Oltre 800 espositori e 36.522 visitatori: SPS Italia chiude e guarda al 2023 con una nuova governance

Oltre 800 espositori (802 per l’esattezza) e 36.522 visitatori: sono questi i numeri dell’edizione 2022 di SPS Italia, la fiera italiana per l’automazione e il digitale nell’industria, che si è svolta a Parma dal 24 al 26 maggio.

Dopo due anni di assenza forzata causa pandemia, l’edizione di quest’anno è stata caratterizzata da un ritrovato entusiasmo di incontrarsi e vedere da vicino le tecnologie e le soluzioni presentate dagli espositori.

“Siamo ripartiti con la giusta energia, è stato emozionante vedere l’evento rimettersi in moto e vivere il fermento dei giorni di fiera. Questa edizione ha ripagato appieno le attese”, commenta Donald Wich, Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia.

Una fiera che quest’anno è stata caratterizzata dal binomio tra digitalizzazione e sostenibilità. Oltre a un più ampio District 4.0, che si è articolato lungo i padiglioni 4,7 e 8 (con uno spazio raddoppiato rispetto all’edizione 2019), in questa edizione si è voluto dedicare uno spazio specifico al contributo delle tecnologie alla sostenibilità attraverso diverse iniziative, come l’area “Green 4 Tech”, i premi SPS dedicati alle aziende e ai prodotti più virtuosi in materia di efficientamento energetico e sostenibilità, la presentazione dell’Osservatorio dedicato alla sostenibilità nell’industria e l’iniziativa “She SPS”, che ha premiato i migliori progetti di imprenditoria ed empowerment femminile.

“La decima edizione di SPS Italia è stata un grande successo. La voglia di incontrarsi dopo tanto tempo di isolamento era molta e il numero dei visitatori ne è stata la riprova. Interessante vedere tante novità tecnologiche presentate in un comparto che conferma un’evoluzione costante guidata dalla digitalizzazione e dalla sostenibilità ambientale”, commenta Marco Vecchio, Segretario ANIE Automazione.

Dal 2023 cambia la governance di SPS

Per la prossima edizione, in programma a Parma dal 23 al 25 maggio 2023, gli organizzatori hanno già annunciato la prima novità, che riguarda proprio la governance della fiera. Dalla prossima edizione, infatti, il progetto, da sempre coordinato da Francesca Selva, Vice President Marketing & Events di Messe Frankfurt Italia, vedrà una nuova regia a quattro mani.

Una formula che Messe Frankfurt ha già collaudato strutturando un management in grado di guidare e coordinare tutte le attività che accompagneranno le prossime edizioni. La continuità di un progetto di successo sarà garantita da Greta Moretto, Marketing, Communication & Domestic Events Director e Daniele Lopizzo, Show Director.

A Greta Moretto l’incarico di seguire la parte strategica e l’elaborazione di piani di marketing e comunicazione, mentre a Daniele Lopizzo sarà affidata la vendita, l’organizzazione della fiera e il coordinamento dei servizi per gli espositori.

“Sono molto felice di ereditare un progetto di successo. Con il passaggio di testimone, l’obiettivo sarà quello di dare continuità all’appuntamento di SPS Italia e alle iniziative di settore e rinnovare la preziosa collaborazione con partner e aziende che insieme a noi rendono SPS il riferimento per l’industria in Italia”, commenta Greta Moretto.

“Ringrazio per questa opportunità, – aggiunge Daniele Lopizzo – con l’impegno di garantire alle aziende espositrici la consueta collaborazione, supporto e intesa che ci hanno consentito di raggiungere insieme risultati e successi. Vorrei infine aggiungere, a nome di entrambi, un ringraziamento a Francesca per l’esperienza condivisa”.

Un passaggio di testimone che avviene all’interno del team di lavoro, a conclusione della carriera professionale di Francesca Selva, dopo tredici anni di traguardi lavorativi nella filiale italiana della fiera di SPS Italia.

“L’esperienza di SPS Italia mi ha sorpresa di anno in anno per tutte le persone che ho incontrato, per i progetti condivisi, per tutto ciò che ho imparato non solo in termini di 4.0. Grazie a Messe Frankfurt per la fiducia accordatami e auguro a Greta e Daniele di non perdere la passione per questo bellissimo lavoro”, conclude Selva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Michelle Crisantemi

Giornalista bilingue laureata presso la Kingston University di Londra. Da sempre appassionata di politica internazionale, ho vissuto, lavorato e studiato in Spagna, Regno Unito e Belgio, dove ho avuto diverse esperienze nella gestione di redazioni multimediali e nella correzione di contenuti per il Web. Nel 2018 ho lavorato come addetta stampa presso il Parlamento europeo, occupandomi di diritti umani e affari esteri. Rientrata in Italia nel 2019, ora scrivo prevalentemente di tecnologia e innovazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.