli strumenti utili per osservare i trend relativi alla trasformazione digitale dei governi locali, promuovere l’innovazione digitale, individuare e gestire i potenziali rischi connessi all’introduzione delle tecnologie digitali.

Per Huawei, l’iniziativa va ad aggiungersi alle altre lanciate nell’ambito della strategia “Tech for Her, Tech by Her, Tech with Her”, una serie di iniziative concrete attraverso le quali fornisce alle donne gli strumenti necessari per porsi come protagoniste della transizione digitale e incoraggiare la loro partecipazione all’innovazione tecnologica.

“Grazie ai progressi della tecnologia avanziamo verso un mondo sempre più intelligente e connesso; è quindi nostro obiettivo primario contribuire alla creazione di una società che offra pari opportunità nei contesti lavorativi e organizzativi attraverso le competenze digitali”, commenta Wilson Wang, CEO di Huawei Italia.

“Con questa iniziativa insieme a SDA Bocconi, intendiamo offrire formazione per ridurre il divario di genere in ambito tecnologico in tre aree per noi fondamentali: quella accademica, le PMI e le pubbliche amministrazioni, in modo che le donne possano partecipare attivamente all’economia digitale e contribuire alla digitalizzazione del Paese”, aggiunge.

“Le tecnologie fanno parte della nostra quotidianità ma comprenderne la portata per innovare, creare opportunità professionali e risolvere problemi sociali richiede persone che abbiano una cultura digitale. Questa iniziativa si rivolge a donne che nel contesto digitale possono fare la differenza”, commenta Greta Nasi, Professoressa di Innovazione nel settore pubblico, Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche Università Bocconi, e Direttore Scientifico dell’iniziativa.

Le registrazioni per partecipare al primo training, che si terrà dal 7 all’11 marzo, rimarranno aperte fino al raggiungimento del limite massimo di partecipanti. Per registrarsi è possibile consultare il sito www.sdabocconi.it/techwithher

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.