Riordino dei ministeri, il MISE diventa MIMIT e torna ad avere un ruolo centrale su export e politica energetica per le imprese

È stato approvato del Consiglio dei ministri il decreto-legge che dispone il riordino delle attribuzioni dei ministeri e le nuove denominazioni dei cinque ministeri che cambiano nome, compreso il Ministero dello sviluppo economico, che diventa “Ministero delle imprese e del made in Italy”. Tornano nell’alveo delle competenze del MIMIT alcuni temi che, nelle recenti riorganizzazioni, gli erano stati sottratti: il supporto all’export e un ruolo di primo piano nella definizione delle politiche energetiche per le imprese.

Continua a leggere